Qualcomm Snapdragon 850, il processore per Windows 10 su ARM

Qualcomm Snapdragon 850, il processore per Windows 10 su ARM

Qualcomm prepara lo Snapdragon 850, processore destinato ai dispositivi che utilizzeranno Windows 10 su ARM: il nuovo processore, pensato per i computer portatili, è uno Snapdragon 845 con maggiore frequenza di clock

di pubblicata il , alle 15:41 nel canale Processori
SnapdragonQualcommWindows
 

Qualcomm starebbe preparando una nuova versione dei propri processori Snapdragon destinata esplicitamente ai dispositivi dotati di sistema operativo Windows 10 su ARM. Noto come Snapdragon 850, il nuovo processore sarebbe pensato per essere inserito in computer portatili con maggiori capacità di dissipazione e sarebbe, pertanto, in grado di esprimere prestazioni migliori.

Il nuovo Snapdragon 850 sarebbe, in realtà, una variante dello Snapdragon 845 già in commercio caratterizzata da una maggiore frequenza di clock: dal momento che ne è previsto l'utilizzo in computer portatili e altri dispositivi simili, le capacità di dissipazione maggiori permettono di portare la frequenza di clock vicino ai 3 GHz.

Forse proprio l'avvento di nuovi processori in grado di esprimere prestazioni velocistiche migliori ha portato un maggior numero di produttori ad avvicinarsi a Windows 10 su ARM: al novero si uniscono infatti anche nomi come Dell, come scrive MSPowerUser, in aggiunta a produttori già noti come HP, ASUS e Lenovo.

Non è ancora noto quando questi nuovi dispositivi faranno il loro esordio, ma è possibile che i produttori vogliano sfruttare la cornice del Computex di Taipei per annunciare le novità.

Se i nuovi processori si riveleranno competitivi rispetto alle classiche soluzioni x86 il mercato potrebbe trarne giovamento per via della maggiore competizione, con indubbi vantaggi anche per l'utenza.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vash8831 Maggio 2018, 16:17 #1
Usando Oneplus 6 con Snapdragon 845 mi sono reso conto che non c'è più differenza prestazionale nella fruizione di contenuti tra uno smartphone e un PC. È incredibilmente veloce, non mi stupisce scoprire che i produttori di PC siano interessanti a montarlo su macchine Windows.
Portocala31 Maggio 2018, 16:57 #2
Detto poco. Il problema è proprio Windows visto che tu lo hai provato su Android.
eaman31 Maggio 2018, 17:17 #3
Originariamente inviato da: Portocala
Detto poco. Il problema è proprio Windows visto che tu lo hai provato su Android.


E non e' ancora tutto, gli applicativi che interessano agli utenti windows sono x86.
demon7731 Maggio 2018, 17:43 #4
Originariamente inviato da: Vash88
Usando Oneplus 6 con Snapdragon 845 mi sono reso conto che non c'è più differenza prestazionale nella fruizione di contenuti tra uno smartphone e un PC. È incredibilmente veloce, non mi stupisce scoprire che i produttori di PC siano interessanti a montarlo su macchine Windows.


Mettiamo i puntini sulle I:
Android è un sistema mobile che pesa un terzo rispetto a windows perchè semplicmente deve fare un decimo delle cose che fa windows.
Idem le APP.
"fruire contenuti" vuol dire fare un tot di operazioni classiche e quindi fortemente ottimizzate come usare internet, mail, gestire foto e video. Le cose classiche da smartphone insomma.

Se portiamo lo stesso processore in un pc con un sistema da pc e software da pc certamente le differenze saltano fuori alla svelta.

Da ricordare poi che come visto in una news qui nei giorni scorsi un atom di oggi ha una potenza paragonabile adu un core 2 quad. Tutt'altro che noccioline, mi ha sorpreso abbastanza sta cosa.
Vash8831 Maggio 2018, 18:17 #5
Sinceramente penso che il computer del futuro sarà sempre più OS agnostico. A lavoro usiamo la stragrande maggioranza di applicativi in Cloud. Se Microsoft non è all'altezza non vedo perché i produttori non si possano rivolgere a Chrome OS o fuchsia in futuro.
lucusta31 Maggio 2018, 20:24 #6
io sono 4 o 5 anni che uso applicativi cloud di microsoft...

(ed in verità, con il classico desktop remoto, anche quelli X86 su cellulare, lumia, naturalmente, quindi è tutto dire)...

Vash, ne hai ancora altre?
Zenida01 Giugno 2018, 14:19 #7
Ma qual è il vantaggio di usare ARM sui PC?
è solo una questione di consumi? Perchè se è per quello alla fine non è che ci siano grandissime differenze in termini di Watt e volendo si potrebbero fare degli x86 castrati per lavorare con consumi ancora più bassi (cosa che già esiste tra l'altro)

L'unica ragione che mi viene in mente è che a parità di consumi tra ARM e x86 i primi siano più potenti (o viceversa), altrimenti non ne vedo il vantaggio.

Ma se così fosse, Intel dovrebbe iniziare a preoccuparsi seriamente. Perchè lei non è stata in grado di entrare nel settore mobile ma presto potremmo vedere il settore mobile invadere quello desktop. Voglio dire se Windows inizia a girare su ARM con piene funzionalità e con un tradeoff maggiore tra consumi e potenza, allora gli x86 devono darsi una mossa o periranno nel prossimo futuro
demon7701 Giugno 2018, 15:44 #8
Originariamente inviato da: Zenida
Ma qual è il vantaggio di usare ARM sui PC?
è solo una questione di consumi? Perchè se è per quello alla fine non è che ci siano grandissime differenze in termini di Watt e volendo si potrebbero fare degli x86 castrati per lavorare con consumi ancora più bassi (cosa che già esiste tra l'altro)

L'unica ragione che mi viene in mente è che a parità di consumi tra ARM e x86 i primi siano più potenti (o viceversa), altrimenti non ne vedo il vantaggio.

Ma se così fosse, Intel dovrebbe iniziare a preoccuparsi seriamente. Perchè lei non è stata in grado di entrare nel settore mobile ma presto potremmo vedere il settore mobile invadere quello desktop. Voglio dire se Windows inizia a girare su ARM con piene funzionalità e con un tradeoff maggiore tra consumi e potenza, allora gli x86 devono darsi una mossa o periranno nel prossimo futuro


Tu come utente magari non vedi differenza ma a livello di mercato è una specie di tsunami.
floc02 Giugno 2018, 00:27 #9
mah, avessi un euro per tutte le volte che ho sentito presagire la morte di x86 sarei ricchissimo

Con i presupposti visti finora questa roba finirà come windowsRT se non stanno attenti. Se invece stanno attenti finirà un po' meglio, ma di sicuro non sarà nè la morte nè la fine del dominio degli ultrabook x86
demon7702 Giugno 2018, 01:06 #10
Originariamente inviato da: floc
mah, avessi un euro per tutte le volte che ho sentito presagire la morte di x86 sarei ricchissimo

Con i presupposti visti finora questa roba finirà come windowsRT se non stanno attenti. Se invece stanno attenti finirà un po' meglio, ma di sicuro non sarà nè la morte nè la fine del dominio degli ultrabook x86


gli x86 infatti mica muoiono.. ma soprattutto nel settore laptop adesso la potenza di arm c'è.
il sistema non è windows ma è possibile che android si evolva per andare a riempire questo settore assumendo le fattezze di un sistema desktop al posto della interfaccia pensata per cellulari e tablet.. e nello store anche delle app con le stesse caratteristiche peculiari.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^