Snapdragon 7c Gen 2, un chip Qualcomm per notebook e Chromebook sotto i 400 dollari

Snapdragon 7c Gen 2, un chip Qualcomm per notebook e Chromebook sotto i 400 dollari

Qualcomm ha presentato Snapdragon 7c Gen 2, un SoC leggermente migliorato rispetto al predecessore e destinato ai notebook Windows e ai Chromebook di fascia bassa, sotto i 400 dollari.

di pubblicata il , alle 08:20 nel canale Processori
QualcommSnapdragon
 

Si chiama Snapdragon 7c Gen 2 il nuovo SoC di Qualcomm per notebook Windows e Chromebook di fascia bassa, ossia soluzioni sotto i 400 dollari e con connettività LTE integrata.

Come fa intuire il nome, questa Gen 2 rappresenta un piccolo miglioramento del precedente Snapdragon 7c annunciato nel 2019, con i due core Kryo 468 (Cortex-A76) ad alte prestazioni e sei Kryo 468 Silver (Cortex-A55) più efficienti ora in grado di spingersi fino a una frequenza di 2,55 GHz rispetto ai precedenti 2,4 GHz.

Dal punto di vista delle altre caratteristiche non ci sono novità sostanziali. Lo Snapdragon 7c Gen 2 continua a supportare memoria LPDDR4X-2133 dual-channel (32-bit), integra una GPU Adreno 618, un DSP Hexagon 692, un ISP Spectra 255 e infine integra un modem LTE Cat 15 Snapdragon X15 che dovrebbe garantire 800 Mbps in download.

L'obiettivo di Qualcomm è quello di presidiare con maggiore forza il mercato entry-level, con una piattaforma che vede nell'LTE integrato e nell'autonomia i suoi punti di forza, sfruttando il momento favorevole per tutto il mondo dei portatili spinto dagli acquisti legati a smart working e didattica a distanza.

Snapdragon 7c Gen 2 si confronta sul mercato con le soluzioni Intel Jasper Lake, processori a 10 nanometri basati su architettura Tremont introdotti all'inizio di quest'anno, anche se l'azienda si è limitata a dichiarare un'autonomia due volte superiori alle piattaforme concorrenti e a mostrare confronti con la precedente piattaforma Intel, nome in codice Gemini Lake.

I primi prodotti con SoC Qualcomm Snapdragon 7c Gen 2 arriveranno questa estate, con la cinese Lenovo in prima fila e altri OEM. Il nuovo chip si affianca all'offerta già in essere formata dallo Snapdragon 8c e dall'8cx Gen 2.

Sempre durante l'estate Qualcomm e Microsoft renderanno disponibile agli sviluppatori di software - tramite il Microsoft Store - uno "Snapdragon Developer Kit for Windows 10", in modo da facilitare la creazione e/o il porting di app a 64 bit su Windows 10 on ARM.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Engelium25 Maggio 2021, 09:07 #1
Ma davvero pensano di potersi permettere di offrire soluzioni "di fascia bassa" nel mercato PC arm con Windows?... Ma lo hanno capito che fino ad ora offrono SOLO soluzioni di fascia ultrabassa?

Pensassero piuttosto insieme a MS a creare una piattaforma in grado di garantirele stesse prestazioni che ci ha portato Apple, cercassero di raggiungerealmeno la parità con x86, e poi magari potrebbero anche iniziare a segmentare l'offerta
demon7725 Maggio 2021, 09:54 #2
Originariamente inviato da: Engelium
Ma davvero pensano di potersi permettere di offrire soluzioni "di fascia bassa" nel mercato PC arm con Windows?... Ma lo hanno capito che fino ad ora offrono SOLO soluzioni di fascia ultrabassa?

