TSMC, prima fabbrica per wafer da 12 pollici in Cina

TSMC, prima fabbrica per wafer da 12 pollici in Cina

La fonderia taiwanese ha deciso di costruire il primo stabilimento in Cina, che con una produzione di 20 mila wafer al mese potrà meglio soddisfare la domanda del mercato locale

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Processori
TSMC
 

TSMC, principale fonderia di semiconduttori al mondo, ha affermato di aver intenzione di costruire il primo stabilimento per la realizzazione di wafer da 12 pollici in Cina con l'obiettivo di rispondere alla forte domanda per chip presente in questo mercato. Il tasso di crescita annuale composto del fatturato generato dai clienti cinesi di TSMC ha superato il 50% negli ultimi cinque anni.

La società ha già inviato una richiesta alla Investment Commission del Ministero degli Affari Economici di Taiwan per la costruzione di una fabbrica produttiva e di un centro di servizi di progettazione nella città di Nanjing, nella Cina continentale.

Vi sono già altri produttori di chip che hanno avviato progetti di costruzione di fabbriche da 12 pollici in Cina, tra i quali Intel, Samsung e SK Hynix. Del resto l'associazione di settore Semiconductor Equipment and Materials International osserva come la Cina sia uno dei più grandi mercati semiconduttori al mondo e importa molti dei chip che vengono usati per l'assemblaggio di prodotti consumer electronics.

TSMC sarà proprietaria unica dello stabilimento, decisione presa con la volontà di proteggere la proprietà intellettuale e i segreti commerciali. L'intero progetto di investimento, compresi i macchinari di produzione, è di 3 miliardi di dollari: in realtà TSMC sborserà una somma inferiore in quanto nel piano complessivo è già considerato sia il supporto del governo cinese, sia alcuni macchinari che saranno trasferiti dagli attuali siti produttivi a Taiwan.

Il sito di Nanjing è stato selezionato poiché il tessuto di imprese offre già una completa catena di fornitura di semiconduttori e un ampio bacino di ingegneri e talenti. La volontà del governo locale di supportare TSMC ha infine catalizzato la decisione della fonderia taiwanese.

La capacità produttiva della nuova fabbrica sarà di 20 mila wafer da 12 pollici al mese, e TSMC ha intenzione di avviare la produzione in volumi con il processo a 16 nanometri entro la seconda metà del 2018. La fonderia taiwanese ha inoltre affermato che il nuovo centro di design service servirà per stabilire l'ecosistema di progettazione in Cina. Il progetto prevede almeno inizialmente un organico di 1200 persone. Oltre il 50% dello staff sarà trasferito da Taiwan.

TSMC ha comunque dichiarato che le tecnologie di processo più avanzate, le linee di produzione chiave e le attività fondamentali di ricerca e sviluppo saranno mantenute a Taiwan. La società avvierà i lavori non appena ricevuto il via libera dall'Investment Commission di Taiwan.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej10 Dicembre 2015, 08:06 #1
a loro fa 'na seg@ il riscaldamento globale...! VAIA-VAIA-VAIA!

Piccadilly Circus sul mare! noleggio ombrelloni!
globi16 Dicembre 2015, 20:42 #2
Chiuderanno anche la Loacker che produce wafer in Alto Adige per poi riaprire in Cina.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^