Zen 4 Dense (Zen 4D) è la risposta di AMD all'architettura ibrida di Intel?

Zen 4 Dense (Zen 4D) è la risposta di AMD all'architettura ibrida di Intel?

Anche AMD, come già vociferato in passato, potrebbe imboccare la strada delle CPU ibride x86 inserendo core basati su differenti architetture nello stesso chip. La via però sarebbe diversa da quella scelta da Intel. In ogni caso se ne dovrebbe parlare solo nel 2023.

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Processori
ThreadripperZenEPYCRyzenAMD
 

Oggi debuttano ufficialmente le CPU Core di 12esima generazione, le prime soluzioni x86 basate su architettura ibrida ad alte prestazioni, ovvero equipaggiate con core fondati su due architetture differenti, Golden Cove e Gracemont (qui maggiori informazioni).

Da diverso tempo sappiamo che AMD risponderà a inizio 2022 alla nuova offensiva targata Intel con i Ryzen dotati di 3D V-Cache, una grande cache posta sopra il chiplet (potete approfondire qui) che permetterà di migliorare ulteriormente quanto di buono già visto con i Ryzen 5000 senza intervenire profondamente sull'architettura. Stando alle voci di corridoio, bisognerà attendere l'ultima parte del 2022 per vedere CPU Ryzen basate sulla rinnovata architettura Zen 4.

Zen 4 potrebbe però non essere l'unica novità in sviluppo nei laboratori di AMD. Secondo le indiscrezioni raccolte dal canale Youtube Moore Law is Dead, AMD starebbe lavorando su "Zen 4D", dove la D starebbe per "Dense", una sorta di "fork" di Zen 4, un'ottimizzazione a cui l'azienda rimuoverà alcune caratteristiche non fondamentali. Un core che, apparentemente, potrebbe rappresentare l'E-core in salsa AMD per future architetture ibride. Stando a quanto diffuso, un core Zen 4D avrebbe una cache minore e funzionerebbe a frequenze più basse dei core Zen 4 "tradizionali", al fine di offrire una maggiore efficienza energetica.

Il nuovo core Zen 4D, più piccolo di quello Zen 4, consentirebbe ad AMD di creare chiplet con 16 core anziché solo 8, spingendo così sul numero di core (cosa molto utile nei carichi come la produttività) per le future CPU ibride. Una strada differente da quella di Intel: anziché progettare architetture totalmente differenti, AMD punterebbe a ottimizzare un design esistente con ovvi benefici sui costi e i tempi di sviluppo.

Il primo progetto basato su Zen 4D risponderebbe al nome di "Bergamo", nome in codice che abbiamo già incontrato in passato: si tratterebbe di una CPU EPYC fino a 128 core, basata su 8 chiplet con 16 core Zen 4D ciascuno. Non un progetto ibrido, almeno inizialmente, ma un chip server per applicazioni specifiche. Al momento non è certo al 100% che il progetto avrà l'SMT (Simultaneous Multi-Threading), offrendo così due thread per core, ma prima o poi ne sapremo di più visto che Bergamo dovrebbe arrivare nel Q2 2023.

Bergamo dovrebbe però essere la "prova generale" prima di vedere Zen 4D anche in ambito desktop e mobile: non va infatti dimenticato che in passato sono circolate indiscrezioni (qui e qui) su una APU chiamata Strix Point (possibile serie Ryzen 8000) formata sia da core Zen 5 che, appunto, da core Zen 4D, quindi una CPU ibrida sulla falsariga di quanto sta portando avanti Intel. Si parla in tal senso di 8 core Zen 5 affiancati da 16 core Zen 4D.

Le fonti di Moore Law is Dead affermano infine che Zen 5 sarà un'architettura molto più entusiasmante di Zen 4. I primi progetti Zen 5 potrebbero arrivare nel Q4 2023 e, stando alle voci, i core Zen 5 garantirebbero un incremento dell'IPC (le istruzioni calcolate per ciclo di clock) del 20-40% rispetto ai precedenti Zen 4.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
FroZen04 Novembre 2021, 10:01 #1
"Il primo progetto basato su Zen 4D risponderebbe al nome di "Bergamo""


aaaaaaaaaaaah ti lovvo lisa, mi tocca comprare tutta la piattaforma nuova solo per avere la cpu bergamasca
Opteranium04 Novembre 2021, 10:38 #2
Napoli, Roma, Genova, Milano, ora Bergamo.. ci sarà mai Campobasso?
capodistria04 Novembre 2021, 11:12 #3
faccio una premessa: io sono un fanboy AMD da sempre

secondo indiscrezioni le nuove cpu intel non surclasserebbero le attuali cpu amd, figuriamoci quelle future

mi girano un pochino le scatole nel vedere i prezzi esorbitanti di amd che addirittura sono piu' cari degli intel
supertigrotto04 Novembre 2021, 12:16 #4
2023?
Forse per quella data avremmo prezzi di listino onesti e Street price decenti....
Per il resto,sarebbe meglio non acquistare CPU e gpu nel 2022 ,i prezzi saranno sicuramente gonfiati.
ggez04 Novembre 2021, 15:03 #5
Originariamente inviato da: capodistria
faccio una premessa: io sono un fanboy AMD da sempre

secondo indiscrezioni le nuove cpu intel non surclasserebbero le attuali cpu amd, figuriamoci quelle future

mi girano un pochino le scatole nel vedere i prezzi esorbitanti di amd che addirittura sono piu' cari degli intel


Se sei davvero un fan AMD da sempre dovresti ricordarti i prezzi degli Athlon 64 e Athlon 64 FX alle stelle proprio nel periodo in cui AMD era avanti ad Intel come prestazioni ed efficienza.
Nulla di nuovo, nulla di sorprendente visto che ne AMD ne Intel sono delle onlus. Se il tuo prodotto è migliore della concorrenza in tutti gli aspetti lo fai pagare anche molto di più.
ciolla200504 Novembre 2021, 15:09 #6
Propongo
-"Pizzo Calabro"
-"Capo Rizzuto"
-"Sessa"
-"Monte Fallonio"
mackillers05 Novembre 2021, 08:36 #7
da 2-3 anni a questa parte il settore CPU sta vivendo evoluzioni continue con miglioramenti nel ordine del 15-20% anno su anno a livello di IPC, Intel con la serie 12 ha addirittura fatto molto di meglio (ma veniva da anni di minori evoluzioni).

se vediamo cosa offrivano Intel ed AMD 3-4 anni fa bisogna proprio ringraziare AMD per il lancio dei Ryzen, hanno sconvolto il mercato.


se i ryzen 6000 con 3D cache e sperabilmente qualche leggera ottimizzazione di processo produttivo ed architettura (basterebbe un 2-3% di efficienza in più ed un 200mhz in più di boost per raggiungere un +20% di IPC grazie alla cache maggiorata) manterranno le promesse ad inizio 2022 ci troveremo con Intel leader di poco nel single core e nell'innovazione tecnologica (vedi PCI 5.0 e ddr5) ma con meno core e quindi meno efficienti nei calcoli multithread.

visto che AMD avrà il vantaggio di un architettura più matura e meno costosa direi che sarà una buona lotta.

io che ho una piattaforma X570 + ZEN2 penso che approfitterò dei Ryzen 6000 per fare un upgrade semplice e relativamente economico. ma anche intel è decisamente tornata.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^