Tejas e Jayhawk: la posizione ufficiale di Intel

Tejas e Jayhawk: la posizione ufficiale di Intel

L'annuncio della cancellazione dei progetti Tejas e Jayhawk da parte di Intel ha generato molte discussioni on line, ma forse altro non si tratta che di tradizionali strategie di mercato

di pubblicata il , alle 09:25 nel canale Processori
Intel
 

Intel ha annunciato, nei giorni scorsi, di aver accantonato i progetti Tejas e Jayhawk, nuove evoluzioni di Core per i processori Pentium 4 e Xeon, così da anticipare l'introduzione sul mercato delle cpu con architettura Dual Core.

In origine previsti al debutto per il 2006, i processori Intel Dual Core integrano all'interno di un unico package due distinti Core di processore, permettendo di ottenere netti incrementi prestazionali con applicazioni multitasking.

L'obiettivo di Intel è quello di rendere queste soluzioni accessibili nel segmento desktop già a partire dal prossimo anno, proponendo una completa famiglia di processori con architettura Dual Core che vada a coprire tutti i segmenti di mercato, da quello desktop alle soluzioni server a 64bit basate su archoitettura Itanium.

La cancellazione del progetto Tejas da parte di Intel ha generato, come prevedibile, vari rumors on line. Si pensa infatti che il passaggio ad un'architettura generalizzata di tipo Dual Core possa portare Intel a non utilizzare più l'architettura Netburst, introdotta originariamente con le cpu Pentium 4, a vantaggio di quella integrata nelle cpu Pentium M dei sistemi Centrino. Questi processori, infatti, vantano ottimi requisiti in termini di potenza elaborativa, bilanciati da un consumo estremamente ridotto soprattutto se confrontato a quello di soluzioni Pentium 4 basate su Core Prescott.

La scelta di Intel sembra comunque legata a precise strategie di mercato. L'interesse verso soluzioni Dual Core è infatti molto elevato, in quanto si tratta di soluzioni che permettono di ottenere significativi boost prestazionali senza dover aumentare a dismisura le frequenze di lavoro, pur se con una crescente complessità nella costruzione del processore a motivo dell'integrazione dei due Core nel medesimo package.

Di seguito è riportato il comunicato ufficiale rilasciato da Intel:

"We have re-prioritized our resources and no longer plan to deliver the processor on our roadmap known as Tejas. This product was disclosed at the Spring 2003 IDF as our next generation 90nm processor architecture and was to be available in 2004, and more recently was slated to be released in 2005. Instead, in assessing the needs of office and home users, as well as our technology capabilities, we've decided to accelerate our dual-core desktop client products in 2005 and have bolstered our design teams and product roadmap plans to make this happen. This move complements a number of other efforts such as Intel Hyper-Threading technology and other "T's" that can deliver or enable more capabilities, performance, and flexibility to end users beyond processor speed. 2005 is shaping up to be one of the most exciting years for corporate and consumer computing users as Intel and the industry work to deliver dual-core products ranging from our high-end Itanium processor-based servers to our desktop and mobile product lines. We plan to have dual core products in our server and desktop product lines in the marketplace in 2005 and will ship our dual core mobile product for revenue in 2005. The acceleration of our plans is based upon our ability to take advantage of our industry leading process technology coupled with our industry leading manufacturing capabilities, to bring newer and better computing features to the market faster. This move complements a number of other efforts such as Intel Hyper-Threading technology and other technologies that can enable the delivery of more capabilities, performance, and flexibility to end users beyond processor speed."

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

72 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
crismatica12 Maggio 2004, 09:27 #1

intel

intel non sa più come raggiungere amd !!!
continua a sfruttare il suo vecchio p4 e non capisce che è meglio cambiare generazione di cpu e passare al 64 bit
barabba7312 Maggio 2004, 09:31 #2
Quindi le evoluzioni del prescott verso bus 1024, cache maggiorata, nuovo core per raggiungere i 3,7ghz (non penso che quello di oggi riesca a reggere i watt prodotti) sono l'ultima evoluzione? Dopo ci sarebbe stato il Tejas? Ma perchè produrre un p-4 a cui servono nuovi chipset per poi passare ad altro completamente differente (dual core o p-m) ???
neo2xxx12 Maggio 2004, 09:37 #3
Barabba73 penso che per il dual core dovremo aspettare almeno fino alle fine del 2005. in quella news han detto che hanno abbandonato lo sviluppo dei progetti tejas e jayhawk, non che il dual core esce domani. Nel frattempo il progetto p4 Prescott andrà avanti e verrà sviluppato fino all'introduzione dei nuovi processori. Speriamo che lo sviluppo sia simile come percorso a quello Willamette->NorthWood. Magari così per metà del 2005 avremo un buon processore intel
bizzu12 Maggio 2004, 09:59 #4
Ma perchè produrre un p-4 a cui servono nuovi chipset per poi passare ad altro completamente differente (dual core o p-m)

