Qualcomm, portatili Windows con CPU ad alte prestazioni grazie a NUVIA

Qualcomm, portatili Windows con CPU ad alte prestazioni grazie a NUVIA

Qualcomm ha completato l'acquisizione di NUVIA, progettista di CPU ARM custom. L'azienda fissa il primo obiettivo: creare un SoC custom ad alte prestazioni per i notebook Windows. I primi prodotti sono attesi tra la fine del 2022 e il 2023.

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Processori
ARMNUVIASnapdragonQualcomm
 

Qualcomm ha completato l'acquisizione di NUVIA (annunciata lo scorso gennaio), la startup nata con l'obiettivo di creare processori ARM per datacenter in grado di competere e battere le soluzioni concorrenti, anche quelle di AMD e Intel. NUVIA è stata creata dagli ex ingegneri di Apple e Google John Bruno, Manu Gulati e Gerard Williams III, professionisti con estese competenze in tema di architetture, in particolare ARM.

L'obiettivo di Qualcomm non è però quello di realizzare CPU per datacenter (settore in cui aveva tentato di entrare senza successo con i Centriq), ma di applicare la tecnologia di NUVIA al mondo dei notebook. In una nota stampa si legge infatti che "le prime piattaforme Snapdragon ad avere nuove CPU progettate internamente da Qualcomm dovrebbero raggiungere la fase di sampling nella seconda metà del 2022 e saranno pensate per i laptop ultraportatili ad alte prestazioni". Attualmente Qualcomm modifica, ma non in modo eccessivamente esteso, i core Cortex di ARM, ma il traguardo è realizzare un'architettura su base ARM totalmente custom (come Apple).

Le tempistiche sono quindi piuttosto compresse e fanno pensare all'esistenza di pochi ostacoli tecnici all'integrazione del lavoro esistente di Qualcomm e quello di NUVIA. Allo stesso tempo, l'azienda statunitense sa che Apple ha tracciato la via con la sua scelta di progettare internamente le CPU per i propri notebook e proporre al mercato Windows - Asus, Lenovo, MSI, ecc. - una piattaforma ARM competitiva rapidamente potrebbe aprirle nuove prospettive di mercato.

Qualcomm è già attiva nel settore con piattaforme come Snapdragon 8cx, ma gli sforzi sinora non hanno portato al successo sperato, anche perché i SoC per notebook sono basati su architetture in parte superate all'uscita: ecco perché l'azienda ha acquisito la promettente NUVIA. Intervistato da Anandtech, il dirigente Keith Kressin ha confermato che l'obiettivo immediato del team di NUVIA sarà implementare core custom all'interno di SoC Snapdragon per i notebook Windows, raggiungendo nuove vette prestazionali.

Per quanto riguarda il possibile ritorno nel mercato server, il dirigente ha spiegato che sebbene non sia quello il motivo dell'acquisizione, l'azienda non chiude la porta a possibili sviluppi futuri in tal senso, anche se è un mercato difficile in cui farsi strada e non sono state ancora prese decisioni a lungo termine.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dwfgerw17 Marzo 2021, 14:13 #1
Titolo sbagliato, avreste dovuto scrivere "grazie ad Apple" non a Nuvia.. dato che Nuvia è stata fondata da tre ex manager Apple coinvolti da anni nello sviluppo di architetture proprietarie Apple A-x Silicon. Nuvia è sotto processo, nel frattempo Qualcomm ha acquistato Nuvia ed i tre manager hanno capitalizzato..
zbear17 Marzo 2021, 17:06 #2
E figurati se non saltava fuori l'eppolfan .... come se entrassero in eppol vergini e li venissero benedetti dal tocco taumaturgico. SVEGLIA, questa è gente che eppol ha scippato ad altri e che poi, quando si sono resi conto di essere carne da macello ne sono fuggiti! https://nuviainc.com/company/leadership/ (visto come è facile maneggiare le informazioni?) LOL
supertigrotto17 Marzo 2021, 17:31 #3
Ok,ma tra dire e il fare c'è di mezzo il mare.
Per pareggiare i conti con l'M1 e successori,ci vorranno almeno due generazioni di nuvia,non ho simpatie per Apple però bisogna dire che con i soc da Smartphone e tablet,ed ora con questi nuovi M1,hanno svolto un lavoro impeccabile e certosino.
Vero che nuvia in casa ha già CPU ad alte prestazioni, però non sarà una semplice passeggiata.
Engelium17 Marzo 2021, 18:44 #4
Sicuramente riusciranno a fare un buon lavoro, del resto il futuro è quello (ahimè...

Tuttavia, da assoluto detrattore della "filosofia Apple" riguardo il mondo informatico, non posso fare a meno di chiedermi (anche alla luce della pessima piega presa ormai da MS con quella ciofeca di Win 10) quale possa essere il senso di continuare a restare su piattaforma Windows (che ripeto, è ormai una fogna) una volta che il vecchio software win32 andrà comunque sostituito da roba nativa ARM (e quindi UWP)... o vorreste venire a raccontarmi la favola dell'emulazione "ad eternum" ?

