Al via la produzione di memorie GDDR6 da parte di Samsung

Al via la produzione di memorie GDDR6 da parte di Samsung

L'azienda coreana conferma le specifiche della nuova generazione di memorie che verranno abbinate alle schede video top di gamma di prossima introduzione sul mercato

di pubblicata il , alle 18:21 nel canale Memorie
NVIDIAAMDGDDR6HBM
 

E' iniziata la produzione in massa delle nuove memorie GDDR6 da parte di Samsung, una delle aziende coinvolte in questo nuovo standard che troverà presumibilmente spazio di adozione con le prossime generazioni di schede video top di gamma di AMD e NVIDIA.

I nuovi moduli memoria verranno proposti con densità di 16 Gbit, quindi 2 Gbytes di capacità per ogni modulo memoria: in una tipica configurazione di scheda video a 8 chip memoria e bus da 256bit di ampiezza questo corrisponde ad una bandwidth massima di 576 Gbytes al secondo, grazie al transfer rate per ogni pin che è dichiarato essere pari a 18 Gbps.

Qualora si opti per una configurazione con bus memoria da 384bit di ampiezza, tipica per le configurazioni di fascia più alta, la risultante sarebbe quella di una dotazione di 24 Gbytes per una bandwidth pari a 864 Gbytes al secondo.

Nel confronto con lo standard HBM2 le nuove memorie GDDR6 promettono valori di bandwidth addirittura superiori, anche se questo viene offerto a scapito delle dimensioni complessive della scheda oltre che del consumo totale: entrambi i parametri sono inferiori con le proposte High Bandwidth Memory 2.

Lo standard GDDR6 proposto da Samsung opera ad una tensione di alimentazione di 1.35V: si tratta di un valore inferiore a quello di 1.55V tipicamente adottato per le memorie GDDR5X top di gamma utilizzate dalle schede video di vertice di NVIDIA. Questo ha ovviamente ripercussioni sui consumi, che non saranno pari a quelli delle soluzioni HBM2 ma sicuramente inferiori a configurazioni GDDR5X.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ale55andr019 Gennaio 2018, 18:47 #1
economiche, veloci, comunque poco consumose, facili da implementare (no interposer) in poche parole, un'inno all'INUTILITA' delle hbm nelle schede gaming, ANCHE di fascia altissima
300019 Gennaio 2018, 19:20 #2
Ma a quando per la GTX 2070?
emahwupgrade19 Gennaio 2018, 21:32 #3
Ma qualche dettaglio più approfondito sul funzionamento? Perché sennò tanto vale andarsi a leggere le notizie su Wired 😆😁
dav1deser19 Gennaio 2018, 23:07 #4
Io sinceramente non capisco perchè quando si parla di memorie, si fa sempre l'uguaglianza volt=consumo, dicendo quindi ad ogni generazione, i consumi delle memorie saranno più basse (che siano per DDR, GDDR, HBM etc). Quando in relatà il consumo dipende anche dalla corrente assorbita, che di contro aumenta all'aumentare della densità, quindi sinceramente ho grossi dubbi che una ddr4 "standard" consumi sensibilmente meno di una ddr1 "standard" (a frequenze da jedec) nonostante la tensione sia quasi la metà. Sarebbe interessante un qualche confronto fra le varie generazioni.
lucusta20 Gennaio 2018, 00:45 #5
Originariamente inviato da: dav1deser
Io sinceramente non capisco perchè quando si parla di memorie, si fa sempre l'uguaglianza volt=consumo, dicendo quindi ad ogni generazione, i consumi delle memorie saranno più basse (che siano per DDR, GDDR, HBM etc). Quando in relatà il consumo dipende anche dalla corrente assorbita, che di contro aumenta all'aumentare della densità, quindi sinceramente ho grossi dubbi che una ddr4 "standard" consumi sensibilmente meno di una ddr1 "standard" (a frequenze da jedec) nonostante la tensione sia quasi la metà. Sarebbe interessante un qualche confronto fra le varie generazioni.


