Qualcomm prepara un'alternativa al chip M1 di Apple: ARM per tutti

Qualcomm prepara un'alternativa al chip M1 di Apple: ARM per tutti

Un nuovo chip Qualcomm per sistemi Windows on ARM, modello Snapdragon SC8280, conferma l'interesse generale del settore verso soluzioni che siano basate su architettura ARM per bilanciare al meglio potenza e consumi

di pubblicata il , alle 10:21 nel canale Processori
AppleMacBookQualcommSnapdragonWindowsIntelAMD
 

Una delle direzioni future nel mondo dei dispositivi mobile e dei personal computer è quella della progressiva adozione di processori e SOC basati su architettura ARM, quale alternativa a quella x86 adottata dai processori Intel e AMD. ARM non è di certo una novità in quanto è l'architettura adottata dai dispositivi mobile quali tablet, smartwatch e smartphone in virtù del bilanciamento tra prestazioni e consumi contenuti che permette di ottenere.

D'altro canto il settore è spinto all'adozione di architetture ARM anche in sistemi che sino ad oggi hanno visto la proliferazione di processori con architettura x86, alla ricerca di una efficienza energetica sempre più spinta. Quacomm ha iniziato questa transizione con i propri SoC della famiglia Snapdragon pensati per i sistemi notebook Windows on Arm, con il modello Snapdragon 8cx Gen 2 quale ultimo rappresentate apparso sul mercato.

Apple ha da alcuni mesi immesso in commercio i primi notebook Mac basati su architettura ARM, dotati di chip M1 sviluppato internamente all'azienda. Il comportamento di questi sistemi ha sorpreso, grazie al bilanciamento tra prestazioni velocistiche e consumi, confermando come l'architettura ARM possa rappresentare una valida alternativa a quella x86 anche in ambiti tipicamente di competenza di quest'ultima.

snapdragon8cxgen2_720.jpg

Da questo l'interesse generale del settore e le indiscrezioni di un nuovo SoC specifico per sistemi notebook Windows on ARM che Qualcomm starebbe sviluppando. Indicato con il nome di Snapdragon SC8280, questo SoC presenterebbe dimensioni superiori a quello di Snapdragon 8cx Gen 2 integrando quindi un maggior numero di transistor e quindi in teoria superiore potenza di elaborazione. Le indiscrezioni riportate dal sito WinFuture parlano di due differenti configurazioni, la prima abbinata a 8GB di memoria LPDDR5 e la seconda con ben 32GB di memoria LPDDR4X; la seconda rappresenterebbe un raddoppio rispetto alla dotazione massima abbinata sino ad ora al chip Apple M1 contenuti nei nuovi MacBook.

E' possibile che Snapdragon SC8280 possa mutuare parte delle proprie caratteristiche architetturali dal SoC Snapdragon 888, proposta per smartphone top di gamma costruita con tecnologia produttiva a 5 nanometri e annunciata da Qualcomm nel mese di dicembre 2020. Ipotizzabile per questo nuovo SoC destinato ai notebook anche l'integrazione del modem 5G, così da offrire connettività in qualsiasi condizione d'uso semplificando al contempo la struttura complessiva dei prodotti.

Per ora si tratta solo di indiscrezioni che confermano l'interesse generale dell'industria verso soluzioni alternative a quelle x86. Per queste ultime Intel e AMD non stanno di certo a guardare, continuando a sviluppare nelle proprie gamme di CPU versioni capaci di operare a livelli di consumo molto contenuto (sotto i 7 Watt di TDP), compatibili quindi con sistemi di raffreddamento passivi e in grado di offrire elevata autonomia di funzionamento con batteria. In questa direzione dobbiamo evidenziare le proposte Intel Lakefield, basate su architettura x86 ibrida con due differenti tipologie di core una ad elevate prestazioni e l'altra a più basso consumo.

M1Chip_720_1.jpg

A breve, nel corso del 2021, vedremo al debutto le nuove versioni di SoC Apple M1 dotate di un maggior numero di core e destinate all'utilizzo nei sistemi MacBook Pro di fascia più alta: questo sarà un nuovo passaggio nella fase di progressivo abbandono da parte di Apple dell'architettura x86 per i propri sistemi Mac notebook e desktop. Senza dimenticare che in passato AMD ha espresso il proprio interesse a sviluppare processori con architettura ARM dedicati ai datacenter, iniziativa che è stata però sospesa dando priorità interna alle soluzioni Ryzen. Non è detto che AMD possa esplorare anche questa strategia per le proprie CPU del futuro, relegando x86 ai modelli di fascia più alta e offrendo ai propri clienti un processore con architettura ARM per gli ambiti più critici a livello di consumi e dimensioni.

