Transmeta: LongRun2 contro i problemi di leakage

Transmeta: LongRun2 contro i problemi di leakage

Una tecnologia per limitare gli effetti della corrente di leakage, problema che cresce parallelamente al passaggio di processi di miniaturizzazione via via più piccoli

di pubblicata il , alle 15:43 nel canale Processori
 

Nel campo dei semiconduttori, il passaggio a tecnologie produttive via via di minori dimensioni comporta la risoluzione di un problema che, parallelamente, diventa sempre più pressante. Si tratta della cosiddetta "corrente di leakage" ovvero la quantità di corrente che viene persa per cause prettamente fisiche dai transistor durante il funzionamento in un processore. La risoluzione dei problemi di leakage è una delle sfide principali della legge di Moore nell'ambito della scalabilità delle dimensioni.

Nel passaggio da 90 nanometri a 65 nanometri si prevede che i problemi di leakage diventino ancora più difficili da risolvere: la corrente persa potrebbe facilmente essere superiore a quella totale di funzionamento e causare l'attivazione di funzionalità di standby se non controllata in modo adeguato.

Durante il lancio del nuovo processore Efficeon, Transmeta ha dimostrato una possibile soluzione al problema della corrente di leakage. La nuova tecnologia, chiamata LongRun2, permette un controllo software per la gestione energetica.

La prima generazione di gestione energetica LongRun è stata introdotta nel gennaio del 2000, ed è stata la prima tecnologia ad operare una regolazione dinamica al voltaggio e alla frequenza di funzionamento della CPU, centinaia di volte al secondo, per ridurre il consumo energetico. LongRun2 implementa alcune nuove funzionalità che permettono di effettuare queste regolazioni anche in base alla corrente di leakage.

Durante la dimostrazione Transmeta ha fatto vedere come il processore Efficeon regolasse dinamicamente i parametri sopra citati durante la riproduzione di un DVD o l'esecuzione di un gioco e anche in fase di Stand-By. Durante la fase di stand-by la tecnologia LongRun ha effettuato circa 70 regolazioni.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wonder16 Ottobre 2003, 15:47 #1
voltaggio e clock autoregolati, ma verso il basso...dovrebbero farlo vrso l'overclock eheheheh
Davirock16 Ottobre 2003, 16:18 #2

ecco...

... un altro passo avanti nella tecnologia dei semiconduttori. un applauso a transmeta.

Bye
frankie16 Ottobre 2003, 16:20 #3
altro che speedstep e powernow!

Con questa tecnologia se non ho capito male la potenza in generale viene regolata praticamente al volo.

Cioè:
Se non serve non consumi (batterie)e non scaldi e quindi non sprechi energia
ronthalas16 Ottobre 2003, 16:23 #4
a che ti serve consumare XX watt di corrente se magari il procio si sta girando i pollici? Su workstation e server ciò magari serve molto a meno... ma su un portabile non è cosa da poco!
E cmq volendo essere "efficiente" anche sul lato server una cosa del genere non farebbe male, nei momenti di basso carico è tutto calore in meno generato, meno consumo... e metti l'eventualità di un Black-Out... maggiore durata degli UPS...
pietro66716 Ottobre 2003, 16:57 #5
Originariamente inviato da frankie
altro che speedstep e powernow!

Con questa tecnologia se non ho capito male la potenza in generale viene regolata praticamente al volo.

Cioè:
Se non serve non consumi (batterie)e non scaldi e quindi non sprechi energia


Se ti riferisci a SpeedStep di Intel, hai ragione: mi pare che l'ultima versione preveda un set di step discreti maggiore rispetto alla precedente, coiè quattro possibili combinazioni anzichè due; diverso è invece il discorso del PowerNow!, che invece offre una gamma molto più flessibile di regolazioni frequenza/tensione.

In ogni caso, so per certo che Transmeta ha avuto accesso alle tecnologie ed al know/how AMD, come già su queste pagine si è scritto un po' di mesi orsono: non mi stupirei pertanto se la gestione energetica dell'Efficeon (come peraltro è stato per il supporto HyperLink e per l'architettura con controller integrato della memoria) fosse stata mutuata da PowerNow!...

Ciao!

Pietro
Fater6917 Ottobre 2003, 08:43 #6
x Pietro667

Secondo me ti fai grandi viaggi: il fatto che AMD e Transmeta collaborino (circa il set AMD86 e il bus HyperTransport... HyperLink è un'altra cosa!) come ti fa concludere che Transmeta abbia preso tecnologia da AMD anche per il risparmio energetico?? Lo dice anche l'articolo, Transmeta è stata la prima ad implementare un sistema di risparmio energetico, e anche la versione 1 è molto più efficiente di qualsiasi soluzione della concorrenza. Piuttosto io penserei al contrario, cioè che AMD in cambio della sua tecnologia ha preso quella di Transmeta proprio nel settore "LongRun".
dragunov17 Ottobre 2003, 12:04 #7
Dubito che questa tenconlogia sarà compatibile con l'overclocking
cdimauro17 Ottobre 2003, 14:02 #8
Originariamente inviato da Fater69
x Pietro667

Secondo me ti fai grandi viaggi: il fatto che AMD e Transmeta collaborino (circa il set AMD86 e il bus HyperTransport... HyperLink è un'altra cosa!) come ti fa concludere che Transmeta abbia preso tecnologia da AMD anche per il risparmio energetico?? Lo dice anche l'articolo, Transmeta è stata la prima ad implementare un sistema di risparmio energetico, e anche la versione 1 è molto più efficiente di qualsiasi soluzione della concorrenza. Piuttosto io penserei al contrario, cioè che AMD in cambio della sua tecnologia ha preso quella di Transmeta proprio nel settore "LongRun".


Fra AMD e Transmeta esiste un accordo di patent cross-over (scambio di brevetti), per cui è ovvio che entrambe le società ne abbiano beneficiato.

L'accordo comunque è stato fatto ben dopo che AMD avesse sviluppato la sua tecnologia PowerNow! (che risale ai tempi dei K6-2...)
Marci17 Ottobre 2003, 14:43 #9
Xdragunov

Tu overclokkeresti un PC che monta quel processore?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^