Sempron a 90 nanometri: sul mercato da Novembre

Sempron a 90 nanometri: sul mercato da Novembre

AMD è al lavoro per la realizzazione di processori Sempron a 90 nanometri, che dovrebbero essere commercializzati nel mese di Novembre

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:28 nel canale Processori
AMD
 

Secondo alcune fonti molto vicine ad AMD pare che la compagnia abbia intenzione di immettere sul mercato una nuova revisione "D0" del processore Sempron 3100+, rispetto all'attuale "CG". La prima, sostanziale, differenza tra le due revisioni è il passaggio dal processo produttivo a 130 nanometri a quello a 90 nanometri. Il CPU ID del nuovo processore sarà 00010FC0h e sarà marchiato come SDA3100AIO3BA e SDA3100BABOX.

Sempron è l'attuale proposta value di AMD che va a scontrarsi con i processori Celeron D di casa Intel. Sempron non implementa le estensioni a 64 bit ma è caratterizzato dalla presenza della tecnologia AMD Enhanced Virus Protection che preserva la memoria di sistema dall'esecuzione di codice potenzialmente dannoso.

Il nome in codice di questa nuova versione di Sempron non è ancora definito. Secondo alcuni documenti che AMD ha inviato ai propri clienti, il primo processore Senmpron 3100+ a 90 nanometri avrà la medesima revisione dei processori Athlon 64 "Winchester" a 90 nanometri, ovvero "D0". La differenza tra Sempron e Athlon 64 è da ricercarsi, oltre che nell'assenza delle funzionalità a 64 bit, nel minore quantitativo di cache L2, ovvero 256KB contro 512KB.

Con grossa probabilità AMD realizzerà un processore pin-to-pin compatibile con la revisione CG, in grado di operare già con le attuali schede madri 754. Sarà, in ogni caso, necessario un nuovo BIOS per il riconoscimento del nuovo CPU ID.

La validazione finale del prodotto sarà effettuata più avanti ed il primo processore Sempron a 90 nanometri dovrebbe essere consegnato a partire dal 1 Novembre 2004. La maggior parte dei processori sarà, come da tradizione, prodotta nella Fab 30 di Dresda. Il passaggio al processo 90 nanometri SOI (Silicon-On-Insulator) permetterà alla compagnia di ridurre i costi di produzione.

Secondo le recenti roadmap di AMD, la compagnia dovrebbe rilasciare processori desktop, server e mobile a 90 nanometri nell'anno in corso, sebbene non vi siano ancora date indicative per il lancio dei prodotti.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Aryan24 Settembre 2004, 12:37 #1
Ma i 0.90 anche per il SocketA???
Iociprovo24 Settembre 2004, 12:39 #2
Sarà interessante vedere se ne introdurranno anche per socket A...
MiKeLezZ24 Settembre 2004, 12:40 #3
Credo che il socket A sia ad un passo dalla tomba.
Comunque ottima questa notizia, AMD ha rinnovato tutto il proprio parco di processori a ,09 e finalmente riesco un po' a districarmi meglio fra i suoi prodotti
Amurabi24 Settembre 2004, 12:42 #4

Ne prendo 2

Qui Amd ed Intel fanno 1 scorr...ia e si accende la banda
del paese ... e che sara' mai 0,09 0,065 ma mi faccia il piacere.
L'unica notizia interessante e' il passaggio di Amd ai cilindri (quelli da cui escono i Proci) di 300mm visto che cio' dovrebbe portare ad una riduzione del prezzo. Vorrei un Cpu 939 acquistabile non proibitiva come ora
Dox24 Settembre 2004, 12:44 #5
non capisco il senso di continuare a fare cpu "nuove" su sochet754 quando si sà che entro breve si sposterà tutto su 939 è ridicolo..
Iociprovo24 Settembre 2004, 12:47 #6
Si, e gli utenti che hanno preso il socket 754?
Io credo che sia meglio così, perchè altrimenti seguendo la tua logica ogni 6 mesi bisognerebbe cambiare sia mobo che processore...
magilvia24 Settembre 2004, 12:54 #7
No il socket 754 rimarrà per molto tempo ancora per le fascie entry level come appunto il sempron.
Comunque mi sembra che il passaggio di amd ai 0.09 sia stato molto più lineare e meno traumatico di quello della Intel. Correggetemi se sbaglio. Quindi ciò significa che è stato più facile e meno costoso passare ai 0.09 per AMD, per fortuna oserei dire...
overclock8024 Settembre 2004, 13:12 #8
Sicuramente anche AMD ha avuto delle difficolta del pasaggio agli 0.09 micron.

Il vantaggio è stato che visti i problemi del Prescott e le sue prestazioni non esaltanti, oltre che alla difficoltà a far uscire prescott con clock elevati, AMD ha potuto prendersela molto comoda e tenere il passo ( anzi stare davanti) con le cpu a 0.13 micron.
luxo24 Settembre 2004, 13:42 #9
si amd ha avuto meno problemi perchè vanta di meno Mhz e pare che intel si sia scontrata con il fattore clock elevato. E questo perchè il suo p4 è vecchio di anni mentre un a64 vanta di una struttura molto più nuova.
altrimenti non si spiega come possa compentere con 1000Mhz in meno
insomma, è innegabile che prescott e LGA775 siano lo stesso procio da anni, con al massimo qualche modifica marginale.
mentre l'a64 è un altro mondo
Dumah Brazorf24 Settembre 2004, 15:05 #10
Inutile pensare ad un 0.09 su SocketA, non ha alcun senso e utilità.
Ciao.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^