Per fare spendere più soldi alla gente, ovvio!
Colin McRae12 Maggio 2004, 10:20 #5

Re: intel

Originariamente inviato da crismatica
intel non sa più come raggiungere amd !!!
continua a sfruttare il suo vecchio p4 e non capisce che è meglio cambiare generazione di cpu e passare al 64 bit

Evidentemente adesso l'ha capito!
Comunque, ragazzi, invece di lamentarvi, sarebbe il caso di vedere di buon occhi un cambiamento che auspicavamo da tempo: l'accantonamento dell'architettura NetBurst a favore dell'architettura del Pentium M!
Errare umanum est, perseverare diabolicum!
KAISERWOOD12 Maggio 2004, 10:34 #6

AFFRONTIAMO LA REALTà

Intel 85% del mercato delle cpu vs il 15% di AMD
Intel 80% del mercato chipset vs 20% degli altri (noon mi ricordo bene le quote di questo am mi sembra che corrispondeva a quello delle cpu)
Intel 40% del mercato grafico vs il 30 di Nvidia e il 30 di ati
Microzoz (compare di intel) il 95% del mercato dei sistemi operativi
Dell (partner fedelissimo di intel) leader dei computer assemblati
Asus leader del settore Mainboard è uno dei produttori + vicini ad intel.
Intel 22 fabbriche (mi sembra che erano di+) vs 2 di amd

Intel insegue qualcuno? Può solo inseguire se stessa.
AMD deve faticare molto per mettere paura ad intel.
atomo3712 Maggio 2004, 11:09 #7
quello che mi spaventa è l'aumento del costo industriale di un prodotto con due core, sono curioso di vedere come la cosa si rifletterà sul costo del prodotto finito.
Mad Penguin12 Maggio 2004, 11:19 #8
come detto nell' aticolo il boost s avrà + che altro con il multitasking.... ergo con giochi e o programmi di grafica, compressioni varie i vantaggi saran abba limitati... bah... mi sembra proprio che inel stia perdendo il treno...
KAISERWOOD12 Maggio 2004, 11:32 #9
Originariamente inviato da atomo37
quello che mi spaventa è l'aumento del costo industriale di un prodotto con due core, sono curioso di vedere come la cosa si rifletterà sul costo del prodotto finito.


non credo il core del willamette era molto + grosso e lo stesso del northwood rispetto ai pentium3 e intel ci ha sempre guadagnato. Se la cpu dual core è + piccola di un prescott intel ci guadagna soltano. Il processo costruttivo + raffinato è comodo soprattutto per abattere i costi di produzione. Un toro a 0,13 da 84mm2 con lo 0,09 AMd lo potrebbe fornire come un ottimo anti-ciryx a prezzi irrisori.
Davirock12 Maggio 2004, 11:53 #10

x KAISERWOOD e altri (insomma tutti!)

la questione "intel sta inseguendo AMD" la condivido anch'io con altri iscritti a questo forum.
Anche se non so come venga da loro intesa.

Io la intendo così:
intel non deve rincorrere AMD sulle vendite. è leader del mercato con quelle percentuali. Ma è ovvio e scontato che sta inseguendo AMD per quanto riguarda la costruzione e le idee guida delle architetture.
- intel solo ora prende in considerazione cpu con "basse" frequenze ed alta efficienza operativa (come AMD Athlon a tutti i livelli, e piattaforma centrino) anche per ambiente desktop quando prima aveva puntato tutto sulle elevate frequenze (e per non smentire se stessa ha introdotto il nuovo number identificativo delle sue cpu). è un dato innegabile.
- architettura a 64 bit tipo x86. AMD è uscita con questa architettura circa 1 anno e (quasi) mezzo fa dopo averci lavorato per lungo tempo. Intel ha inserito questo sistema solo in prescot (salvo poi disabilitarlo), e compatibile con quello AMD (Microsoft ha fatto capire che se lo potevano scordare un'altro sistema operativo), anche vista l'efficienza di prodotti come opteron.
- socket LGA sara a 700 e rotti piedini. non mi stupirei (come dicono delle indiscrezioni viste in qualche forum, e se non sbaglio anche su questo) per un futuro passaggio ad un controller per le ram integrato da parte di intel.

Ci sono altre piccole cose. ho solo elencato le più evidenti.
CMQ IMHO intel sta ricorrendo AMD non nel mercato, dove è leader, ma nelle scelte. e questo è un sintomo chiaro, perchè intel ha sempre dominato nelle decisioni e tutti seguivano.

Bye

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^