Pensassero piuttosto insieme a MS a creare una piattaforma in grado di garantirele stesse prestazioni che ci ha portato Apple, cercassero di raggiungerealmeno la parità con x86, e poi magari potrebbero anche iniziare a segmentare l'offerta


L'hardware a dire il vero è quello che impensierisce meno.
Non è che ci vorrà gran che per avere un SOC con le stesse prestazioni di M1 o anche superiori.
Qui piuttosto penso che il vero scalino da superare è quello di mettere giù un primo ecosistema fatto bene tra SO e software disponibile. Cosa che Apple gestisce internamente ma che invece in ambito PC è più difficile.
frankie25 Maggio 2021, 10:07 #3
Quando obbligheranno gli sviluppatori a fare entrambe le versioni di un sw allora si che vedremo. Sarà possibile obbligare? Non lo so.
dontbeevil25 Maggio 2021, 10:40 #4
Originariamente inviato da: frankie
Quando obbligheranno gli sviluppatori a fare entrambe le versioni di un sw allora si che vedremo. Sarà possibile obbligare? Non lo so.


esatto, e' questo il problema, apple se lo puo' permettere, da un giorno all'altro depreca il vecchio e tutti a seguire.

MS appena prova a deprecare qualcosa, le aziende iniziano a piangere in cinese anche per modificare una sola linea di codice e gli utenti si lamentano che l'app degli anni 80 che utilizzavano fino a ieri, non gira piu'
demon7725 Maggio 2021, 12:34 #5
Originariamente inviato da: frankie
Quando obbligheranno gli sviluppatori a fare entrambe le versioni di un sw allora si che vedremo. Sarà possibile obbligare? Non lo so.


Salvo la presenza di accordi ben definiti direi proprio di no.
Mi fa ben sperare comunque l'effetto Apple che già si fa sentire.. tutti i big hanno dovuto mettere mano ai loro prodotti per adattarli al nuovo sistema Apple.. passare anche a win on ARM il passo è breve.
MikDic26 Maggio 2021, 08:58 #6
Ma scusate i chromebook ??
dontbeevil26 Maggio 2021, 11:17 #7
Originariamente inviato da: MikDic
Ma scusate i chromebook ??


In che senso
MikDic26 Maggio 2021, 18:26 #8
@dontbeevil
volevo dire che non esiste solo l'apple e windows. Questi processori possono essere usati anche da sistemi basati su linux, e sebbene linux su desktop nonostante esite e se ne parli da anni, non ha mai raggiunto con tutte le sue varianti percentuali importanti, negli ultimi anni, soprattutto negli Usa i chomebook nelle scuole si sono fatti molta strada, complice il costo e peso basso (prima era un feudo apple). La discussione mi sembra si sia molto concentrata sul problema (vero) della retrocompatibilitò del software in ambiente windows ma il mondo è piu vario.
dontbeevil26 Maggio 2021, 18:54 #9
Originariamente inviato da: MikDic
@dontbeevil
volevo dire che non esiste solo l'apple e windows. Questi processori possono essere usati anche da sistemi basati su linux, e sebbene linux su desktop nonostante esite e se ne parli da anni, non ha mai raggiunto con tutte le sue varianti percentuali importanti, negli ultimi anni, soprattutto negli Usa i chomebook nelle scuole si sono fatti molta strada, complice il costo e peso basso (prima era un feudo apple). La discussione mi sembra si sia molto concentrata sul problema (vero) della retrocompatibilitò del software in ambiente windows ma il mondo è piu vario.


ah capito, bhe si vede che quelli che hanno partecipato alla discussione non hanno interesse per i chromebook, tu potevi offrire qualche spunto se ti interessava
MikDic26 Maggio 2021, 20:40 #10
@dontbeevil
Io dopo uno strano, continuo e fastidiosissimo problema con un pc di marca e con windows 10 originale (!), ma riformattato, ho messo a mia figlia ubuntu e libre office.. : felicissima e nessun complesso di inferiorità a scuola, dad etc ... L'obbligo di usare file di documenti e sistemi "aperti" ha finalmente reso davvero usabile linux, e non rilegarlo agli informatici e smanettoni di turno. Prima non era cosi. Se nel prossimo futuro si trovasse un pc con questo procio o simile da 200/300 euro, potrebbe essere giocarsela con pc windows da 300/500 euro

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^