Sempre più potenti le CPU Intel Atom del futuro

Sempre più potenti le CPU Intel Atom del futuro

Importanti piani di sviluppo per i processori Atom: Intel conferma una roadmap aggressiva per i prossimi anni, fatta di evoluzione costante e prestazioni sempre più vicine a quelle delle CPU della famiglia Core

di pubblicata il , alle 13:31 nel canale Processori
IntelAtom
 

In occasione di un meeting con investitori e analisti, tenuto la scorsa settimana, il CEO di Intel Brian Krzanich ha anticipato quelli che sono i piani futuri di espansione dell'azienda per quanto riguarda la gamma di processori della famiglia Atom.

La strategia alla base è molto chiara: portare queste soluzioni ad essere sempre più vicine alle proposte della famiglia Core. Per poter ottenere questo risultato Intel introdurrà nelle proposte Atom un'architettura di tipo modulare, che dovrebbe permettere di accelerare sensibilmente il tasso di aggiornamento e innovazione delle future versioni di CPU.

Per la fine del 2015 Intel prevede di poter incrementare sensibilmente le prestazioni delle proprie soluzioni Atom, con un 5x a livello di CPU e un sorprendente 15x per quanto riguarda la componente GPU. Manca il riferimento ma crediamo sia all'attuale generazione Bay Trail disponibile in commercio.

Le soluzioni Atom della famiglia Bay Trail verranno sostituite dai modelli Cherry Trail nel corso della seconda metà del 2014. Per queste CPU, costruite con tecnologia produttiva a 14 nanometri, Intel adotterà architettura indicata con il nome in codice di Airmont in abbinamento ad una nuova generazione di GPU integrata.

A partire dalla metà del 2015 Intel presenterà le soluzioni Broxton, nome in codice delle CPU Atom che prenderanno il posto di quelle Cherry Trail. Sarà con questi processori, dotati di componente CPU costruita su architettura Goldmont, che verrà adottato l'approccio modulare indicato dal CEO, grazie al quale poter accelerare i tempi di sviluppo delle successive CPU Atom.

Passando al segmento di fascia entry level Intel proporrà nel corso della seconda metà del prossimo anno il chip indicato con il nome di SoFIA, il primo di Intel ad integrare un modem cellulare. La prima versione sarà compatibile solo con reti 3G e sarà costruita da fabbriche produttive non di Intel, così da velocizzarne i tempi di realizzazione e di ingresso sul mercato. In un secondo tempo Intel proporrà una versione aggiornata con supporto a connettività LTE e una logica hardware sviluppata internamente dall'azienda riportandone la produzione all'interno.

E' evidente come Intel voglia continuare a sviluppare le soluzioni Atom con un tasso di aggiornamento molto più frequente rispetto a quanto non sia accaduto in passato con le proposte Atom di prima generazione. C'è inoltre da considerare come queste architetture siano adatte all'utilizzo con dispositivi mobile a più basso consumo: l'ambito degli smartphone è quello nel quale l'azienda americana è chiamata ad essere maggiormente presente rispetto a quanto non lo sia al momento attuale, così da cogliere nuove opportunità commerciali che compensino le difficoltà del tradizionale settore dei PC.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar25 Novembre 2013, 18:25 #1
Ma dai... sempre più potenti? Chi l'avrebbe mai detto che un processore nel tempo e con l'evoluzione dei processi produttivi diventa sempre più potente?

comunque vista la mancanza di riferimenti, non escluderei affatto l'idea che il riferimento non siano gli Atom attuali ma i primi atom.
A meno che non intendano proporre soluzioni che aumentino notevolmente il numero di core.

Francamente un aumento di prestazioni del genere a parità di consumi (che sarebbe esattamente l'informazione che sarebbe interessante conoscere) mi sembra poco plausibile.
LMCH25 Novembre 2013, 18:59 #2
Come al solito Intel ha un fantastico piano ... basato sul fatto che clienti e concorrenti facciano esattamente quello che si aspetta.
Nel corso della metà del 2014 usciranno con un modem 3G integrato ?

Ma se quest'anno Qualcomm gli ha fatto un co grosso coma una casa fregandogli tutti i potenziali clienti perchè era più avanti sul 4G mentre loro erano fermi sul 3G, ora vogliono rifare la stessa figura con i modem integrati ?

Perchè non credo che in Qualcomm se ne siano rimasti con le mani in mano (specialmente perchè prevedibilmente vogliono avere qualcosa in fascia bassa per tenere a bada Mediatek oltre che Intel).
ciocia25 Novembre 2013, 20:00 #3
L'importante è che mantengano bassi i consumi. Il mio muletto D410 monocore e' veramente lento, ma consuma solo 14w, perfetto per uso p2p. Quando mai dovro' sostituirlo, vorrei si maggior potenza, ma soprattutto vorrei rimanere sui 15w.
Vash_8525 Novembre 2013, 20:09 #4
Ultimamente i sogni di grandezza di intel sembrano interrotti sempre più di sovente da arm...
http://www.bitsandchips.it/perche-b...izzato-da-intel
Ho trovato questa "preview" su bay trail vs arm piuttosto interessante.
dobermann7725 Novembre 2013, 22:10 #5
Originariamente inviato da: Vash_85
Ultimamente i sogni di grandezza di intel sembrano interrotti sempre più di sovente da arm...
http://www.bitsandchips.it/perche-b...izzato-da-intel
Ho trovato questa "preview" su bay trail vs arm piuttosto interessante.


Spesso la gente non si rende conto che è Intel che sta invadendo il mercato di arm, e non viceversa. Non c'e' fretta...
Dane25 Novembre 2013, 23:02 #6
Originariamente inviato da: ciocia
L'importante è che mantengano bassi i consumi. Il mio muletto D410 monocore e' veramente lento, ma consuma solo 14w, perfetto per uso p2p. Quando mai dovro' sostituirlo, vorrei si maggior potenza, ma soprattutto vorrei rimanere sui 15w.


mobo b75, celeron g1610, 2 banchi di ram, disco ssd e disco 2,5" 5400giri, con picopsu e un po' di undervolt = 17W in idle (55w in full load)

Per il p2p stra-basta un arm (e starai con un disco da 2,5 attorno ai 5w).
LMCH25 Novembre 2013, 23:52 #7
Originariamente inviato da: dobermann77
Spesso la gente non si rende conto che è Intel che sta invadendo il mercato di arm, e non viceversa. Non c'e' fretta...


Il problema è che il settore in cui ARM domina si sta mangiando quello in cui dominano gli x86.
[U]Per ora[/U] non c'è fretta, ma se non sta attenta Intel rischia di fare la fine dei produttori di cpu "di fascia alta" che si ritrovarono fuori mercato perchè il settore dominato dagli x86 si stava espandendo a loro spese.
matint217 Dicembre 2013, 21:17 #8
speriamo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^