YamHill Technology integrata in Prescott?

YamHill Technology integrata in Prescott?

Varie indiscrezioni parlano del possibile supporto a codice a 64bit implementato in futuri processori Intel; già a partire dalla prossima generazione di pentium 4?

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:24 nel canale Processori
Intel
 
On line sono emerse varie notizie, benché non ufficiali, che indicano il possibile futuro supporto da parte di Intel a codice a 64bit, grazie alla cosiddetta tecnologia YamHill.

L'approccio ai 64bit sarebbe, stando alle informazioni attualmente disponibili, molto simile a quello seguito da AMD con le cpu AMD64: fonire pieno supporto ai 64bit mantenendo la compatibilità hardware con codice a 32bit, pertanto senza penalizzazioni dal lato prestazionale.

Che questa tecnologia possa venir implementata in futuri processori Intel è ormai un fatto assodato; le ultime notizie disponibili, ovviamente non ufficiali, prevedono invece che questa nuova tecnologia possa venir implementata all'interno della prossima generazione di cpu Pentium 4, nota con il nome in codice di Prescott e attesa per la fine del 2003.

Di seguito sono elencate le principali caratteristiche tecniche delle cpu Pentium 4 basate su Core Prescott, stando ai dati attuali:
- processo produttivo a 0.09 micron
- dimensione del Die di 109mm2
- 800Mhz FSB
- 1MB L2 Cache / 16KB L1 Cache
- 13 Prescott New Instructions (PNI)
- Pipeline più lunghe
- Extended Physical Address Extension (PAE) 40bit?
- YamHill Technology (64bit/32bit)?
- La Grande Technology
- Socket 478 - H2 '03, Socket T LGA 775 - 2004
- 3.4Ghz al debutto; sino a 5Ghz in versioni successive
- Disponibilità: ultimo trimestre 2003
Il passaggio al processo produttivo a 0.09 micron permetterà di integrare nel processore ben 1 Mbyte di cache L2, il quantitativo attualmente presente nelle cpu AMD Opteron e che dovrebbe essere previsto anche per quelle Desktop Athlon 64. On line sono emerse varie notizie, benché non ufficiali, che indicano il possibile futuro supporto da parte di Intel a codice a 64bit, grazie alla cosiddetta tecnologia YamHill.

Il nuovo processo produttivo, unitamente alle pipeline più lunghe, permetteranno sensibili aumenti della frequenza di clock che dovrebbe raggiungere i 5 Ghz.

Fonte: www.vr-zone.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

85 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
teoprimo07 Maggio 2003, 09:31 #1
ecco la risposta di intel all'uscita dei 64bit!!!come ci aspettavamo, anceh se il processo produttivo a 0.9nanometer è una svolta per la tecnologia....vediamo che sapranno fare!!!!!!
Alevalent07 Maggio 2003, 09:38 #2
Si ma la grande che e'? sento odore di polladium...
Mauritius07 Maggio 2003, 09:40 #3

>pipeline più lunghe

dio bonino!
stagezza07 Maggio 2003, 09:51 #4
Già, purtroppo c'è La Grande, cmq il passaggio a 0.09 micron è soltanto evoluzione, non ci vedo niente di eclatante...
Semmai 1 Mb di L2
cionci07 Maggio 2003, 09:53 #5
Mmmmhhh...se Intel introduce le sue estensione a 64 bit...AMD è nella mer@a !!!
il conte07 Maggio 2003, 09:54 #6

>pipeline più lunghe

che la tecnologia per la corsa al MHz attuale sia alla frutta? 20 stadi sono già insufficienti? Avremo P4 a 10 GHz che vanno come un P3 a 1GHz? La Nutella provoca dipendenza (si, se non ricordo male un servizio sul cioccolato)? Ma soprattutto La Grande, andasse un pò a...
si3v07 Maggio 2003, 09:57 #7
interessante... però AMD ci è già giunta (non intendo 0,09...)... anche Intel ora ammette che l'opteron è un gran processore... e lo copia...
Le pipeline + lunghe serviranno a venderlo di + (4-5 ghz contro i 2 dell'opteron/athlon64 sempre a parità di prestazioni !!!!)
Io personalmente aspetterò l'athlon64... se avrà Palladium NON lo prenderò e mi prenderò il barton + potente... CMQ sicuramente gli Intel lo avranno quindi sono tagliati a priori...
saluti a tutti
si3v07 Maggio 2003, 10:02 #8
leggo solo ora...
AMD NON SARA' MAI NELLA M@@DA!!! MAI!
Se fossero tanto piccoli... sarebbero già morti da un pezzo... Intel è veramente un colosso ma AMD ha una marcia in + credetemi... magari non farà i soldi che fa Intel... ma per sopravvivere deve per forza sfornare processori convincenti...
immaginate se amd facesse un celeron... sarebbe già affogata da un pezzo... Però se lo fa Intel e ci scrive sopra 2 GHZ... allora vende...
AMD non sarà MAI nella M.
kaioh07 Maggio 2003, 10:32 #9
Si ma la grande che e'? sento odore di polladium...

imho è Esatto ( ,
Benedetto07 Maggio 2003, 10:34 #10

64 bit e velocità

A meno di rarissime eccezioni, i processori a 64 bit sono per definizione più lenti delle controparti a 32 bit a parità di architettura: il vantaggio di un indirizzamento a 64 bit, per l'utente "desktop" è pari a zero e non a caso il target è quello dei server e delle workstation.
Chi fa un discorso del tipo, 64 è il doppio di 32 e quindi va il doppio più veloce, beh, è anni luce lntano dalla verità!
Penso che Intel e AMD per motivi di marketing, inseriranno l'opzione 64 bit anche ai processori di "classe desktop", opzione che per tale ambiente nessuno utilizzerà.
Al contrario ricordo come MMX, SSE e SSE2 hanno registri a 64 bit e pertanto sono già anni che sono utilizzati i 64 bit per velocizzare alcuni calcoli: qui si che i 64 bit servono veramente anche per l'utente "desktop"!!!
Benny

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^