Sino a 28 core per socket nelle future CPU Intel Xeon

Sino a 28 core per socket nelle future CPU Intel Xeon

Attesa per il 2017, la piattaforma Intel Purley sarà abbinata ai processori Xeon con architettura Skylake e offrirà un numero di core per socket mai visto prima, abbinati a controller DDR4 a 6 canali

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 17:35 nel canale Processori
IntelXeon
 

Le prossime generazioni di processore Intel Xeon, attese al debutto a partire dal prossimo anno, vedranno un incremento nel numero di core messi a disposizione di ogni socket con un passaggio dagli attuali 18 di massimo sino a 22 e 24, a seconda della versione di processore. La fonte di qeste informazioni è il forum del sito web Anandtech: a questo indirizzo sono state pubblicate alcune slide interne di Intel che riportano informazioni dettagliate sulle future piattaforem server di Intel.

Tutto questo verrà ottenuto mantenendo le stesse piattaforma in uso al momento attuale, quelle Brickland e Grantley. Per le soluzioni Xeon E5 v4 il numero massimo di core salirà sino a 22, raggiungendo la soglia di 24 per i modelli Xeon E7 v4. Per entrambe le soluzioni l'architettura alla base sarà quella Broadwell, con declinazioni indicate rispettivamente con i nomi di Broadwell-EP e Broadwell-EX.

intel_purley.jpg (68441 bytes)

La vera novità riguarda però le piattaforme Purley attese nel 2017, abbinate a nuovi processori Intel Xeon basati su architettura Skylake. Per queste proposte troveremo al debutto versioni di processore dotati di un massimo di 28 core tanto nelle declinazioni Skylake-EP come in quelle Skylake-EX, il tutto in abbinamento a controller memoria DDR4 a 6 canali quindi con un incremento del 50% nel numero di canali rispetto alle piattaforme di precedente generazione.

Oltre a questo le nuove pattaforme Purley includeranno supporto a controller PCI Express Gen 3.0 con un massimo di 48 linee, configurabili in blocchi 16x, 8x oppure 4x a seconda delle specifiche necessità. La nuova piattaforma vedrà anche per la prima volta l'integrazione del supporto alle interconnessioni Omni-Path 100Gb, oltre al bus UPI. Non mancherà il supporto alle nuove istruzioni AVX-512, accanto ad un semsibile miglioramento del rapporto tra prestazioni velocistiche e consumi complessivi dei processori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AleLinuxBSD29 Maggio 2015, 08:10 #1
Curioso di quali modelli, sebbene con un minore numero di core, dispongano di frequenze elevate, supponendo che esista una corrispondenza, al livello di frequenza, con le prestazioni disponibili nelle architetture precedenti.
Fattore particolarmente rilevante, nel caso di usi generalistici professionali, specialmente se fosse abbinabile con la serie E3, cioè single-core.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^