Si invertono i ruoli: è Intel che ridurrà i prezzi dei propri processori

Si invertono i ruoli: è Intel che ridurrà i prezzi dei propri processori

Nel corso del 2020 Intel potrebbe intervenire a stimolare la domanda di mercato dei propri processori anche grazie ad una riduzione dei listini: una manovra commerciale in genere utilizzata dalla rivale AMD

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Processori
CoreIntelAMDRyZenThreadripper
 

Sembra proprio che la contrapposizione tra Intel e AMD nel mercato dei processori si giocherà, nel corso dei prossimi mesi, utilizzando la leva di prezzi sempre più ridotti. Cambiano però i ruoli rispetto al passato: è infatti Intel l'azienda dalla quale ci si attende un taglio dei propri listini, così da poter offrire soluzioni maggiormente competitive rispetto a quelle della concorrente AMD.

Abbiamo già visto in opera questa strategia nel recente passato con il debutto dei processori Core-X di decima generazione. Con queste CPU, disponibili in versioni sino a 18 core, Intel ha di fatto ridotto i prezzi sino a giungere ad un loro dimezzamento rispetto a quelli delle CPU di precedente generazione e pari numero di core. Tutto questo per limitare il vantaggio delle proposte AMD Ryzen Threadripper, che al contrario hanno visto un incremento di prezzo rispetto alle proposte di precedente generazione.

Digitimes riporta a riguardo informazioni provenienti dai produttori di PC asiatici, secondo le quali sarà soprattutto nel corso della seconda metà dell'anno che Intel praticherà riduzioni nei prezzi dei propri processori con l'obiettivo di mantenere la propria quota di mercato complessiva.

Non sappiamo al momento come Intel praticherà questo intervento sui prezzi dei processori e quanto questo avrà ricadute nel mercato retail. E' facile prevedere che questa azione commerciale avrà ripercussioni dirette nei prezzi dei processori acquistati dai clienti OEM di Intel; le variazioni previste per il mercato retail, quindi sui prezzi dei prodotti venduti dai partner agli utenti finali, sono invece ancora da definire.

C'è inoltre da capire quali processori nella gamma di CPU Intel saranno oggetto di questi interventi sui prezzi. Non si esclude che il debutto delle CPU Intel Core di decima generazione per sistemi desktop appartenenti alla famiglia Comet Lake-S potrà essere caratterizzato da listini già più contenuti rispetto a quelli attesi, alla luce dei listini attuali dei modelli che andranno a sostituire.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
D4N!3L322 Gennaio 2020, 08:54 #1
Dal debutto di fatto ancora non si vede una mazza sul mercato per i nuovi processori intel.
Yuhuuu ehi inteeeeel, ci sei?
MikDic22 Gennaio 2020, 09:46 #2

W La concorrenza, ABBASSO le lobby ed i fanboy :/

.. ed ho detto tutto ;P
demon7722 Gennaio 2020, 10:03 #3
Abbiamo dovuto aspetare parecchio per vedere di nuovo della concorrenza seria ma finalmente ci siamo.
batou8322 Gennaio 2020, 10:23 #4
Ok, allora aspetto il 9900k a 300 euro...
frank808522 Gennaio 2020, 10:54 #5
l'ultima volta che hanno scontato la serie desktop mainstream era molto tempo fa, sicuramente prima dell'uscita dei ryzen 3000, ed è stato un taglio piuttosto contenuto che in via definitiva non è servito quasi a nulla perchè 500 eur per 9900k restano altissimi.
quindi dubito fortemente che vedremo una proposta top di gamma a 300 eur. forse l'equivalente del 9700k potrebbe avvicinarsi (senza toccare) mentre ora resta quasi a 400 eur.
per ora l'unica garanzia è che non vedremo il successore del 9900k allo stesso prezzo in cui si è visto il 9900k entro i primi trimestri dal lancio del 2018, ovvero oltre 600 eur.

ps. per essere vagamente concorrenziali con un 10 core dovrebbero stare entro o al di sotto al prezzo uff. del 3900x ovvero 499$ (seppur 3900x sia 12 c). teoricamente anche 9900k aveva questo prezzo ufficiale ma lo shortage aveva fatto si che alle volte potevi trovarlo a 650€. quindi visto che lo shortage c'è ancora e la disponibilità non sarà alta e visto che intel è molto restia secondo me a lanciarlo a 399$ per esempio... credo sarà comunque inarrivabile per molti, i quali continueranno a ordinare 3700x (casi comuni) o 3900x nel casi più rari. sarà più che altro una battaglia per andare ad acquisire i clienti che di norma prenderebbero 3900X, non certo per riprendersi clienti che di norma prenderebbero 3700x
ovviamente spero di sbagliarmi su queste previsioni
kamon22 Gennaio 2020, 11:13 #6
La concorrenza fa questo genere di miracoli, quanto sarebbe bello se si unisse qualche altro concorrente al tavolo? ...Samsung? Huawei? Nvidia? Sognare non costa nulla.
Bradiper22 Gennaio 2020, 12:41 #7
Io vorrei cambiare il mio pentium g3220 con un i3 soket 1150, ma pur essendo un processore vecchio costa troppo per i mie gusti.
Sputafuoco Bill22 Gennaio 2020, 13:13 #8
I Comet Lake-S per desktop quando escono ?
Bluknigth22 Gennaio 2020, 13:26 #9
Non mi aspetto un grande cambiamento la retail.

Chi beneficerà di questa situazione sono i produttori di PC.
Che hanno due spinte verso AMD in questo momento:
- lo shortage prolungato di Intel che sembra quasi un partner inaffidabile
- il mondo assemblato che spinge sempre più verso le soluzioni AMD.

Può sembrare strano ma indicazioni come quelle di Mindfactory con oltre l’80% delle cpu vendute marchiate AMD è un buon segnale per l’industria di dove vanno i gusti degli acquirenti.
E se adesso AMD diventa competitiva lato notebook i produttori che avranno quei prodotti potrebbero avere più successo a discapito degli altri.

E se succede Intel in questo momento non può far altro che lavorare sui prezzi e forzare le partnership con grandi sconti.

Per altro non è detto che questo si traduca per forza in una discesa equivalente del prezzo dei PC.
La mia paura è che Intel spinga per mantenere di nicchia i prodotti AMD è che risarcisca gli OEM dei mancati introiti dovuti allo shortage con margini più alti sui processori.
Spyto22 Gennaio 2020, 13:27 #10
Originariamente inviato da: kamon
La concorrenza fa questo genere di miracoli, quanto sarebbe bello se si unisse qualche altro concorrente al tavolo? ...Samsung? Huawei? Nvidia? Sognare non costa nulla.

Ti quoto in pieno. Sarebbe proprio bello avere qualche altra squadra.
Abbassamento dei prezzi è sempre gradito

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^