hai scritto giusto, ma di solito hai anche il raddoppio della capacità, quindi un chip invece che due;
alla fine consumi meno per singolo bit...
ad esempio queste consumeranno a chip il 30% in piu', ma ne serviranno solo 4 per 8GB totali di Vram con un bus da 256 bit a 512GB/s (per le 16Gbps a pin), contro 8 chip per 8GB totali su 256 e 356GB/s (usando quelle da 11Gbps).
il loro consumo sarà pari a meno di 6 chip precedenti (ottenendo, anche se solo sulla carta, prestazioni superiori a minor consumo).

quindi è giusto quello che scrivi, ma c'è anche il resto da considerare.
nemex1s20 Gennaio 2018, 01:00 #6

No

Io sinceramente non capisco perchè quando si parla di memorie, si fa sempre l'uguaglianza volt=consumo, dicendo quindi ad ogni generazione, i consumi delle memorie saranno più basse (che siano per DDR, GDDR, HBM etc). Quando in relatà il consumo dipende anche dalla corrente assorbita, che di contro aumenta all'aumentare della densità, quindi sinceramente ho grossi dubbi che una ddr4 "standard" consumi sensibilmente meno di una ddr1 "standard" (a frequenze da jedec) nonostante la tensione sia quasi la metà. Sarebbe interessante un qualche confronto fra le varie generazioni.

No. Hai scritto fondamentalmente una cosa sbagliata.

Tra una generazione e l'altra di memoria, a parità di densità, si ha una minor resistenza.

La potenza assorbita è proporzionale quadrato della tensione.

Devo bloccare gli insetti anche su sto forum, negli altri almeno non li leggo.
nemex1s20 Gennaio 2018, 01:03 #7

No (2)

Ci sono altri parametri che influenzano il consumo (correnti parassite).
Ma diventerebbe troppo lungo scriverne.
dav1deser20 Gennaio 2018, 09:43 #8
Originariamente inviato da: lucusta
hai scritto giusto, ma di solito hai anche il raddoppio della capacità, quindi un chip invece che due;
alla fine consumi meno per singolo bit...
ad esempio queste consumeranno a chip il 30% in piu', ma ne serviranno solo 4 per 8GB totali di Vram con un bus da 256 bit a 512GB/s (per le 16Gbps a pin), contro 8 chip per 8GB totali su 256 e 356GB/s (usando quelle da 11Gbps).
il loro consumo sarà pari a meno di 6 chip precedenti (ottenendo, anche se solo sulla carta, prestazioni superiori a minor consumo).

quindi è giusto quello che scrivi, ma c'è anche il resto da considerare.


Quello che dici è corretto, volevo semplificare il discorso, e in ogni caso, con il procedere delle generazioni, si ha anche un aumento della capacità totale delle RAM (o VRAM), in quanto bene o male si usano sempre la stessa quantità di chip.

Con le nuove generazioni, avresti una riduzione del consumo a patto di mantenere le stesse frequenze, e la stessa capacità complessiva. Ma è evidente che da una generazione all'altra tendono ad aumentare entrambi questi parametri, e quindi il consumo complessivo può non essere inferiore alla generazione precedente.

Originariamente inviato da: nemex1s
Io sinceramente non capisco perchè quando si parla di memorie, si fa sempre l'uguaglianza volt=consumo, dicendo quindi ad ogni generazione, i consumi delle memorie saranno più basse (che siano per DDR, GDDR, HBM etc). Quando in relatà il consumo dipende anche dalla corrente assorbita, che di contro aumenta all'aumentare della densità, quindi sinceramente ho grossi dubbi che una ddr4 "standard" consumi sensibilmente meno di una ddr1 "standard" (a frequenze da jedec) nonostante la tensione sia quasi la metà. Sarebbe interessante un qualche confronto fra le varie generazioni.

No. Hai scritto fondamentalmente una cosa sbagliata.