Personalmente auspico che arrivi sicuramente un'alternativa solida agli M1 di Apple, ma se non sarà tutto in salsa "Personal Computer" non vedo davvero motivi per non passare direttamente ad Apple (che a quel punto offrirebbe solo vantaggi visto che gli svantaggi li avremmo anche su Win) e tanti cari saluti a tutti
CrapaDiLegno17 Marzo 2021, 21:13 #5
Il percorso di Qualcomm è decisamente molto più difficile di quello di Apple.
Apple ha il controllo assoluto di tutto l'ecosistema, dall'HW al SW, dagli strumenti di sviluppo a quello che puoi o non puoi sviluppare tu, libero programmatore, visto che se non ti pieghi ai suoi dictat non puoi fare il SW che vuoi in piena libertà. Sopratutto se vai contro i servizi Apple.
Quindi Apple può fare il chip che vuole, con le estensioni che vuole, con le customizzazioni che vuole, compatibile con quello che vuole (persino nulla di già esistente e non sarebbe una cosa sbalorditiva, visto i precedenti dell'azienda) e venderne in quantità astronomiche lo stesso.
Sopratutto non le interessa il costo del silicio del chip, dato che il costo dei suoi oggetti compensano e qualsiasi sia l'esborso per qualche mmq in più da dedicare a qualche particolare funzione extra.

Qualcomm non può nulla di tutto questo.
Oltre al supporto SW che deve garantire a tutti i compilatori ARM già esistenti, non può fare chip grandi come una pizza perché altrimenti il dispositivo verrebbe a costare come un dispositivo premium (pur non essendolo).
Quindi il compromesso sarà il solito chip piccolo ma tiratissimo e quindi con consumi non tanto parsimoniosi. E iGPU non così tanto spinte, visto che i mmq costano e Qualcomm i chip li deve vendere a terzi.

Pur sperando nel miracolo, credo che ARM con Windows non sarà per nulla un successo per quasta serie di motivi e il fatto che esistono una marea di SW sviluppati negli anni in x86 che su ARM girerebbero di m... e che le grandi case non porterebbero su ARM volontariamente (per quale motivo se x86 rimane la piattaforma principale che rende meglio?).

Cappej18 Marzo 2021, 08:13 #6
scusate...magari parlo a vanvera.
Apple è avanti un milione di anni per una serie di motivi tra cui SO proprietario
e hardware dedicato... Windows attinge da tutte le parti è ovvio che sarà molto più complesso allineare i risultati.

Inoltre M$ ha fatto capire di non avere la minima intenzione di procedere in direzione ARM, sono passati quanti anni dal prototipo 8xC di Qualcomm? cosa è cambiato? 2-3 portatili Samsung dal prezzo assurdo...?!

Ma poi, l'hardware esiste, il software esiste, l'unico VERO intoppo è "rosetta2" di versione Windows... alla fine il grande scopo di NUVIA è quello... dato M$ se ne frega...

il concetto 32-64 bit è tutto opinabile dato che per adesso è tutta fuffa, è chiaro che in caso di sviluppo SERIO di codificatore X86<->ARM lo sviluppo deve essere 32-64 bit, avrebbe poco senso solo l'uno o l'altro come aveva imbastito M$ agli albori del progetto.

Mi sbaglio?

IMHO
mail9000it18 Marzo 2021, 16:28 #7
Originariamente inviato da: Cappej
Ma poi, l'hardware esiste, il software esiste, l'unico VERO intoppo è "rosetta2" di versione Windows... alla fine il grande scopo di NUVIA è quello... dato M$ se ne frega...

Mi sbaglio?
IMHO


Su questo si, ti sbagli.
NUVIA si occupa di architettura di processori non di software di emulazione.
Fanno un lavoro completamente diverso.

Leggendo l'articolo ho scoperto con dispiacere che Snapdragon 8cx è al palo perchè basato su una architettura obsoleta che NUVIA dovrebbe aggiornare o riscrivere.
Peccato.
Che Apple fosse in vantaggio in questo campo (tanto di cappello) era noto ma non pensavo che i distacco fosse così ampio. Pensavo due, ma dopo aver letto l'articolo è più probabile 4 anni.

Sicuramente il fatto che M$ non sia interessata al porting verson ARM o alla creazione di un emulatore efficiente sarà un enorme freno all'adozione e alla trasformazione del software.
Continuo a pensare che essere ancora legati ad una architettura x86 nata e impostata per mono-core/mono-thread ad oggi sia un handicap notevole.
Dopo 30 anni sarebbe ora di passare a architetture e software nativamente multi-thread. Mi aspetto miglioramenti notevoli da questo passaggio che ovviamente dovrà essere mediato da emulatori come "rosetta2" perchè possibile solo nel medio-lungo periodo (5-10 anni).
Siamo agli inizi, vedremo.
cdimauro19 Marzo 2021, 07:03 #8
Originariamente inviato da: mail9000it
Continuo a pensare che essere ancora legati ad una architettura x86 nata e impostata per mono-core/mono-thread ad oggi sia un handicap notevole.
Dopo 30 anni sarebbe ora di passare a architetture e software nativamente multi-thread.

E da tempo continui a riportare delle affermazioni completamente prive di fondamento tecnico, visto che non è la prima volta che lo scrivi.

Non è un problema architetturale, per essere chiari. Ed è evidente che tu non abbia la minima idea di cosa sia un'architettura, di come funzioni un processore che la implementi, e delle applicazioni che ci girino.

x86 non ha NESSUN handicap del genere: è una cosa totalmente falsa che ti sei inventato di sana pianta, e che non ha alcuna motivazione tecnica (che non esiste).

Ma sei sempre libero di dimostrarlo, se ne sei capace: la "tesi" è tua, e tuo è anche l'onere della sua dimostrazione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^