Van Gogh, GPU RDNA 2 e core Zen 2 per notebook a consumo ridotto

Van Gogh, GPU RDNA 2 e core Zen 2 per notebook a consumo ridotto

Emergono maggiori informazioni su Van Gogh, nome in codice usato in casa AMD per identificare un chip mobile a basso consumo e basato sugli stessi fondamentali , ossia l'architettura Zen 2 e soprattutto la grafica RDNA 2, dei SoC delle console next-gen.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Processori
AMDRDNAZenRyZenNavi
 

Non solo Cezanne nel mondo mobile, AMD sta lavorando da tempo anche su Van Gogh, una APU per notebook a bassissimo consumo che potrebbe anche essere la prima a integrare una GPU basata su architettura RDNA 2; le APU "Cezanne" Ryzen 5000 delle serie U e H adottano ancora una GPU Vega, ossia la quinta generazione di Graphics Core Next.

Stando a quanto riportato dal canale YouTube Moore's Law is Dead, accanto a un chip grafico integrato RDNA 2 con probabilmente un massimo di 8 Compute Unit (CU) troveremo fino a quattro core Zen 2 (con SMT), l'architettura usata da AMD nei processori desktop Ryzen 3000 e nelle APU Ryzen 4000 mobile. Van Gogh, con le dovute differenze (in termini di risorse e personalizzazione), unirà quindi due architetture che AMD ha già abbinato nei system on a chip (SoC) delle console Xbox e PlayStation.

Come tutti i progetti mobile, anche Van Gogh sarà un die monolitico, quindi un unico blocco che fonderà i core x86, il chip grafico e tutto il resto: nessun chiplet o altre tecnologie di packaging particolari. Le APU Van Gogh supporteranno la memoria LPDDR5, mentre per quanto concerne il TDP di parla di un intervallo gestibile dall'OEM tra 7,5 e 15W (cTDP), meno quindi delle APU Ryzen 5000U che si collocano tra 10 e 25W.

L'obiettivo di AMD con questo progetto è quello di creare una APU dai consumi molto contenuto, che occupi uno spazio ridotto e che sia soprattutto poco costosa da produrre, per questo il quantitativo di cache a bordo sarà limitato, a dispetto delle APU Zen 3 "Cezanne". Il tutto dovrebbe essere prodotto da TSMC con il processo produttivo a 7 nanometri. Van Gogh rappresenta inoltre una prova generale per l'adattamento di RDNA al mondo dei notebook, in vista di un approdo dell'architettura anche in fasce di mercato superiori in abbinamento ad architetture Zen più recenti.

AMD Van Gogh dovrebbe debuttare nel corso dell'anno e competere con i processori Tiger Lake U di Intel, offrendo prestazioni grafiche elevate grazie a RDNA 2 e comunque tutto ciò che serve sul fronte della CPU. Van Gogh, che si vocifera sarà seguito il prossimo anno da un miglioramento chiamato Dragon Crest, potrebbe diventare un progetto di lungo respiro e non è da escludere un adattamento anche ad altri settori (pensiamo alle slot machine o altri ambiti dove l'architettura RDNA potrebbe risultare utile).

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gyammy8519 Aprile 2021, 10:22 #1
Anche con 8 cu andrebbe facilmente il 50% in più, da gcn a rdna2 il salto è bello grosso
fmf6719 Aprile 2021, 10:50 #2

andrebbe bene anche per low power servers?

Sarebbe interessante sapere se questa configurazione include l'accesso a PCIe 4gen (per líntegrazione con schede dedicate) e se vi fosse disponibilita' di schede madri ITX
Opteranium19 Aprile 2021, 11:21 #3
ma perché fanno le cose sfasate?
Ora ci sono le apu con zen 3 ma gpu vega, e adesso quelle con rdna2 ma cpu zen 2.. farne una con le ultime tecnologie per entrambe no??
coschizza19 Aprile 2021, 11:30 #4
Originariamente inviato da: Opteranium
ma perché fanno le cose sfasate?
Ora ci sono le apu con zen 3 ma gpu vega, e adesso quelle con rdna2 ma cpu zen 2.. farne una con le ultime tecnologie per entrambe no??


perche lo scopo è produrre un apu economica non una che non troveresti sul mercato, per quelle hai gia la serie 5000
Gyammy8519 Aprile 2021, 11:44 #5
Originariamente inviato da: Opteranium
ma perché fanno le cose sfasate?
Ora ci sono le apu con zen 3 ma gpu vega, e adesso quelle con rdna2 ma cpu zen 2.. farne una con le ultime tecnologie per entrambe no??


