Un mix di 10 e 14 nanometri da Intel, per contrastare le CPU Ryzen 4000

Un mix di 10 e 14 nanometri da Intel, per contrastare le CPU Ryzen 4000

Nel corso della primavera assisteremo al debutto di vari processori da parte tanto di Intel come di AMD: l'obiettivo è quello di guadagnare quanto più possibile quote di mercato nel settore dei notebook

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Processori
IntelCoreAMDRyZen
 

In occasione della conferenza stampa tenuta al CES di Las Vegas 3 settimane fa, Intel ha annunciato nuovi processori della serie Core di decima generazione con varie nuove versioni attese al debutto nel corso della prima metà dell'anno.

Parliamo delle proposte indicate con il nome in codice di Comet Lake, proposte nelle declinazioni Comet Lake-S per sistemi desktop e Comet Lake-H per i notebook a più elevata potenza. Alla luce delle informazioni anticipate dal sito Wccftech, non confermate ufficialmente da Intel, questi processori dovrebbero debuttare attorno alla metà del mese di marzo.

La fonte suggerisce che questi processori saranno costruiti con tecnologia produttiva a 10 nanometri, ma la cosa è alquanto improbabile per usare un eufemismo. I processori della famiglia Comet Lake integreranno più di 4 core al proprio interno, quello che almeno al momento attuale è il numero massimo di core integrati nei pochi processori a 10 nanometri che Intel ha sino ad oggi immesso in commercio.

Le proposte Comet Lake toccheranno quota 8 core per le declinazioni destinate ai notebook, ragiungendo i 10 core per quelle desktop. Saranno basate su tecnologia produttiva a 14 nanometri di tipo 14nm++ rappresentando un ulteriore affinamento del processo che è utilizzato da lungo tempo per i processori Intel.

Le proposte Comet Lake-H andranno a posizionarsi contro quelle Ryzen 4000 annunciate da AMD sempre al CES di Las Vegas. Se saranno rispettati i tempi di debutto inizialmente previsti appare evidente come nel corso della prima metà dell'anno vedremo importanti novità da parte di AMD e Intel nel settore dei notebook: CPU Ryzen 4000 da parte della prima, con versioni a basso consumo con TDP di 15 Watt per i sistemi più sottili sino alle declinazioni da 35-45 Watt di TDP per i modelli più potenti.

Intel seguirà con le proposte Comet Lake-H con TDP sino a 45 Watt per i notebook tradizionali di più elevata potenza, affiancati a quelli con CPU della famiglia Ice Lake per sistemi compatti sino a 15 Watt di TDP. Saranno questi ultimi a utilizzare la tecnologia produttiva a 10 nanometri, offrendo versioni sino ad un massimo di 4 core al proprio interno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lithios27 Gennaio 2020, 11:18 #1
Quello mobile al momento era l'unico settore non aggredito da AMD. Con i Ryzen 4000 mobile (zen 2) "sembra" che le cose possano finalmente cambiare.

Dopo Desktop, HEDT e Server, era ora che ci fosse un pò di vivacità anche nel settore notebook. Ci ha messo fin troppo AMD per arrivarci, ma finalmente ci siamo.
Bradiper27 Gennaio 2020, 11:43 #2
Intel non si sblocca, oltre ai problemi con le quantità non riesce neanche ad arrivare ai 10nm??? Mi sembra alquanto strano..non doveva essere aiutata da samsung?? Amd viaggia verso i 5 e intel continua ad aggingere + ai 14.
Veramente assurdo lo scenario attuale.
Darkon27 Gennaio 2020, 12:01 #3
Originariamente inviato da: Bradiper
Intel non si sblocca, oltre ai problemi con le quantità non riesce neanche ad arrivare ai 10nm??? Mi sembra alquanto strano..non doveva essere aiutata da samsung?? Amd viaggia verso i 5 e intel continua ad aggingere + ai 14.
Veramente assurdo lo scenario attuale.


Penso che ormai Intel non possa far granché se non gestire le cose con i prezzi fino a 2022/2023 che dovrebbe essere il periodo in cui uscirà con prodotti completamente rinnovati.
Sperare che si sblocchi prima secondo me è una pia illusione in cui non ci credono nemmeno loro.

Per quanto riguarda Samsung io non ho sentito niente in merito e sinceramente mi sembrerebbe strano però come si suol dire non si sa mai....

AMD ha un vantaggio totale avendo le fonderie "presso terzi" e Intel ha totalmente cannato i 10nm cosa che avendo le fonderie di proprietà non significa solo aver perso di ricerca e sviluppo ma anche di attrezzature, test ecc... ecc... un danno che probabilmente è quantificabile in miliardi più che in milioni. Molto probabilmente se arriverà qualcosa a 10nm potrebbe essere un prodotto di transizione per arrivare quanto prima possibile ai 7nm.
Al tempo stesso AMD probabilmente lavorerà quanto prima ai 5nm per mantenere il vantaggio netto che ha e ciò gioverà tantissimo sul fronte prezzi.

