Samsung, l'Exynos con GPU AMD Radeon a bordo di un portatile Windows?

Samsung, l'Exynos con GPU AMD Radeon a bordo di un portatile Windows?

Il primo SoC Samsung Exynos con grafica AMD Radeon (RDNA) potrebbe arrivare nella seconda metà dell'anno a bordo di un portatile Windows. Secondo le ultime indiscrezioni, Samsung potrebbe usarlo al posto dello Snapdragon di Qualcomm sul Galaxy Book S.

di pubblicata il , alle 14:21 nel canale Processori
ExynosSamsungRadeonAMDRDNA
 

Risale all'inizio di giugno 2019 l'intesa tra Samsung e AMD per portare l'architettura RDNA nel mondo mobile. Da allora il progetto è andato avanti a fari spenti, ma quest'anno sembra essere l'anno buono: nella seconda metà dell'anno Samsung svelerà maggiori dettagli di un progetto che, probabilmente, interesserà anche il mondo dei portatili.

L'azienda sudcoreana e AMD non hanno mai specificato l'indirizzo di mercato di questa partnership, limitandosi a parlare genericamente di applicazioni mobile. Si è subito pensato agli smartphone, ma forse il primo frutto di questo rapporto potrebbe approdare su un portatile. Stando alle ultime indiscrezioni, il primo SoC Samsung-AMD potrebbe chiamarsi Exynos 2200 e arrivare su un notebook Windows atteso nella seconda metà dell'anno.

Certo, questo non esclude l'uso del chip - magari con specifiche leggermente più contenute - in uno smartphone di fascia alta, ma sembra che Samsung voglia sfruttare appieno la licenza ottenuta da AMD e diventare una concorrente di Qualcomm nel panorama dei notebook ARM con sistema Windows. L'azienda sudcoreana propone portatili con chip ARM, come il Galaxy Book S, ma finora si è avvalsa dei chip Snapdragon della rivale.

La mossa di Samsung potrebbe non solo slegarla da Qualcomm, ma sul lungo periodo anche da Intel e più in generale dai chip x86, mettendosi sullo stesso cammino imboccato da Apple. Allo stesso tempo, Samsung potrebbe - ma questo dipende dall'intesa con AMD - vendere il nuovo Exynos ad altre realtà come Lenovo, Asus e così via, dando ulteriore linfa al proprio mercato dei chip.

L'architettura ARM sembra destinata a giocare un ruolo sempre maggiore nel mondo dei PC, cambiando lo status quo che vediamo da decenni. Prepariamoci a una lotta a colpi di innovazione, con Intel e AMD che dovranno prepararsi a difendere la propria posizione da una concorrenza agguerrita - di questo abbiamo già scritto trattando le sfide che attendono il nuovo CEO di Intel Gelsinger.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk26 Febbraio 2021, 15:05 #1
Con l'emulazione di programmi a 64 bit ??
NO grazie ...
frankie26 Febbraio 2021, 15:17 #2
Se l'evoluzione è ARM, è giusto seguirla, senza portarsi dietro tutto il carrozzone legacy, o meglio avere a disposizione tutti e due i dispositivi.
AlexSwitch26 Febbraio 2021, 16:35 #3
Altre slide Intel in arrivo....
Coyote7426 Febbraio 2021, 18:02 #4
Originariamente inviato da: phmk
Con l'emulazione di programmi a 64 bit ??
NO grazie ...


Beh, si suppone che il sistema si evolva e venga finalmente supportato da Microsoft e dalle software house.
Comunque Apple ha tracciato la via, non si torna più indietro
pingalep26 Febbraio 2021, 18:12 #5
speriamo windows segua apple rapidamente, vorrei un simil macbook air m1 da 15 pollici con ram e ssd espandibile, e soprattutto schermo touch.
MaxVIXI26 Febbraio 2021, 23:36 #6
Originariamente inviato da: Coyote74
Beh, si suppone che il sistema si evolva e venga finalmente supportato da Microsoft e dalle software house.
Comunque Apple ha tracciato la via, non si torna più indietro


Mah... la cosa sembrava partita col botto ma già si stanno sedendo tutti...
mail9000it28 Febbraio 2021, 01:20 #7
Originariamente inviato da: Coyote74
Beh, si suppone che il sistema si evolva e venga finalmente supportato da Microsoft e dalle software house.
Comunque Apple ha tracciato la via, non si torna più indietro

La cosa é partita molto prima di Apple anche se sembrano tra i piú lanciati.

Originariamente inviato da: MaxVIXI
Mah... la cosa sembrava partita col botto ma già si stanno sedendo tutti...

Ancora oggi ci sono programmi windows che non hanno una versione a 64bit.
Il passaggio sará molto lungo.

Penso che l'abbandono di un retaggio x86 verso una nuova realtá tipo ARM sará di aiuto nella realizzazione di una architettura/strumenti software veramente orientata alla elaborazione parallela.
Ritengo che attualmente la cosa sia stata utilizzata e sfruttata solo su alcuni software e ci sia ancora molto da fare sotto questo aspetto e che il retaggio x86 (mono thread) sia un freno.
Vedremo.
cdimauro28 Febbraio 2021, 07:12 #8
Originariamente inviato da: mail9000it
Penso che l'abbandono di un retaggio x86 verso una nuova realtá tipo ARM sará di aiuto nella realizzazione di una architettura/strumenti software veramente orientata alla elaborazione parallela.

In che modo il solo cambio di architettura potrebbe avere qualcosa a che vedere con l'elaborazione parallela?

Detto in altri termini, quali sarebbero le caratteristiche (funzionalità, unità d'esecuzione dedicate, istruzioni, ... quello che vuoi) proprie di ARM che lo consentirebbero, e che sarebbero assenti da x86/x64?
Ritengo che attualmente la cosa sia stata utilizzata e sfruttata solo su alcuni software

Precisamente in base a cosa lo ritieni? E quali sarebbero questi software?
e ci sia ancora molto da fare sotto questo aspetto

Bene. Cosa, esattamente?
e che il retaggio x86 (mono thread) sia un freno.

x86/x64 è multi-process/thread da decadi...
Vedremo.

Anch'io. Infatti sono curioso di vedere i fatti / argomentazioni tecniche a supporto delle tue affermazioni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^