Qualcomm, pagamento da almeno 4,5 miliardi di dollari da Apple alla fine della disputa legale

Qualcomm, pagamento da almeno 4,5 miliardi di dollari da Apple alla fine della disputa legale

La disputa fra Qualcomm e Apple si è conclusa e dall'operazione la prima azienda potrebbe guadagnare un discreto gruzzoletto. Si tratta, però, in larga parte di soldi che Apple avrebbe dovuto pagare in ogni caso

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Processori
QualcommApple
 

Secondo il NY Times Qualcomm ha ottenuto un pagamento una tantum di circa 4,5 miliardi di dollari grazie alla conclusione della disputa con Apple. Lo scorso mese Qualcomm e Apple hanno concluso un'enorme battaglia legale iniziata con una denuncia di Apple da 1 miliardo di dollari nei confronti del partner per via di presunte pratiche sleali sui brevetti. Qualcomm aveva così risposto con una controquerela da 7 miliardi di dollari.

E proprio il produttore di chipset sembra aver avuto la meglio, ottenendo un contratto di licenza da ben sei anni e un accordo per la fornitura di chip, oltre al pagamento una tantum di cui parlavamo sopra. Si tratta di un accordo estremamente favorevole, ovviamente, per Qualcomm, ma non sarà comunque un punto di svolta, ha sottolineato l'azienda, visto che le nuove entrate non aumenteranno in modo sostanziale il fatturato dal momento che "Apple sta recuperando le licenze non pagate mentre le due società erano in battaglia". Nell'accordo, però, Qualcomm diventa l'unico fornitore di modem 5G di Apple sulla scia del ritiro di Intel dal mercato.

I problemi di Qualcomm non sono però conclusi. L'azienda americana infatti si trova ancora ad affrontare dispute legali legate al suo modello di business basato sulla "unione di una divisione che produce e vende chip avanzati per cellulari con una che fa soldi vendendo l'accesso alle  proprietarie proprietà intellettuali". Nello specifico è ancora in corso una causa presso la Federal Trade Commission attraverso la quale verrà stabilito se Qualcomm abbia un potere indebito nel controllare gli accordi commerciali attraverso la possibilità di rifiutare la fornitura di chip a terzi che non dispongono delle licenze di brevetto.

È da sottolineare che il pagamento non è stato confermato in maniera pubblica, e che né Qualcomm, né Apple sono interessati a farlo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^