In ogni caso penso che per chi non ha fretta/necessità si prospetta un 2022/2023 particolarmente interessante.
300027 Gennaio 2020, 15:25 #4
INTEEEEEEEL
abbassa i prezziiiiiiiii
nickname8827 Gennaio 2020, 15:44 #5
Originariamente inviato da: 3000
INTEEEEEEEL
abbassa i prezziiiiiiiii

Possono ritoccare qualche listino ma se l'offerta è bassa rispetto alla domanda non puoi pretendere la luna.
AceGranger27 Gennaio 2020, 23:26 #6
Originariamente inviato da: Bradiper
Intel non si sblocca, oltre ai problemi con le quantità non riesce neanche ad arrivare ai 10nm??? Mi sembra alquanto strano..non doveva essere aiutata da samsung??


non è che sono 2 cose separate è....

i problemi di quantita li ha perchè i 10nm sono in ritardo di 2 anni....


Originariamente inviato da: Bradiper
Amd viaggia verso i 5 e intel continua ad aggingere + ai 14.
Veramente assurdo lo scenario attuale.


TSMC viaggia verso i 5nm; il punto è che Intel non vuole far fare CPU fuori dalle sue fabbriche; senza contare che ci sarebbe qualche piccolo problema di produzione, visto il volume abnorme di CPU che ha Intel.
tuttodigitale28 Gennaio 2020, 00:15 #7
Originariamente inviato da: Bradiper
Intel non si sblocca, oltre ai problemi con le quantità non riesce neanche ad arrivare ai 10nm??? Mi sembra alquanto strano..non doveva essere aiutata da samsung?? Amd viaggia verso i 5 e intel continua ad aggingere + ai 14.
Veramente assurdo lo scenario attuale.


il problema dei 10nm cannati sono le prestazioni rispetto ai 14nm+++ di Intel, ma se paragoniamo questo ai 7nm di TSMC probabilmente i 14nm sono ancora migliori anche nel low power....e se ci pensi la cosa veramente assurda è che 5 anni fa Intel aveva a disposizione processi 4-5x più efficienti di quelli che aveva a disposizione AMD....
La competizione non è mai stata così vicina....mi permetto di dubitare sulla superiorità dei 7nm di TSMC sui 14nm di Intel.


Originariamente inviato da: Darkon
Intel ha totalmente cannato i 10nm cosa che avendo le fonderie di proprietà non significa solo aver perso di ricerca e sviluppo ma anche di attrezzature, test ecc... ecc... un danno che probabilmente è quantificabile in miliardi più che in milioni.

Dai per scontato che Intel nel futuro oltre ai problemi di prestazioni (insormontabili) avrà anche problemi di resa, per cui non potrà trarre vantaggio dal maggior livello di integrazione.

i 10nm saranno comunque una costola fondamentale di Intel, le GPU e le IGP saranno tutte a 10nm (le CPU Rocket lake avranno la gpu integrate sul package) e quindi deve garantire un volume produttivo enorme....
Gyammy8528 Gennaio 2020, 09:49 #8
Originariamente inviato da: Bradiper
Intel non si sblocca, oltre ai problemi con le quantità non riesce neanche ad arrivare ai 10nm??? Mi sembra alquanto strano..non doveva essere aiutata da samsung?? Amd viaggia verso i 5 e intel continua ad aggingere + ai 14.
Veramente assurdo lo scenario attuale.


Se metti 9+ ai 14 arrivi easy a 5, comunque che noia ste cpu, ci sono un sacco di settori molto più innovativi, tipo tutta l'it ia, il data centring e le cassette deep vhs.

Originariamente inviato da: nickname88
Possono ritoccare qualche listino ma se l'offerta è bassa rispetto alla domanda non puoi pretendere la luna.


Io ancora non ho capito come tutto questo possa fermare completamente la divisione r&d, ma è una domanda retorica, non necessita di risposta
nickname8828 Gennaio 2020, 09:55 #9
Originariamente inviato da: Gyammy85
Io ancora non ho capito come tutto questo possa fermare completamente la divisione r&d, ma è una domanda retorica, non necessita di risposta
Fare ricerca non implica automaticamente trovare delle soluzioni.
E ovviamente quando tiri fuori un prodotto/soluzione come un PP anche se fallimentare devi comunque cercare di venderlo per ammortizzare la spesa sostenuta, altrimenti è come aver buttato gratuitamente un capitale, senza contare che per realizzare il successivo richiederà altro tempo.

A quanto pare peccano di incapacità.
Gyammy8528 Gennaio 2020, 09:59 #10
Originariamente inviato da: nickname88
Fare ricerca non implica automaticamente trovare delle soluzioni.
A quanto pare o anno investito su strade sbagliate o mancano menti capaci.


Sono perfettamente d'accordo, solo che molti dicono "intel ha talmente tanti soldi che fa ciò che vuole"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^