Transmeta avvia la fase di sampling per Efficeon

Transmeta avvia la fase di sampling per Efficeon

Efficeon sarà consegnato in quantità limitate a partire dalla metà dell'anno, con i primi sistemi che saranno disponibili nella seconda metà

di pubblicata il , alle 10:38 nel canale Processori
 

Durante una recente conferenza stampa Transmeta ha comunicato di aver iniziato il sampling dei processori Efficeon, prodotti da Fujitsu con processo a 90 nanometri. Matthew Perry, presidente di Transemeta, ha assicurato che la compagnia consegnerà il nuovo processore in quantità limitate a partire dalla metà del 2004, mentre le consegne di soluzioni pronte avverrà nella seconda metà dell'anno e nel primo periodo del 2005.

La scelta di delegare la produzione del processore a Fujitsu ha permesso di realizzare un chip di dimensioni più ridotte, passando da 119mm quadrati di superficie a ben 68mm quadrati.

 
TM8800
TM8500
TM8820
Versione
Base Economica Compatta
L1 instruction cache
128KB
L1 data cache
64KB
L2 cache
1MB 512KB 1MB
Body size
29x29mm 21x21mm
Package
FC-OBGA 783

Transmeta ha inoltre reso note le specifiche riguardanti il consumo energetico delle diverse versioni dei chip TM8800

TM8800-Frequenza operativa
Consumo energetico
1GHz
3W
1.4GHz
5W
1.6GHz
7W
1.8GHz
12W
2.0GHz
25W

Nel corso della conferenza stampa Transmeta ha illustrato anche i risultati finanziari. Nel primo trimestre 2004 la compagnia ha incamerato 5,2 milioni di dollari, con una perdita di 23,4 milioni di dollari. Lo scorso anno i valori sono stati di 6,0 e 20,1 mentre nel terzo trimestre 2003 sono stati rispettivamente di 3,6 e 21,9. Il bilancio è di circa 113 milioni, contro i 120,8 milioni del mese di Dicembre.

Tra gli introiti troviamo la concessione in licenza del sistema di risparmio energetico LongRun2 a NEC, oltre al rilascio dei portatili basati sul processore Efficeon TM8600, venduti in Giappone e da poco arrivati anche in USA.

La compagnia si aspetta ancora perdite nel secondo trimestre dell'anno, stimate nell'ordine di 20,5-21,5 milioni di dollari

Fonte: Digit-life

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
luckye19 Aprile 2004, 11:02 #1
Scusate ma saranno alternative ai processori a basso consumo di Via o cpu per palmari/smartphone ?
Scezzy19 Aprile 2004, 11:02 #2
Wow. Va proprio benone sta Transmeta!
Mauro8219 Aprile 2004, 11:21 #3
x luckye
saranno cpu a basso consumo, pensate prevalentemente per notebook e tablet pc
Zac 8919 Aprile 2004, 11:40 #4
Ma se a 1 ghz consuma 3W, a 2 nn dovrebbe consumarne 6???
KVL19 Aprile 2004, 11:55 #5

Frquenze

Purtroppo non è così, credo che sia una curva esponenziale. +transistor+layers+volts=Watts
KvL

Smentitemi se ho detto una strun***a
dins19 Aprile 2004, 12:22 #6
dalla teoria il consumo di un transistor (e quindi di una cpu in quanto fatta da transistor) dovrebbe essere proporzionale alla frequenza, ma quadratica con il voltaggio , che li' non e' pero' indicato.
Quindi supponiamo che a 1ghz va ad es a 0.8volt e consuma 3W.
Se per andare a 2ghz ha bisogno di 1,5 volt se ti fai 2 conti vedi che dovrebbe consumare 21 watt quindi piu' o meno ci siamo.

Comunque sono disquisizioni che lasciano il tempo che trovano perche' poi entrano in gioco tanti di quei fattori che le leggi teoriche, nelle loro forme piu' semplificate,non valgono piu'.



Piuttosto io stavo pensando una cosa: visto che ormai la frequenza dei processori non dice piu' nulla
(pensate, tanto per fare un esempio, al trasmeta 1,6ghz Vs centrino 1,6Ghz, Vs athlon XP mobile 1,6ghz effettivi Vs. mobile pentium 4 etc....) stavo pensando che per i processori portatili bisognerebbe fare le recensioni a parita' di consumo:
si prendono delle varie famiglie i processori che consumano uguali, e poi si vede quale va piu' forte!!!!!
pinius19 Aprile 2004, 12:56 #7
visto che stiamo parlando di "nuovi processori"

per un portatile for bussiness qualche centrino mi consigliate ( o altra tipologia ) e quale marca mi consigliate per rapporto prezzo/qualità?'

grazie
Pinius
Lucrezio19 Aprile 2004, 14:18 #8

*Zac 89

P=Ri^2
Ovvero, come ricavabile dalla legge di Ohm, la potenza dissipata aumenta linearmente con la resistenza e quadraticamente con la corrente. Considera che un processore da 2 Ghz, oltre ad avere una tensione di alimentazione maggiore, come giustamente denotato dins, ha anche più transistors e quindi, banalizzando all'estremo, un "circuito più lungo" da percorrere per la corrente. Ora, la resistenza R=p*l/A è direttamente proporzionale alla lunghezza di un conduttore... che nel caso del silicio ( che è un semiconduttore ), può avere una resistività molto elevata.
Probabilmente con dei calcoli accurati, e risolvendo un integralone ( panico! ) sarebbe possibile calcolare con precisione la potenza dissipata; quella di dins è comunque un'ottima approssimazione, che rende perfettamente l'idea!
Ciao a tutti!
"Expedit esse deos, ut expedit, esse putemus!"
AndreKap19 Aprile 2004, 15:12 #9
Ma perchè quello a 2GHz dovrebbe avere più transistor di quello a 1GHz?!?
jappilas19 Aprile 2004, 15:20 #10
Originariamente inviato da AndreKap
Ma perchè quello a 2GHz dovrebbe avere più transistor di quello a 1GHz?!?


perchè una pipeline progettata per funzionare correttamente a 1 Ghz può presentare problemi a frequenze superiori

per risolvere questi problemi si aggiungono gli stadi nella pipeline, attraverso reti logiche, e quindi transistor


questo perchè (richiami sulle pipeline) la pipeline che è una sequenza di stadi, tipo catena di montaggio, funziona alla velocità (frequenza) del suo stadio più lento...
aggiungere stadi significa suddividere quelli preesistenti, in modo da farli corrispondere a finestre temporali più piccole

la condizione ideale si otterebbe se la pipeline potesse funzionare (= avere segnali in uscita stabili e deterministici) al tasso di lavoro ottenibile da un singolo transistor libero... ma così non è al momento

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^