Qualcomm annuncia Snapdragon 8cx Gen 2 5G: ecco il SoC che alimenterà portatili e 2-in-1 con Windows 10

Qualcomm annuncia Snapdragon 8cx Gen 2 5G: ecco il SoC che alimenterà portatili e 2-in-1 con Windows 10

Qualcomm promette prestazioni molto più elevate rispetto al predecessore, a tal punto da poter impensierire le CPU Intel Core i5 da 15W di TDP, consumando meno della metà

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Processori
QualcommSnapdragonAcer
 

Qualcomm Snapdragon 8cx Gen 2 5G è il nuovo processore pensato per i computer ultra-portatili always-on always connected. Annunciato in occasione di IFA di Berlino come il SoC più efficiente dell'azienda americana, il nuovo processore offrirà prestazioni superiori rispetto alla prima generazione in abbinamento a una durata della batteria superiore, a un modem 5G integrato, accelerazione IA e sicurezza ad alti livelli, offrendo le proprie qualità al mondo del lavoro e in particolar modo a chi opera in smart working.

"Lavorare in remoto è la nuova realtà e sempre più aziende stanno cercando di connettere in modo rapido e sicuro la propria base di dipendenti, accelerando la necessità di PC sempre attivi e sempre connessi che siano sottili, leggeri e veramente mobili, dotati di modem 5G e scheda di rete Wi-Fi 6, con una durata della batteria di più giorni per aumentare la produttività", ha affermato Miguel Nunes, Senior Director, Product Management di Qualcomm Technologies.

Qualcomm ha annunciato anche un nuovo partner commerciale, Acer, che lancerà sul mercato il primo prodotto con la nuova piattaforma. Durante la presentazione James Lin di Acer si è detto entusiasta di "collaborare con Qualcomm e lanciare il primo PC Windows on Snapdragon basato sulla nuova piattaforma", il quale beneficerà della nuova tecnologia offrendo "velocità elevate e una durata della batteria di più giorni in un design elegante e senza ventole".

Secondo quanto dichiarato dall'azienda il nuovo Snapdragon 8cx Gen 2 offrirà il 50% di prestazioni in più rispetto alla prima generazione, con il 50% di durata della batteria aggiuntivo rispetto alle soluzioni concorrenti in modalità always-on always-connected. Secondo Qualcomm, inoltre, Snapdragon 8cx Gen 2 sarà più veloce del 18% rispetto alle soluzioni Intel Core i5 da 15W di TDP (ad esempio il Core i5-10210U) consumando solo 7W, affermazione chiaramente tutta da verificare in fase di test del prodotto. Il modem 5G integrato può collegarsi alle reti di nuova generazione sia tramite Sub-6 GHz che le più veloci mmWave, mentre la scheda di rete wireless è compatibile con il nuovo protocollo Wi-Fi 6.

Ci sono novità anche in ambito audio e video, con il supporto della tecnologia Qualcomm Aqstic, per la cancellazione dell'eco e la soppressione dei rumori in registrazione, e dell'ISP Qualcomm Spectra che supporta la registrazione video fino a risoluzione 4K con HDR attivo e moduli fotografici da massimo 32Mpixel. I computer con Snapdragon 8cx Gen 2 potranno inoltre supportare due monitor a risoluzione 4K attraverso un singolo connettore USB Type-C (al quale va connesso un dock che supporta il dual monitor).

Ci sono novità anche in ambito Intelligenza Artificiale, attraverso il supporto di Qualcomm AI Engine. Grazie alla IA i computer con la nuova piattaforma potranno beneficiare di tecnologie come l'"accelerated eye contact" o l'implementazione di qualsiasi tecnologia IA che gli sviluppatori realizzeranno nell'ecosistema Windows. Infine, lato sicurezza lo Snapdragon 8cx Gen 2 5G supporta gli standard Microsoft Secured Core PC e Windows Hypervisor.

Quando vedremo i primi PC con la nuova piattaforma? Secondo Qualcomm non prima degli ultimi mesi del 2020.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor03 Settembre 2020, 09:57 #1
il problema è far girare applicativi x86 emulati: se tutta questa potenza va "persa" solo per interpretare il codice (vedi il Samsung recensito qualche settimana fa) allora cade tutto il ragionamento.

Sempre che Windows 10 e gli sviluppatori di app non si diano una mossa e prendano in considerazione lo sviluppo di software apposito.
demon7703 Settembre 2020, 11:37 #2
Originariamente inviato da: Paganetor
Sempre che Windows 10 e gli sviluppatori di app non si diano una mossa e prendano in considerazione lo sviluppo di software apposito.



Penso che su questo punto sarà determinante il contributo "involontario" di Apple.
Tutti gli applicativi più importanti e diffusi (office, adobe, autodesk, ecc) non potranno fare a meno di mettere mano ai loro software per poter girare su apple a pieni giri.. e a quel punto produrre una versione windows ARM sarà uno sforzo minimo.

Se le cose vanno come devono sarà una sorta di reazione a catena.
MaxVIXI03 Settembre 2020, 11:47 #3
Originariamente inviato da: demon77
Penso che su questo punto sarà determinante il contributo "involontario" di Apple.
Tutti gli applicativi più importanti e diffusi (office, adobe, autodesk, ecc) non potranno fare a meno di mettere mano ai loro software per poter girare su apple a pieni giri.. e a quel punto produrre una versione windows ARM sarà uno sforzo minimo.

Se le cose vanno come devono sarà una sorta di reazione a catena.




Bah non sono molto fiducioso... Ad oggi pur utilizzando un architettura x86, i software che hai menzionato vanno ancora peggio su MAC che su PC, si è andati avanti ad emularli per anni, e per anni hanno fatto schifo, temo che cambiando architettura il processo sarà ancora più lento e farraginoso... Poi magari mi sbaglio, ma se le App saranno a livello delle versioni per Android (parlo AutoCAD Photoshop etc etc) il PC x86 avrà vita ancora lunga... Molto lunga...
demon7703 Settembre 2020, 11:49 #4
Originariamente inviato da: MaxVIXI
Bah non sono molto fiducioso... Ad oggi pur utilizzando un architettura x86, i software che hai menzionato vanno ancora peggio su MAC che su PC, si è andati avanti ad emularli per anni, e per anni hanno fatto schifo, temo che cambiando architettura il processo sarà ancora più lento e farraginoso... Poi magari mi sbaglio, ma se le App saranno a livello delle versioni per Android (parlo AutoCAD Photoshop etc etc) il PC x86 avrà vita ancora lunga... Molto lunga...


In effetti è una bella scommessa..
Alpha403 Settembre 2020, 15:01 #5
dipende dai processori, se si dimostreranno nettamente superiori il passaggio sarà obbligato ed è meglio che Intel si dia una svegliata

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^