Un HyperThreading al contrario per AMD

Un HyperThreading al contrario per AMD

AMD starebbe studiando una nuova tecnologia, che permetterebbe di affiancare core diversi facendoli riconoscere dal sistema come un singolo processore

di pubblicata il , alle 09:46 nel canale Processori
AMD
 

Il sito francese x86-secret ha pubblicato, a questo indirizzo, una interessante notizia che non è al momento confermata, ma lascia spazio ad alcuni scenari di utilizzo molto interessanti. Una delle funzionalità che i tecnici AMD starebbero studiando di implementare nella prossima generazione di architettura, post K8, è una sorta di "tecnologia HyperThreading rovesciata".

HyperThreading, o HT, è il nome della tecnologia Intel che permette al sistema operativo di riconoscere due processori logici a partire da una unità fisica presente nel sistema. Detto in altro modo, HT permette ad un processore singolo core di essere riconosciuto dal sistema operativo come se fosse dotato di due core distinti.

I vantaggi della tecnologia HT sono evidenti nel momento in cui si utilizzano applicazioni multitasking, che possono beneficiare direttamente della presenza di più di un core. Ovviamente HT porta ad ottenere, con questo genere di applicazioni, benefici prestazionali rispetto ad un sistema con un singolo processore, ma inferiori a quanto si otterrebbe con due core fisici presenti nel sistema.

L'approccio che AMD starebbe studiando partirebbe da posizioni opposte: sfruttare le architetture due e multicore in modo tale da poter affiancare, con alcune applicazioni, più core tra di loro, facendoli riconoscere dal sistema come un processore unico.

Un limite delle architetture dual e multicore è quello di non vantare prestazioni velocistiche elevate con quelle applicazioni che non beneficiano della presenza di più processori operanti in parallelo. Si tratta dei tradizionali ambiti single task, con l'esempio classico rappresentato da molti videogames attualmente in commercio.

Una tecnologia di questo tipo, qualora venisse implementata, permetterebbe di meglio sfruttare la notevole potenza di calcolo delle architetture dual e multicore, anche con quelle applicazioni che tipicamente non sfruttano la presenza di tutti questi processori, fisici o logici che essi siano.

Secondo quanto pubblicato dal sito x86-secret, tale approccio sarebbe attualmente allo studio anche da parte di Intel, per essere implementato in future architetture di processore. Con la crescente disponibilità di architetture dual core, e il prossimo arrivo di quelle quad core, Intel sta progressivamente abbandonando la tecnologia HyperThreading nelle proprie cpu desktop; al momento attuale questa è implementata solo nei processori della serie Extreme Edition.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

64 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Max Power18 Aprile 2006, 09:48 #1
Ormai anche i games (attraverso i driver ottimizzati) sfruttano i DC o L'HT.

Giusto ieri ho fatto una prova con aquamark 3:
HT off 44500 p
HT on 46500 p

Vantaggi con l'HT si hanno anche con FEAR, Call of Duty 2, Quake4, Morrowind 4...

E in futuro ce ne saranno sempre +.

Senza contare che nel MULTYPLAYER, in internet, fa sempre comodo un "processore" in + per gestire Antivirus e Firewall, Gamespy... così da evitare fastidiosi scatti.

----

In qualunque caso L'HT ce lo verdrei bene su proci "MONCHI" come il Celly o il Sempry
Jack White18 Aprile 2006, 09:52 #2

Geniale!

Se ben implementata,una tecnologia del genere aiuterebbe ad avere il concetto di doppio processore = doppia potenza (che risiede nella maggior parte degli utonti :P)
heavymetalforever18 Aprile 2006, 09:54 #3
Ottimo !!!!

Sarebbe una manna dal cielo....

pensate a una cpu quad core con 4 core da 2 ghz l'uno, l'applicazione la riconoscerebbe come unica cpu a 8 GHZ!!!

Secondo me è piu' efficiente un'architettura del genere... se l'applicazione è multitask allora ben venga la ripartizione dei compiti tra i vari core... pero' se è single task allora ben venga la somma della potenza elaborativa di tutti i core !!!

Bye
Skynet*J4F*18 Aprile 2006, 10:01 #4
Cavolo che figata! Davvero una bella pensata!
magilvia18 Aprile 2006, 10:05 #5
Meraviglioso! Non avrei mai creduto si potesse pensare una cosa del genere! Dovrò ripensare la mia posizione dubbiosa sui molti-core
Dumah Brazorf18 Aprile 2006, 10:06 #6
Originariamente inviato da: heavymetalforever
Ottimo !!!!
pensate a una cpu quad core con 4 core da 2 ghz l'uno, l'applicazione la riconoscerebbe come unica cpu a 8 GHZ!!!


Non credo sia propriamente così...
Tecnologia interessante cmq...
JJSTr18 Aprile 2006, 10:22 #7
sicuramente la cosa non sara lineare ma anche se invece di 8ghz ne prende 5 .....beh mi sembra un bel guadagno ^^
shrubber18 Aprile 2006, 10:23 #8
credo che sia ben diverso avere 4 core da 2Ghz ad avere un processore unico da 8Ghz...
probabilmente si formerà tipo una sorta di pipeline tra processori... o qualcosa del genere
Automator18 Aprile 2006, 10:25 #9
invece di spingere a programmare bene, si spinge a programamre con i piedi.... o meglio, si lascian le cose come stanno... mah... me pare na strunzata
exec18 Aprile 2006, 10:25 #10
A parte pochi programmi professionali, moltissime applicazioni girano ancora in singletask... ok che nell'avvenire ciò cambierà, ma ora come ora una tecnologia del genere sarebbe molto ben accetta... almeno da me!! ;-)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^