30 minuti senza corrente e Samsung perde l'11% della produzione mensile di memorie NAND

30 minuti senza corrente e Samsung perde l'11% della produzione mensile di memorie NAND

Un problema alla fornitura elettrica in una fabbrica produttiva di memorie NAND di Samsung porta a danneggiare circa 60.000 Wafer, con un impatto considerevole sulla produzione globale per il mese di marzo

di pubblicata il , alle 12:21 nel canale Memorie
Samsung
 

La fabbrica produttiva Samsung di Pyeongtaek ha subito uno stop alla produzione nella giornata del 9 marzo, per via di una interruzione alla fornitura della corrente durata circa 30 minuti. Cose che succedono, si può pensare, ma le implicazioni sono di portata interessante e per certi versi inattesa.

Quei 30 minuti di stop hanno portato a danneggiamenti per circa 60.000 wafer che erano in quel momento impegnati in qualche modo nella produzione. Un numero pari all'11% della produzione complessiva mensile di Samsung, suddivisa su diverse fabbriche produttive, valore che corrisponde al 3,5% del totale mensile mondiale della produzione di memorie NAND.

11815_samsung3d256.jpg

Per riportare la produzione ai valori ordinari Samsung dovrà incrementare la produzione in questo mese, venendo in questo anche supportata da altri produttori che sfrutteranno questa opportunità per produrre di più. Resta da vedere se questo problema porterà ad un temporaneo incremento dei prezzi delle memorie NAND a livello globale, destinato in ogni caso ad aggiustarsi ai valori abituali non appena l'offerta produttiva verrà completamente ripristinata.

Questo episodio conferma quanto sia delicata la produzione di semiconduttori e come un problema, per quanto di ridotto arco temporale, possa influenzare in modo marcato la capacità produttiva di un'azienda.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lampetto16 Marzo 2018, 12:23 #1
Ed ecco un altro motivo per far schizzare in alto le Nand....
al13516 Marzo 2018, 12:23 #2
come se avessero bisogno di scuse per aumentare un po i prezzi, fallo e basta
gd350turbo16 Marzo 2018, 12:44 #3
Quando ci fu l'inondazione, in due ore i prezzi erano già raddoppiati
Lionking-Cyan16 Marzo 2018, 14:09 #4
Secondo me sono tutte scuse. Non sanno più che inventarsi per aumentare i prezzi dell'hardware. Colpa vera del mining, danno la finta colpa ora a 30 minuti di corrente mancata...
songohan16 Marzo 2018, 14:38 #5
Pero' i conti non mi tornano.

In un mese vi sono 43.200 minuti.
Ammettiamo che la fabbrica lavori su turni da 8h al giorno/5gg a settimana/4 settimane al mese.
Abbiamo 9600 minuti lavorativi al mese.
30 minuti rappresentano lo 0.30% circa di questi 9600.
Poiche' in 30 minuti e', a detta dell'articolo, concentrata l'11% della produzione di questi chip, risulta che l'intera produzione mensile di chip, in questa fabbrica, occupa solo il 3% di tutto il tempo lavorativo a disposizione.
Possibile?
Cfranco16 Marzo 2018, 14:59 #6
Originariamente inviato da: songohan
Pero' i conti non mi tornano.

In un mese vi sono 43.200 minuti.
Ammettiamo che la fabbrica lavori su turni da 8h al giorno/5gg a settimana/4 settimane al mese.
Abbiamo 9600 minuti lavorativi al mese.
30 minuti rappresentano lo 0.30% circa di questi 9600.
Poiche' in 30 minuti e', a detta dell'articolo, concentrata l'11% della produzione di questi chip, risulta che l'intera produzione mensile di chip, in questa fabbrica, occupa solo il 3% di tutto il tempo lavorativo a disposizione.
Possibile?


Una fabbrica di chip lavora 24/24 per 7/7
Ma l' interruzione di corrente ti costringe a buttare tutto quello che è nella catena, oltre a dover far ripartire tutto ( e non è una cosa che ci metti 2 minuti ), se hanno perso la sterilità dell' ambiente ci sta che ci abbiano messo giorni
fabrymax8416 Marzo 2018, 15:05 #7
Originariamente inviato da: songohan
Pero' i conti non mi tornano.

In un mese vi sono 43.200 minuti.
Ammettiamo che la fabbrica lavori su turni da 8h al giorno/5gg a settimana/4 settimane al mese.
Abbiamo 9600 minuti lavorativi al mese.
30 minuti rappresentano lo 0.30% circa di questi 9600.
Poiche' in 30 minuti e', a detta dell'articolo, concentrata l'11% della produzione di questi chip, risulta che l'intera produzione mensile di chip, in questa fabbrica, occupa solo il 3% di tutto il tempo lavorativo a disposizione.
Possibile?



tu immagina forse i tempi di lavorazione di un singolo wafer,gli scarti produttivi e il fatto che forse quando salta la corrente quel wafer magari anche selezionato lo devi buttare,anche se trovo strano che non abbiano ups di emergenza o comunque hanno funzionato mitigando ulteriormente i costi
Lionking-Cyan16 Marzo 2018, 15:19 #8
Originariamente inviato da: fabrymax84
anche se trovo strano che non abbiano ups di emergenza o comunque hanno funzionato mitigando ulteriormente i costi


This .

Le imprese non hanno un ups, hanno un generatore di corrente (che va tipo a gasolio), che può essere dimensionato rispetto ai bisogni. Questo è in grado di far fronte a mancanza di corrente.

Se vedi molti locali ce li hanno. Non parlo solo di ospedali, ma anche di mcdonalds. Non servono solo a salvare le vite di un paziente mentre è in sala operatoria, ma permettono anche di continuare a grigliare hamburger e a tenere la luce accesa mentre nel resto della città se ne va la corrente.

Ti pare che la samsung non abbia un generatore? Qualche tempo fa era uscita una notizia su questo sito che diceva che le vendite di vga di nvidia erano diminuite. Suvvia ragazzi, se vi dicono che gli asini volano ci credete?

Questo è un gomblotto.
nickname8816 Marzo 2018, 15:22 #9
Originariamente inviato da: songohan
Pero' i conti non mi tornano.

In un mese vi sono 43.200 minuti.
Ammettiamo che la fabbrica lavori su turni da 8h al giorno/5gg a settimana/4 settimane al mese.
Abbiamo 9600 minuti lavorativi al mese.
30 minuti rappresentano lo 0.30% circa di questi 9600.
Poiche' in 30 minuti e', a detta dell'articolo, concentrata l'11% della produzione di questi chip, risulta che l'intera produzione mensile di chip, in questa fabbrica, occupa solo il 3% di tutto il tempo lavorativo a disposizione.
Possibile?
Sono tutte scuse.
E' chiaro che 11% come scusa è molto meglio calibrata di 0.3%.
Forse più avanti uscirà un comunicato più dettagliato, il tempo di elaborare al meglio la storiella ....
X-ray guru16 Marzo 2018, 15:37 #10
Appunto!
Chi ci crede che una fabbrica di chip non abbia migliaia di UPS e un mega generatore per far fronte a possibili mancanze di energia elettrica?

Io no di sicuro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^