Uno spinoff in vista per AMD? In teoria si, ma poco probabile in pratica

Uno spinoff in vista per AMD? In teoria si, ma poco probabile in pratica

Reuters rilancia una indiscrezione emersa in più occasioni nel passato: AMD starebbe preparando uno spinoff delle proprie attività, con una delle opzioni che vedrebbe un'azienda legata alle CPU e l'altra impegnata nel mondo delle GPU

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Processori
AMD
 

Aggiornamento: riceviamo questa nota da Anna Carzana, EMEA PR Manager per AMD, che smentisce le indiscrezioni di una strategia di AMD mirata allo spinoff dell'azienda.

“Pur non essendo nostra prassi commentare su speculazioni, vogliamo informare che non esiste alcun piano in tale direzione in questo momento. AMD rimane focalizzata sulla propria strategia a lungo termine condivisa lo scorso Maggio durante il nostro Financial Analyst Day”

--------------------------------

Nel corso del fine settimana un articolo pubblicato su Reuters ha riportato alla luce una serie di indiscrezioni che negli scorsi anni erano in più occasioni emerse, ma che poi non avevano trovati concretizzazione pratica. Parliamo dell'ipotesi che AMD possa procedere con una operazione di spinoff, cioè di divisione interna delle proprie attività in due distinte aziende.

Una operazione di questo tipo viene adottata in presenza di aziende dalle dimensioni complessive elevate con il fine di incrementare il valore degli azionisti e più in generale aprire a nuove opportunità di business. E' ad esempio in questa direzione che si sta muovendo l'americana HP, che entro la fine dell'anno completerà la divisione delle proprie attività in due nuove aziende impegnate rispettivamente nel settore consumer e in quello professional.

Reuters evidenzia come 3 distinte fonti abbiano indicato AMD come alle prese con le fasi iniziali di un processo di verifica che potrebbe portarla a dividersi in due distinte aziende, o semplicemente staccare dall'azienda una delle proprie attività di business o mantenere la struttura attuale. Al momento non è stata presa alcuna decisione: il CEO Lisa Su sta valutando qualsiasi tipo di opzione disponibile per incrementare l'attività di business dell'azienda e fornire maggior valore agli azionisti.

Una delle alternative di sviluppo che è al momento in analisi interna è quella di separare le attività di AMD legate alla parte graphics da quelle che si riferiscono alle soluzioni in ambito server. Detto in altro modo, ritornare ad un approccio come quello del passato con AMD impegnata nella produzione di CPU affiancata da ATI, l'azienda canadese acquistata da AMD nel corso dell'anno 2006, specializzata in tutto quello che è grafica. Questa strategia sarebbe stata già valutata in più occasioni in passato ma abbandonata.

Per Lisa Su lo sviluppo futuro di AMD passa anche attraverso una attenta analisi di questa opzione teorica, e anche questo avrebbe portato alla decisione di avviare una verifica interna con il supporto di società di consulenza esterne. AMD ha risposto a queste indiscrezioni indicando come al momento attuale non siano in atto operazioni strategiche di questa portata e che l'azienda sia fissata sulla strategia di sviluppo futuro delineata in occasione del Financial Analyst Day tenuto lo sorso mese di Maggio.

Che uno split delle attività di AMD sia in valutazione interna non deve sorprendere, in quanto questa soluzione fa parte delle numerose strategie di sviluppo che un'azienda può sviluppare. D'altro canto appare evidente come l'evoluzione di AMD degli ultimi anni vada sempre più verso una profonda integrazione tra quello che è legato alle tradizionali CPU e quella che è la componente grafica: basti pensare alle APU quale un esempio chiaro di questa profonda integrazione tra le parti.

Negli ultimi anni AMD ha inoltre molto investito nello sviluppo dei propri business di tipo enterprise, embedded e semi-custom ottenendo validi risultati: basti a questo riguardo verificare come AMD sia presente con propri prodotti semi-custom all'interno delle console di ultima generazione di Sony e Microsoft. Ipotizzando uno spinoff delle attività appare molto più difficile per AMD, quantomeno sulla carta, il poter continuare a sviluppare business di questo tipo.

