System on a Chip: la nuova architettura di cpu per Intel

System on a Chip: la nuova architettura di cpu per Intel

L'integrazione spinta di vari componenti all'interno dei processori permetterà di avere a disposizione funzionalità sempre più elevate a costi e consumi ridotti

di pubblicata il , alle 16:35 nel canale Processori
Intel
 

La sigla EP80579 può avere un significato oscuro per i più, ma rappresenta una nuova serie di prodotti che Intel ha ufficialmente presentato sul mercato e che dovrebbero essere la via di passaggio, per il produttore americano, verso l'adozione di proprie tecnologie in un numero sempre più ampio di dispositivi.

Il processore integrato EP80579 è un cosiddetto System on a Chip o SoC, nel quale quindi trovano posto sia una tradizionale cpu della famiglia Pentium M che il memory controller e il chipset. Una soluzione di questo tipo è pertanto perfettamente in grado di gestire, senza altri componenti montati sulla scheda, tutte le periferiche di Input Output richieste per il funzionamento.

intel_soc_2.jpg (43115 bytes)

Quali sono gli ambiti di utilizzo di un SoC di questo tipo? Si tratta in generale di tutti quegli ambiti nei quali si voglia abbinare una buona potenza di elaborazione con livelli di consumo particolarmente contenuti. Per analogia si può pensare a quello che AMD vuole ottenere con le proprie soluzioni della famiglia Fusion, nelle quali accanto ad un processore tradizionale troveremo una GPU, con una destinazione d'uso in dispositivi di ben più ridotte dimensioni rispetto ai tradizionali sistemi desktop o notebook, ambito di utilizzo di riferimento per le future soluzioni Fusion.

Intel propone questo processore integrato in due distinte versioni, differenziate tra di loro unicamente per l'implementazione di una nuova tecnologia, indicata con il nome di QuickAssist, grazie alla quale sarà possibile accelerare l'esecuzione di software per la sicurezza e il VoIP, ambiti di utilizzo nei quali sistemi SoC possono trovare sin d'ora un proprio ambito di utilizzo di riferimento.

Le versioni di processore EP80579 proposte al momento attuale da Intel hanno frequenze di clock variabili da 600 MHz sino a 1,2 GHz, con livelli di TDP che partono da un minimo di 11,5 Watt per il modello a 600 MHz di clock senza tecnologia QuickAssist sino ai 21 Watt della cpu con clock di 1,2 GHz e tecnologia QuickAssist.

Intel sta al momento attuale lavorando allo sviluppo di 15 differenti progetti di sistemi SoC internamente; alcuni di questi saranno specificamente rivolti al settore della consumer electonics, con il progetto noto con il nome in codice di Canmore atteso al debutto entro la fine dell'anno e quello Sodaville per il 2009.

intel_soc_1.jpg (46542 bytes)

Le soluzioni SoC indicate con il nome in codice di Lincroft utilizzeranno quale elemento di elaborazione un core derivato dalla famiglia di processori Atom, recentemente presentata dal produttore americano e utilizzata da molti nuovi nettop presentati da vari produttori internazionali. Questa nuova architettura, indicata anche con il nome di Moorestown SoC, potrebbe rappresentare il primo diretto tentativo di Intel di proporre proprie architetture studiate appositamente per il segmento degli smartphone.

Il SoC Lincroft integrerà sia un processore della serie Atom che il memory controller, unitamente a chipset e sottosistema video; tutto questo verrà reso possibile dall'utilizzo di tecnologia produttiva a 32 nanometri, con evidenti benefici in termini di consumi e dimensioni pensando sia ai 45 nanometri utilizzati attualmente per le cpu Atom sia ai 130 nanometri che Intel utilizza per la costruzione dei chipset abbinati ai processori Atom.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7724 Luglio 2008, 16:43 #1
Mah.. sono molto curioso di vederli all'opera!
Rimando a quel momento qualsiasi commento..

Da quello che capisco però la Intel è pronta a commercializzare questo prodotto.. di fusion se ne parla da un secolo e ancora non se ne vede mezzo!!
Detesto questo stile AMD di dare pre-pre-pre anticipazioni di cose che poi sono ancora in fase embrionale!
Barra24 Luglio 2008, 16:49 #2
Beh veramente si parla di fine 2009 x i primi modelli. C'è poi da dire che intel ha + da dimostrare di AMD dal punto di vista prestazioni del comparto video e capacità di integrazione (i quad core VERI e non 2+2 sono usciti prima per AMD)
GT8224 Luglio 2008, 16:56 #3
L'AMD Geode LX a 500 Mhz consuma 5 watt con tecnologia 130 mm, questo nuovo Intel gira a 600 Mhz e richiede più del doppio
ok l'IPC dovrebbe essere nettamente superiore, sulla carta il doppio visto che quello del Geode è inferiore a quello del Pentium 3, ma il punto è: conserveranno l'architettura Dothan così com'è oppure no?
perchè anche con l'Atom doveva essere così e alla fine tra FPU debolissima e passaggio da OoO ad iO, l'IPC è sceso di brutto...
iridio8024 Luglio 2008, 16:57 #4
finalmente.... non vedo l'ora che escano i primi nettop stile eeepc con questi SoC, magari con una 3 celle riuscire ad arrivare alle 5 ore, abbinandogli i nuovi chip wifi, che dovrebbero fungere anche da bluetooth.
bonzuccio24 Luglio 2008, 17:04 #5
Vediamo se in confronto a Cell-BE questo soc soca oppure no
SystemFailure24 Luglio 2008, 17:05 #6
tra poco tempo attaccheremo il cavo dell'alimentazione direttamente nella cpu....
pinolo7924 Luglio 2008, 17:32 #7
Originariamente inviato da: GT82
L'AMD Geode LX a 500 Mhz consuma 5 watt con tecnologia 130 mm, questo nuovo Intel gira a 600 Mhz e richiede più del doppio
ok l'IPC dovrebbe essere nettamente superiore, sulla carta il doppio visto che quello del Geode è inferiore a quello del Pentium 3, ma il punto è: conserveranno l'architettura Dothan così com'è oppure no?
perchè anche con l'Atom doveva essere così e alla fine tra FPU debolissima e passaggio da OoO ad iO, l'IPC è sceso di brutto...


ok... puoi spiegarti meglio... nn ho capito una
pabloski24 Luglio 2008, 17:42 #8
bah ok che AMD è pioniera in questo tipo di tecnologia, però vedo che ultimamente vanno cazzate su cazzate

adesso vogliono smembrare l'azienda per risparmiare ( così dicono )....mi sa che l'unico ad avere la vista lunga fu Jobs nel 2006

del resto lui stesso disse che la scelta era legata alla roadmap di Intel e che cose eccezionali attendevano gli utenti Intel
Barra24 Luglio 2008, 17:44 #9
Davvero geode è ancora a 130nm? se è davvero così in AMD sono folli! Cosa diavolo aspettano a buttare processi produttivi così scarsi e a produrre un geode a 65nm (o magari 55 fatto da tsmc)? Andrebbe a 1ghz consumando la metà!
killer97824 Luglio 2008, 19:06 #10
Di Geode ne vendono 10 all'anno gli costerebbe + il passaggio da 130nm a 65nm che continuarli a fare così !!!

Ormai AMD mi sta scadendo di brutto sembra che arrivi semre in ritardo!!! di Fusion se ne sente parlare da 2/3anni, e non credo arriverà prima di altri 2 anni, Intel prima li produce poi ne da notizia alla stampa

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^