Tra una generazione e l'altra di memoria, a parità di densità, si ha una minor resistenza.


Vero, ma la densità media dei chip aumenta di generazione in generazione, se oggigiorno usassimo delle DDR4, con moduli da 256MB a 333MHz, indubbiamente avremmo consumi più bassi che con delle DDR 256MB a 333MHz, peccato che un modulo standard di DDR4 ha capacità di 4-8GB con frequenza fra i 1866MHz e i 2666.

Originariamente inviato da: nemex1s
La potenza assorbita è proporzionale quadrato della tensione.


Corretto

Originariamente inviato da: nemex1s
Ci sono altri parametri che influenzano il consumo (correnti parassite).
Ma diventerebbe troppo lungo scriverne.


Vero, e questo torna con quanto ho detto io.

Comunque fornisco questo interessante link:

https://www.micron.com/support/tool...ties/power-calc

Da cui si possono scaricare dei fogli di excel con delle stime di consumo dei chip DRAM, rilsciati da Micron (che immagino che di DRAM ne sappia più di tutti noi messi assieme visto che le produce).

Per le DDR parla di 349mW, per le DDR2 parla di 496mW, per le DDR3 siamo a 534mW.

Ovviamente parla di chip standard con frequenze e densità realistiche (e da anche la possibilità di modificare alcuni parametri e vedere come variano i consumi, ma i dati sopra riportati sono i valori dati di default dal foglio di calcolo).
lucusta20 Gennaio 2018, 21:21 #9
Originariamente inviato da: dav1deser
Quello che dici è corretto, volevo semplificare il discorso, e in ogni caso, con il procedere delle generazioni, si ha anche un aumento della capacità totale delle RAM (o VRAM), in quanto bene o male si usano sempre la stessa quantità di chip.

Con le nuove generazioni, avresti una riduzione del consumo a patto di mantenere le stesse frequenze, e la stessa capacità complessiva. Ma è evidente che da una generazione all'altra tendono ad aumentare entrambi questi parametri, e quindi il consumo complessivo può non essere inferiore alla generazione precedente.



Vero, ma la densità media dei chip aumenta di generazione in generazione, se oggigiorno usassimo delle DDR4, con moduli da 256MB a 333MHz, indubbiamente avremmo consumi più bassi che con delle DDR 256MB a 333MHz, peccato che un modulo standard di DDR4 ha capacità di 4-8GB con frequenza fra i 1866MHz e i 2666.



Corretto



Vero, e questo torna con quanto ho detto io.

Comunque fornisco questo interessante link:

https://www.micron.com/support/tool...ties/power-calc

Da cui si possono scaricare dei fogli di excel con delle stime di consumo dei chip DRAM, rilsciati da Micron (che immagino che di DRAM ne sappia più di tutti noi messi assieme visto che le produce).

Per le DDR parla di 349mW, per le DDR2 parla di 496mW, per le DDR3 siamo a 534mW.

Ovviamente parla di chip standard con frequenze e densità realistiche (e da anche la possibilità di modificare alcuni parametri e vedere come variano i consumi, ma i dati sopra riportati sono i valori dati di default dal foglio di calcolo).


un parametro base devi pur mantenerlo, sennò i pentium di 25 anni fà potresti considerarli dei processori inarrivabili nelle prestazioni generali per il fatto che erano i migliori dell'epoca e venivano raffreddati passivamente.
oggi anche i chip degli smartphone necessitano di complessi sistemi di raffreddamento, arrivando ad usare headpipe.

ad oggi potresti sostituire le RAM GDDR5x di una 1080 con solo 4 chip di GDDR6x rifacendo unicamente il PCB e dando il voltaggio giusto con le giuste alimentazioni ottenendo anche miglioramenti nella banda delle ram.
il controller della memoria è identico.

il resto delle considerazioni lo lascio a chi non vuole insetti per i forum, dimostrando anche di non conoscere ne le scienze naturali, ne la storia

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^