La situazione economica di AMD non è al momento attuale delle migliori: l'azienda ha chiuso il primo trimestre 2015 con una perdita di 180 milioni di dollari, vittima tra le tante della contrazione nelle vendite del mercato dei PC. Le stime fornire negli scorsi mesi prevedono un ritorno all'utile a partire dalla seconda metà dell'anno. Le indiscrezioni legate ad uno spinoff sono ovviamente influenzate dallo scenario economico interno difficile ma paiono più una strategia di breve periodo che frutto di una visione di lungo periodo sull'evoluzione dell'azienda. In sintesi, quindi, che si stia valutando questo tipo di evoluzione futura per AMD è più che lecito ma alla luce delle informazioni pubbliche disponibili pare difficile che tale scenario possa concretizzarsi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

78 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo22 Giugno 2015, 08:55 #1
Ma chi se la compera la divisione cpu di amd ?
Bivvoz22 Giugno 2015, 09:04 #2
Originariamente inviato da: gd350turbo
Ma chi se la compera la divisione cpu di amd ?


Secondo me farebbe gola a molti.
Certo non riesce a sfornare cpu a livello di Intel ma non sottovalutiamo i prodotti AMD, sono un gradino sotto ma è un piccolo gradino anche se commercialmente sembra enorme.
Le APU hanno grandi potenzialità sopratutto in settori come i server se si comincia a sfruttare hsa, AMD non ha il peso commerciale necessario per far partire la cosa ma se per esempio subentrasse un colosso come Samsung di cui si è parlato qualche volta?
E se poi mettesse a disposizione le proprie fonderie?
AMD diventerebbe una realtà completamente diversa e otterrebbe un bel boost.
gd350turbo22 Giugno 2015, 09:09 #3
Ah bè se la compera samsung, è un altra cosa...
Anzi c'è da sperare che lo faccia !
Bivvoz22 Giugno 2015, 09:17 #4
Originariamente inviato da: gd350turbo
Ah bè se la compera samsung, è un altra cosa...
Anzi c'è da sperare che lo faccia !


Forse.
Dipende per cosa la compra, se la compra solo per ciucciarsi brevetti, licenze e know-how no, se la compra per continuare quello che fa AMD (e comunque sfruttare brevetti, licenze e know-how per altro) si.
macellatore22 Giugno 2015, 09:21 #5
Ecco la roadmap DESKTOP

http://benchlife.info/wp-content/up...ap-1024x724.jpg

8 core Zen fino a fine 2017,
core "semplici".
bobafetthotmail22 Giugno 2015, 09:22 #6
Originariamente inviato da: gd350turbo
Ma chi se la compera la divisione cpu di amd ?
Nessuno. Questo è uno spinoff, non una vendita.

Sarebbe il primo passo del giochino "good company e bad company" che tanti, tra cui anche FIAT fanno. Dividi la multinazionale in 2, in una ci metti tutte le attività che vanno bene, nell'altra tutte quelle che vanno meno bene o proprio male (esempio FIAT ha tenuto la parte che fa auto nella "bad company".

Questo ti permette di abbandonare a sè stessa la bad company se necessario.

Quindi non è un buon segno.

Ci sarà da scompisciarsi quando gli antitrust citeranno ARM come competitor di Intel pur di non punirli per il loro monopolio (perchè ora non sono un monopolio, nono, sono al 99%, ma finchè non sono al 100% totale nessuno si azzardi mai)

Certo non riesce a sfornare cpu a livello di Intel ma non sottovalutiamo i prodotti AMD, sono un gradino sotto ma è un piccolo gradino anche se commercialmente sembra enorme.
Gradino sotto un corno. la forte maggioranza dei PC desktop consumer sarebbero meglio con una APU invece che con un processore casuale entry-level Intel considerati i carichi.

Per i processori seri non è un gradino sotto, è proprio fuori dai giochi. Server è fuori, gaming anche.

E tutto perchè quei geni di MS non vogliono far sfigurare le console.
GabrySP22 Giugno 2015, 09:25 #7
dividere la divisione "slide powerpoint" dal resto dell'azienda mi pare una scelta azzeccata
randorama22 Giugno 2015, 09:54 #8
accorpa ati, scorpora ati, accorpa ati, scorpora ati

Link ad immagine (click per visualizzarla)
OptimusAl22 Giugno 2015, 10:01 #9
Originariamente inviato da: gd350turbo
Ma chi se la compera la divisione cpu di amd ?


chi comprerebbe a "poco prezzo" (vista la situazione finanziaria di AMD) una divisione comprendente licenze, brevetti e know how che a parte Intel e pochissimi altri, nessuno può avere? la foga del commento contro AMD fa fare figuracce
Maury22 Giugno 2015, 10:02 #10
La divisione grafica si merita altro, ha capacità progettuali avanzatissime ma capitali investiti ridicoli rispetto al competitor principale.

Spero in Samsung o chi per esso, così non si può andare avanti troppo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^