Si espande la gamma di cpu Turion 64

Si espande la gamma di cpu Turion 64

AMD aggiunge una nuova versione di processore Turion 64 alla propria gamma di cpu per sistemi notebook

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Processori
AMD
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sirus05 Ottobre 2005, 16:08 #11
ma i dual core turion64 non sono ancora stati annunciati??? peccato sarebbe sicuramente soluzioni interessanti...
dins05 Ottobre 2005, 16:48 #12
Originariamente inviato da: sirus
ma i dual core turion64 non sono ancora stati annunciati??? peccato sarebbe sicuramente soluzioni interessanti...



che ci sarà è poco ma sicuro....
è stato anche mostrato funzionante
http://www.hwupgrade.it/articoli/cpu/1338/5.html
il quando è piu' incerto:
http://news.amdplanet.it/archivio/news/1/4012
http://www.dinoxpc.com/News/news.as...9&What=news
http://www.tomshw.it/business.php?g...age=idf_2005-10
http://www.hardwaremax.it/notizia/CPU/1776.aspx

sicuramente 2006....chi parla primo trimestre, chi no.....
IMHO la diffusione sarà lenta (complice anche l' "inerzia" dei produttori di notebook verso AMD in generale per ben noti motivi) quindi io nei miei progetti di upgrade futuro ho appunto pensato all'estate o piu' probabilmente tra un annetto...
realisticamente.....
shuttle05 Ottobre 2005, 18:00 #13
Quello che non riesco a capire è come fa la serie MT a consumare ben 10 Watt in meno della serie ML, visto che le caratteristiche di frequenza, bus e processo produttivo sono identiche. A parte questo mi sembra di capire che il vantaggio rispetto ai pentium m e anche maggiore visto che i consumi comprendono anche il controller di memoria integrato.
bjt205 Ottobre 2005, 18:21 #14
Sono esemplari più "fortunati", che possono funzionare a Vcore più basse. Poichè la potenza dipende dal quadrato della tensione...
tuasora05 Ottobre 2005, 18:29 #15
Originariamente inviato da: bjt2
Poichè la potenza dipende dal quadrato della tensione...

Se fossi in te mi andrei a ripassare un po' di fisica o elettronica ...
bjt205 Ottobre 2005, 18:39 #16
P=V^2/R, mi pare...
tuasora05 Ottobre 2005, 19:31 #17
La potenza o meglio i watt dipendono dai volt e dagli amper va=v*a e watt=va quando il coef di sfasamento è unguale ad uno... del resto non sono un tecnico ma un aspirante commercialista...
Mystico05 Ottobre 2005, 20:34 #18
Poichè la potenza dipende dal quadrato della tensione...


Non bestemmiamo per carità!

La potenza o meglio i watt dipendono dai volt e dagli amper va=v*a e watt=va quando il coef di sfasamento è unguale ad uno... del resto non sono un tecnico ma un aspirante commercialista...


Io sono un tecnico elettrotecnico, vi spiego un po di cose.

Il cos(fi) si prende in considerazione SOLO nelle tensioni alternate, in continua il cos(fi) non esiste.

P=V^2/R, mi pare...





Cerco di fare un po di luce.
In continua si fa cosi:

V=R*I trovate la tensione espressa in Volt

R=V/I trovate le resistenza espressa in OHM

I=V/R trovate la corrente in Amper

P=V*I trovate la potenza espressa in Watt.


Spero di aver chiarito.
Kres05 Ottobre 2005, 21:06 #19
Che io sappia la cosa è un po' diversa. Per gli integrati CMOS il consumo è limitato alle commutazioni, il consumo statico è trascurabile, perchè la corrente di polarizzazione è trascurabile: il consumo è dovuto alla potenza dissipata nelle capacità parassite e di carico degli integrati stessi.
L'energia assorbita (dissipata più accumulata) durante una transizione basso alto è E=CV^2. Nel passaggio opposto (alto-basso) l'energia immagazzinata è persa ==> da cui a una frequenza di clock f si ha una potenza dissipata pari a Pd=C*f*Vcc^2.
Poi ci sarebbero altre cose da dire riguardo alle capacità, in ogni caso la potenza è, con buona approssimazione, proporzionale al quadrato della tensione di alimentazione.
Fx05 Ottobre 2005, 22:27 #20
e ciò dimostra che un conto è sapere le formule, un conto è capirle

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^