Chissà quando hanno cominciato a svilupparle, le apu sono sempre un passo dietro rispetto alle cpu...avendo rdna2, ti danno la possibilità di avere una potente gpu integrata su mobile, con una competitiva potenza all around e costi contenuti grazie a zen 2
Opteranium19 Aprile 2021, 20:38 #6
Originariamente inviato da: coschizza
perche lo scopo è produrre un apu economica non una che non troveresti sul mercato, per quelle hai gia la serie 5000

proprio questo mi lascia perplesso: una rdna2, verosimilmente il 50% più potente di una vega di pari livello, è tutto fuorché qualcosa di economico o di fascia bassa.
E allora perché mettere una super gpu assieme a una cpu strozzata, peraltro con massimo 4 core? E fare l'opposto con cezanne, dove hai la cpu al top e la parte grafica mediocre?

Insomma, né carne né pesce, in entrambi i casi.

Bisognerà aspettare rembrandt, che dovrebbe avere zen3, rdna2, ddr5, e compagnia
ciolla200520 Aprile 2021, 00:28 #7
Le VEGA 2°nd avevano l'unico difetto di consumare. Il rapporto core/rendimento non si discosta dalle RDNA1/2. Peraltro la frequenza sulle 5000G ha superato i 2 Ghz.
ionet20 Aprile 2021, 10:37 #8
Originariamente inviato da: Opteranium
proprio questo mi lascia perplesso: una rdna2, verosimilmente il 50% più potente di una vega di pari livello, è tutto fuorché qualcosa di economico o di fascia bassa.
E allora perché mettere una super gpu assieme a una cpu strozzata, peraltro con massimo 4 core? E fare l'opposto con cezanne, dove hai la cpu al top e la parte grafica mediocre?

Insomma, né carne né pesce, in entrambi i casi.

Bisognerà aspettare rembrandt, che dovrebbe avere zen3, rdna2, ddr5, e compagnia


ma non e' che le cose si fanno solo per marketing, oppure per presentare un prodotto che deve essere sempre l'apoteosi, il non plus-ultra etc
questa e' una serie a bassissimi consumi, nato per essere economico(si spera) e ficcarlo in ogni dove, teoricamente se non c'erano problemi di produzione, intel sarebbe in difficolta' a proseguire la produzione e vendita dei vari nuc celeron/pentium silver basati su gemini/jasper-lake

il motivo del perche hanno usato rdna2 su un umile quad di penultima generazione, si evince facilmente, per consumare meno e non per cercare di andare piu' "forte" di vega, visto che rdna2 e' stato progettato per dare il meglio di se con infinity cache, che qui molto probabilmente non ci sara'
ma soprattutto per lavorare a freq piu' alte
certo e' inutile portare la gpu a 2,5Ghz, ma se la si lascia 2Ghz o poco piu' consuma nettamente meno di vega
Gyammy8520 Aprile 2021, 11:09 #9
Originariamente inviato da: ionet
ma non e' che le cose si fanno solo per marketing, oppure per presentare un prodotto che deve essere sempre l'apoteosi, il non plus-ultra etc
questa e' una serie a bassissimi consumi, nato per essere economico(si spera) e ficcarlo in ogni dove, teoricamente se non c'erano problemi di produzione, intel sarebbe in difficolta' a proseguire la produzione e vendita dei vari nuc celeron/pentium silver basati su gemini/jasper-lake

il motivo del perche hanno usato rdna2 su un umile quad di penultima generazione, si evince facilmente, per consumare meno e non per cercare di andare piu' "forte" di vega, visto che rdna2 e' stato progettato per dare il meglio di se con infinity cache, che qui molto probabilmente non ci sara'
ma soprattutto per lavorare a freq piu' alte
certo e' inutile portare la gpu a 2,5Ghz, ma se la si lascia 2Ghz o poco piu' consuma nettamente meno di vega


Rdna2 si porta dietro la struttura simd32 che vega non ha, solo quello porta un massiccio incremento di ipc, potrebbero mettere 4 cu che vanno come le 8 di vega consumando due watt
Opteranium20 Aprile 2021, 11:46 #10
Originariamente inviato da: ciolla2005
Le VEGA 2°nd avevano l'unico difetto di consumare. Il rapporto core/rendimento non si discosta dalle RDNA1/2. Peraltro la frequenza sulle 5000G ha superato i 2 Ghz.

rdna2 ha un'efficienza e una potenza nettamente superiori a vega

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^