Una fusione tra ATI e AMD?

Una fusione tra ATI e AMD?

Alcuni analisti finanziari giudicano possibile l'acquisizione di ATI da parte di AMD. Evento interessante, ma con fondamenta abbastanza labili

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:19 nel canale Processori
ATIAMD
 

Analizzando il mercato dell'informatica, fatto di forti contrasti tra aziende che operano nello stesso segmento e propongono prodotti concorrenti, le notizie di acquisizioni di aziende di ridotte dimensioni da parte di altre più imponenti non deve di certo sorprendere.

Quando tuttavia l'indiscrezione, proveniente dagli analisti finanziari, parla di una possibile acquisizione della canadese ATI da parte dell'americana AMD, la notizia non può che far gridare alla sorpresa.

Forbes, in questo articolo, avrebbe infatti evidenziato come un evento di questo tipo potrebbe portare benefici a tutta l'industria della grafica 3D: AMD ha infatti annunciato recentemente di voler espandere la propria capacità produttiva, e questo potrebbe anche sottintendere l'utilizzare la propria capacità di costruzione di chip anche per prodotti che non siano propri.

ATI, alla pari di NVIDIA, è azienda cosiddetta fabless, sprovvista cioè di proprie linee produttive; per questo motivo deve dipendere interamente da produttori terzi, tipicamente le taiwanesi TSMC e UMC, per la costruzione delle proprie architetture video.

Uno scenario di questo tipo, per quanto sulla carta affascinante ed interessante, pare molto poco praticabile. In primo luogo, AMD ha scelto di convertire la propria Fab 30 in Fab 38, dotandola di macchinari adatti alla produzione di processori con nuovi processi produttivi sempre più sofisticati. La scelta alternativa di lasciare invariata la Fab 30 così com'è adesso avrebbe potuto far pensare ad una sua riqualificazione per la produzione, con le attuali tecnologie disponibili, di prodotti per conto di clienti terzi.

Inoltre, pare difficile che AMD possa al momento attuale vantare la forza di mercato, in termini economici, necessaria per acquisire un'azienda importante quale ATI. La quale, inoltre, non è ben chiaro che tipo di beneficio concreto potrebbe avere da uno scenario di questo tipo.

Se proprio un'acquisizione ci dovrà essere, scommetteremmo che questa potrebbe in qualche modo interessare Intel, che con i propri chipset dotati di video integrato resta di fatto il principale produttore di soluzioni video al mondo quanto a numero di prodotti commercializzati ogni anno, benché tecnologicamente non all'altezza delle più recenti e veloci soluzioni discrete di ATI e NVIDIA.

In sintesi, queste paiono più che altro speculazioni dettate dal voler giustificare in qualche modo il recente annuncio di AMD, mirante ad aumentare sensibilmente la propria capacità produttiva così da accrescere la propria quota di mercato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
XSonic01 Giugno 2006, 10:25 #1
mmm... da ora usciranno schede video ATI compatibili solo con AMD
Spero di no :P


Cos'è la Fab 30?
diabolik198101 Giugno 2006, 10:27 #2
Non so se accadrà mai, ma di certo entrambe ci guadagnerebbero. AMD potrebbe entrare sempre più in competizione don Intel perchè a questo punto potrebbe competere con i chipset (che ovviamente verrebbero ottimizzati meglio per i processori AMD un po come avviene per quelli Intel), potrebbe competere nel mercato delle schede video integrate. Ati dal canto suo divverrebbe il partner principale dei processori AMD scalzando di fatto nVidia e relegandola allo stesso ruolo che assolve con i chipset per Intel, e di sicuro ne guadagnerebbe come quote di mercato per il video integrato a scapito di nVidia e Via.
matteo198601 Giugno 2006, 10:36 #3
Sarebbe una bella cosa, anche perché, oltre alle cose già citate, AMD avrebbe finalmente un partner ufficiale per i chipset.
walter sampei01 Giugno 2006, 10:38 #4
l'idea e' buona
capitan_crasy01 Giugno 2006, 10:39 #5
affascinate non ce che dire, ma finchè non ci sono conferme ufficiali rimangono solo voci...
demon7701 Giugno 2006, 10:40 #6
Io non la vedo tanto come una bella cosa.. e vero che potrebbe esserci una maggiore ottimizzazione ma anche un "monopolio" delle soluzione per una certa piattaforma.. sappiamo tutti che questo non è un bene: ciò che fa uscire le soluzioni migliori è sempre una buona competizione.
In particolare parlando delle piattaforme AMD: fino ad ora il chipset migliore è quello di Nvidia e solo in quest'ultimo periodo Ati ha tirato fuori una soluzione in grado di competere davvero.

Io voglio che le mie scelte siano condizionate dai benchmark che vedo su questo sito e non da soluzioni di marketing!
davidon01 Giugno 2006, 10:41 #7
questa notizia mi riporta ai tempi dei rumors secondo cui AMD era in procinto di acquistare VIA... chi se lo ricorda?
...nostalgia...

ciaobye
Foglia Morta01 Giugno 2006, 10:43 #8
difficile possa accadere una cosa del genere... se un produttore di chip video entra in possesso di impianti produttivi propri può abbattere i costi di produzione e non ci sarebbe concorrenza, allora intel dovrebbe acquisire nvidia. Ma poi tempo fa mi sembrava di aver letto che nei prossimi 10 anni nvidia sarebbe diventata più grossa di intel stessa , e le previsioni per ati non dovrebbero essere molto diverse . Quindi magari amd e intel potrebbero anche aver motivo di inglobare preventivamente delle aziende destinate a crescere a dismisura
ronthalas01 Giugno 2006, 10:52 #9

meno fusioni e più collaborazioni

Al mercato di AMD farebbe bene una più stretta collaborazione con ATI e nVidia, entrambe producono chipset, e tutte, insieme (per certi versi) possono lavorare meglio per rafforzare il legame della piattaforma AMD. Magari non sarà facile per AMD dover "stare in mezzo", ma una piattaforma più solida e ottimizzata, sia essa nVidia o ATI, è una base più solida per la concorrenza ad Intel.
Credo ci siano margini di negoziazione, sicuramente ce ne sono di miglioramento, senza nulla togliere ai prodotti attuali che sono molto buoni.
Le basi ci sono, se il mercato AMD cresce, ne vien fuori anche un miglior indotto anche per le altre due, e migliori introiti ovviamente.
CS2501 Giugno 2006, 10:59 #10
Nvidia diventare piu' grande di Intel? La vedo dura visto che non ha beni propri bensi' lavora sui soldi delle banche. Intel d'altro canto ha un patrimonio tale che Nvidia se la comprerebbe 4-5 volte...

Al di la' di questo, dubito che AMD abbia sul serio interesse ad acquisire ATI e sopratutto dubito che quest'ultima abbia interesse ad essere acquisita.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^