59 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MikTaeTrioR20 Gennaio 2021, 10:23 #1
è guerra.
Mastergiò20 Gennaio 2021, 10:32 #2
Di sicuro come si vede anche dalle prestazioni dell'M1 di apple, ARM è un'ottima soluzione per la mobilità, dove i consumi contano davvero ed incidono direttamente sull'autonomia del dispositivo.
Non mi aspetto che qualcomm e microsoft riescano a raggiungere le prestazioni dell' M1 (perché li c'è anche una integrazione SW ad hoc), ma riuscire a ricreare un notebook passivo come il macbook air con windows non sarebbe affatto male.
demon7720 Gennaio 2021, 10:42 #3
Come da programma.
Svelgen20 Gennaio 2021, 10:47 #4
L'uovo di Colombo.
Basta uno che fa vedere come si fa, e dopo tutti lo riescono a far stare in piedi.
Sempre dopo però...
RaZoR9320 Gennaio 2021, 11:00 #5
Usando il design standard ARM Qualcomm non sarà in grado di competere con Apple, serve un core proprietario con IPC ben più alto e un sostituto degno dell'ormai ridicolo cortex A55 per i core "little".
kabuby7720 Gennaio 2021, 11:17 #6
Il mercato dei pc era in mano ad Intel e nel campo dei portatili era quasi monopolio. Negli ultimi anni è vissuta di rendita senza innovare, non avendo concorrenza. Apple ha fatto bene a sganciarsi, perchè con arm ha la possibilità di farsi sviluppare la cpu come vuole invece con intel si doveva accontentare di quello che passava il convento.
nickname8820 Gennaio 2021, 11:24 #7
Originariamente inviato da: kabuby77
Il mercato dei pc era in mano ad Intel e nel campo dei portatili era quasi monopolio. Negli ultimi anni è vissuta di rendita senza innovare, non avendo concorrenza. Apple ha fatto bene a sganciarsi, perchè con arm ha la possibilità di farsi sviluppare la cpu come vuole invece con intel si doveva accontentare di quello che passava il convento.

Si certo come no, poi scopri che M1 usa il 5nm, mentre Intel usa PP oramai inferiori persino al primo 7nm della stessa TSMC.
MikTaeTrioR20 Gennaio 2021, 12:14 #8
Originariamente inviato da: nickname88
Si certo come no, poi scopri che M1 usa il 5nm, mentre Intel usa PP oramai inferiori persino al primo 7nm della stessa TSMC.


ciao, potresti spiegare meglio? non ho capito benissimo cosa intendi.
Grazie
andy4520 Gennaio 2021, 12:25 #9
Il precedente 8CX, pur avendo già buone prestazioni non è mai praticamente stato commercializzato, per lo più per mancanze a livello di software, oggi la situazione è la medesima, windows 10 on arm non brilla per prestazioni, soprattutto quando si parla di emulare software a 64 bit, così come ci sono ancora moltissimi problemi con i driver di terze parti...possono anche sfornare il miglior chip del mondo, ma senza un software adeguato non ci si farà praticamente niente.
acerbo20 Gennaio 2021, 12:43 #10
Originariamente inviato da: Svelgen
L'uovo di Colombo.
Basta uno che fa vedere come si fa, e dopo tutti lo riescono a far stare in piedi.
Sempre dopo però...


Ma tu pensi che solo apple ha il know how per fare chip arm per uso desktop?
Apple si é fatta la sua cpu perche il suo ecosistema da sempre é chiuso e non ha bisogno di entrare in competizione con altre società visto che il suo hardware non lo vende a terzi.
Ora che Apple ha tirato fuori qualcosa di molto interessante e di alternativo ovviamente ha anche attirato l'interesse del pubblico e Qualcomm, che di mestiere produce chip ARM, cercherà di cogliere l'opportunità.
AMD e Intel si spartiscono piu' o meno il 90% del mercato, é normale che una società come Qualcomm non voglia investire cifre folli in un mercato con scarso interesse a livello di business.
Il covid, piu' che apple, ha dato una rinvigorità al mondo PC, finio al 2019 un soc midrange per android bastava e avanzava per 9 utenti su 10.
Non so se riusciranno a pareggiare le perfpormances del M1, ma é l'inizio di una nuova stagione nel mercato PC ... finalmente!!!

P.S.
Ho il nuovo macbook air dal day 1, otimo prodotto, ma non straordinario come lo si racconta.
Alle limitazioni di OSX si aggiungono i problemi di gioventu' di una nuova architettura, otiimo per chi usa solo sw apple, limitante e poco conveniente per chi col computer deve farci altro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^