SiPearl e ARM per lo sviluppo di una CPU europea

SiPearl e ARM per lo sviluppo di una CPU europea

L'azienda francese SiPearl si allea con ARM per usarne l'architettura Zeus di nuova generazione, per lo sviluppo di un processore completamente europeo richiesto dalla EU

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Processori
ARM
 

SiPearl è un'azienda francese di recentissima costituzione che ha annunciato un accordo con l'inglese ARM, per la fornitura da parte di quest'ultima della propria piattaforma di nuova generazione Neoverse indicata con il nome in codice di Zeus, assieme all'ecosistema software a questo abbinata, per lo sviluppo interno di un proprio microprocessore atteso per il 2022. I core ARM della serie Zeus appartengono alla famiglia Neoverse, successori di quelli Ares.

SiPearl ha ricevuto il suppporto da parte della European Processor Initiative (EPI) ,un consorzio sviluppato dalla Commissione Europea per supportare la creazione di un microprocessore europeo che comprende 27 differenti partner provenienti dal mondo dell'industria e della ricerca.

La roadmap di sviluppo di SiPearl è strettamente legata alle differenti finalità di risultato alle quali l'Unione Europea punta con questa iniziativa, tra le quali sono segnalate il mondo dell'High Performance Computing, quello dell'intelligenza artificiale e della connettività di dispositivi mobile.

Lo sviluppo di un microprocessore in Europa permetterà alla Comunità Europea di gestire il proprio sviluppo in modo indipendente in ambiti fondamentali in chiave futura quali la ricerca, la salute, le previsioni del tempo, la gestione dell'efficienza energetica, il comparto chimico, ingegneristico, della cybersecurity e delle smart cities.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
okorop22 Aprile 2020, 10:30 #1

Come buttare via i soldi

Come buttare via i soldi dei contribuenti europei, come nel caso di Galileo....serve a finanziare solamente società tedesche e francesi buttando via una marei di soldi per un buco nell'acqua...
Riky197922 Aprile 2020, 10:48 #2
Come molte iniziative europee sono interessanti e meritevoli di attenzione, è solo il modo su come vengono poi sviluppate che è negativo!

Sulla questione CPU dipende da cosa si vuole ottenere, una cpu per uso specifico su progetti industriali come possono essere i robot, droni, aerei, macchine mediche, etc allora ha senso in modo da avere qualcosa di non vincolato con estero.
Va ancora bene per sistemi supercomputer etc.
Ma se si dovesse passare a soluzione consumer, consideriamo anche i pc delle istituzioni etc, si avrebbe di fronte un problema di software; certo c'è Linux, anche Win10 può girare su ARM ma non è il SO il problema sono i software che andrebbero riscritti ed adeguati alla nuova CPU; si dovrebbe quindi prevedere in questo caso una valutazione di acquisto della licenza CPU x86, del resto i cinesi con VIA hanno ottenuto quello.
Rimane poi il problema della produzione, se le spediamo a produrre fuori UE siamo come prima in ogni caso, servirebbe affiancare anche delle fabbriche per produrre le cpu in questione.
genesi8622 Aprile 2020, 11:10 #3
Originariamente inviato da: okorop
Come buttare via i soldi dei contribuenti europei, come nel caso di Galileo....serve a finanziare solamente società tedesche e francesi buttando via una marei di soldi per un buco nell'acqua...


Perchè cosa non ha funzionato in Galileo? i satelliti sono in orbita e molti dispositivi ne fanno già uso nonostante non sia ancora completo. Questi commenti mi ricordano quelli qualunquisti ai tempi della costituzioni del consorzio AIRBUS "impossibile", "soldi buttati" bla bla bla... in pochi anni noi Europei siamo diventati il primo costruttore di aeromobili civili al mondo. Ai tempi l'Italia decise di non partecipare al progetto, preferendo buttare ancora qualche miliardo in spesa assistenzialistica. Però si dai, il problema sono sempre i tedeschi ed i francesi
Ashitaka36022 Aprile 2020, 12:23 #4
Originariamente inviato da: genesi86
Perchè cosa non ha funzionato in Galileo? i satelliti sono in orbita e molti dispositivi ne fanno già uso nonostante non sia ancora completo. Questi commenti mi ricordano quelli qualunquisti ai tempi della costituzioni del consorzio AIRBUS "impossibile", "soldi buttati" bla bla bla... in pochi anni noi Europei siamo diventati il primo costruttore di aeromobili civili al mondo. Ai tempi l'Italia decise di non partecipare al progetto, preferendo buttare ancora qualche miliardo in spesa assistenzialistica. Però si dai, il problema sono sempre i tedeschi ed i francesi


Non puoi fallire se non fai mai niente.

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Aspetta... Ma l'Italia è sempre sull'orlo del fallimento perché non riescono mai a decidere un progetto o una riforma che vada al di là dell'orizzonte temporale tra un'elezione e l'altra... Oh cacchio.

Sarà mica che per certi progetti si preferiscono Francia Germania e Regno Unito perché sono più affidabili di noi e perché i loro governi investono attivamente nella scuola e sulla ricerca anziché pensare solo far contenti i pensionati (ergo, quelli che votano) in vista della successiva tornata elettorale? Nah, deve essere colpa di Soros...
DarIOTheOriginal23 Aprile 2020, 12:38 #5
Questo processore serve a essere certi che non ci siano backdoor nei processori, per essere certi che si sta usando hardware affidabile.
Scusate se è poco, per i governi è fondamentale.
LMCH23 Aprile 2020, 16:49 #6
Se non sbaglio ci sono anche altre aziende, la Tachyum con le cpu Prodigy (architettura Explicit Data Graph Execution) e non mi stupirei se spuntassero proposte basate su ISA Risc-V.
cdimauro09 Maggio 2020, 23:29 #7
Sarebbe meglio che si affidassero a RISC-V, se volessero avere le mani completamente libere.

Oppure realizzare una nuova architettura che non abbia alcun vincolo, e soprattutto che ne diriga lo sviluppo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^