Spin-off di AMD: è giunto il momento?

Spin-off di AMD: è giunto il momento?

Settembre potrebbe essere il periodo scelto da AMD per annunciare importanti cambiamenti interni: le prime mosse concrete della strategia Assets Light

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:25 nel canale Processori
AMD
 

AMD potrebbe annunciare nel corso del mese di Settembre 2008 i primi passaggi concreti della propria strategia nota con il nome in codice di "Assets Light", della quale da tempo sono state fornite ufficialmente alcune anticipazioni ma che al momento attuale manca di concretizzazioni.

Alla luce delle informazioni pubblicate da John Lau, analista americano di Jefferies & Co., dovrebbe mancare poco tempo all'annuncio di importanti novità da parte di AMD. Quello che tutti, di fatto, si attendono è l'ufficializzazione della separazione di AMD in due distinte aziende: da un lato AMD quale sviluppatrice di tecnologie ma ora azienda fabless, cioè sprovvista di proprie fabbriche produttive al pari quindi di NVIDIA.

Dall'altra, una nuova azienda alla quale competerà tutta la parte produttiva, con un forte legame commerciale con AMD per la produzione dei propri processori (ma in seguito anche di qualsiasi altro prodotto dell'azienda americana) oltre che aperta a collaborazioni con qualsiasi altro produttore di tecnologia che voglia utilizzarne le fabbriche produttive per i propri prodotti.

E' possibile che la nuova azienda, alla quale verrà delegata la produzione dei chip per AMD e anche per altri partner, veda l'ingresso societario di un partner molto forte, di natura prettamente economica. Si indica in questo investitori del medio oriente, in particolare quel Mubadala Abu Dhabi già presente in AMD con una quota di minoranza e ben noto anche agli appassionati di Formula 1 per la partecipazione in Ferrari. A capo di questa azienda potrebbe venir posizionato Hector Ruiz, ex CEO di AMD e delegato dal consiglio di amministrazione di AMD proprio a concludere l'operazione Assets Light.

Alcuni mesi fa NVIDIA ha annunciato di essere entrata all'interno del consorzio SOI: a mio personale avviso, considerando chi al momento produce chip utilizzando questa tecnica, si è tratta di una conferma indiretta e probabilmente involontaria di come le fabbriche attualmente di proprietà di AMD verranno in futuro utilizzate anche per la produzione di chip per conto terzi. Del resto, la tecnologia SOI è al momento attuale a disposizione di IB, che l'ha sviluppata, di AMD che da IBM l'ha presa e di Chartered Semiconductor, che a sua volta l'ha ottenuta da AMD assieme alla tecnologia AMP (Advanced Manufacturing Process) nel momento in cui ha iniziato a produrre alcune CPU AMD all'interno delle proprie fabbriche a Singapore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bluknigth05 Settembre 2008, 08:39 #1
Ho la netta sensazione che l'AMD che conosciamo noi diventerà un'azienda come IBM fanless. In un paio di anni darà la produzione delle proprie CPU a qualche azienda specializzata in questo.

Credo che questo SPin off le dia la possibilità di vendere reparti produttivi che con il passaggio a 45nm e quindi ai 22nm l'avrebbe costretta a pesanti investimenti nelle prorpie fabbriche.
E oggi AMD non è che abbia una grande liquidità.


In questo modo invece finirà per vendere gli attuali reparti produttivi ad aziende interessate a produrre a 65 nm. A meno che gli investitori non abbiano intenzione di creare un nuovo competitor nella produzione di chip, ma credo he in questo caso comunque AMD si farà da parte.

Sono solo sensazioni, ma a vederla così...

Jo305 Settembre 2008, 08:43 #2
Mi pare che negli ultimi tempi vi sia questo movimento nello scindere aziende in due entita diverse : la parte vendita e la parte produttiva.
frescodestate05 Settembre 2008, 08:51 #3
Mi pare che gli Arabi guadagnino troppo con il petrolio :-)
))Lexandrus((05 Settembre 2008, 08:52 #4
Originariamente inviato da: Bluknigth
Ho la netta sensazione che l'AMD che conosciamo noi diventerà un'azienda come IBM fanless...




Almeno farà meno rumore!


Scherzi a parte, se hanno fatto questa scelta, sicuramente sarà perchè la trovano più vantaggiosa...

Ma quindi anche ATI subirà le stesse conseguenze?
Life bringer05 Settembre 2008, 09:19 #5
Ati a differenza di nvidia è sempre stata fabless, fanless un po' meno invece
Jo305 Settembre 2008, 09:21 #6
Originariamente inviato da: frescodestate
Mi pare che gli Arabi guadagnino troppo con il petrolio :-)


Allora l'azienda dove lavoro e' araba.
Pat7705 Settembre 2008, 09:23 #7
Nel breve periodo potrebbe pagare, ma nel lungo penso sia un indebolimento non da poco, e credo che a questo punto sia gran parte della colpa in progetti quale Phenom, in ritardo e non competitivo.
Life bringer05 Settembre 2008, 09:28 #8
La penso esattamente come te, ma non darei la colpa solo al deludente (per ora) progetto phenom.
bLaCkMeTaL05 Settembre 2008, 09:41 #9
la scissione significherà meno controllo sulle linee prduttive e più rischio di sfuggita delle loro proprietà intellettuali, d'altro canto avevo letto di tecniche che permettono di rendere più sicuro il processo produttivo, tuttavia AMD mostra problemi economici, quindi qualcosa lo deve pur fare, speriamo comunque tutto vada per il meglio.
Però c'è da dire che in questo modo, probabilmente gli ingegneri riceveranno meno pressioni per il time-to-market e quindi potranno progettare CPU più efficienti.
bollicina3105 Settembre 2008, 09:43 #10
speriamo solo che non esca di mercato e rimanga solo intel senò ciao concorrenza....
poi ci rimettiamo solo noi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^