Prossimo all'uscita di scena il brand Atom?

Prossimo all'uscita di scena il brand Atom?

Una percezione da parte dei consumatori troppo spostata verso soluzioni economiche e poco potenti, con la prossima uscita di una nuova architettura particolarmente brillante: queste le motivazioni che potrebbero spingere alla scomparsa del brand Atom

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:21 nel canale Processori
AtomIntel
 

Prossimo all'uscita di scena il brand Atom, sviluppato da Intel per identificare i propri processori a basso consumo destinati ai sistemi mobile di più ridotte dimensioni? E' quanto evidenzia il sito Digitimes a questo indirizzo, evidenziando come questo brand sia ormai stato direttamente associato dai consumatori a soluzioni che sono di basso costo e caratterizzate da una ridotta potenza di elaborazione complessiva.

Nel corso degli anni l'architettura delle CPU Intel Atom è rimasta di fatto sempre la stessa, con migliorie introdotte in termini di minori consumi, lievi incrementi nelle frequenze di clock e aumento del numero di core.

A partire dai prossimi mesi Intel introdurrà una nuova microarchitettuta per le soluzioni della famiglia Atom, nota con il nome di Bay Trail. Questo design verrà adottato anche per proposte abbinate ai brand Celeron e Pentium, denotando l'intenzione di Intel di meglio sfruttare le innovazioni introdotte con Bay Trail anche in termini di branding dei prodotti.

Questo può essere ritenuto un primo passaggio verso la progressiva uscita di scena del brand Atom, non solo nel settore delle soluzioni PC tradizionali ma anche in quello dei prodotti destinati ai sistemi mobile come smartphone e tablet. Si ritiene, e per molti versi riteniamo anche a ragione, che questo brand non aiuti la diffusione delle architetture Intel in ambito mobile, settore nel quale l'azienda americana sta investendo in modo considerevole e che rappresenta il terreno di futuro sviluppo verso il quale sempre più indirizzarsi.

Resta a questo punto da capire se l'intenzione di Intel sia quella di un progressivo ridimensionamento del brand Atom e se questo verrà in qualche modo sostituito dagli altri della famiglia di prodotti Intel, oppure se l'azienda americana opterà per utilizzare un nuovo marchio per le proprie soluzioni a più basso consumo destinate ai sistemi mobile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maxmax8022 Luglio 2013, 11:42 #1
bah, cambia il nome ma in realtà Bay Trail altro non sarà che Atom II..
..peccato che questo porterà anche alla dismissioni di Celeron & Pentium che nel settore Desktop anche a livello aziendale (soprattutto i Pentium) sono ancora una fetta di mercato rilevantissima..
demon7722 Luglio 2013, 11:50 #2
Come mossa di marketing mi pare sensata.
I primi atom erano delle sole pazzesche.. è chiaro che il binomio ATOM=CACCA è ben radicato nella testa della gente.
calabar22 Luglio 2013, 12:20 #3
La dismissione del brand Atom è solo un'ipotesi di chi scrive l'articolo, dovuta al fatto che alcune versioni di atom verranno vendute come celeron e pentium.

Io avrei completamente abbandonato il brand atom con bay trail, l'architettura nuova giustifica la discontinuità. Magari avrebbero potuto trovare un nuovo nome, celeron e pentium genereranno all'inizio una certa confusione.
LCol8422 Luglio 2013, 12:25 #4
Dovrebbero invece portare l'architettura core via via a TDP sempre pià bassi e in fasce sempre più basse.
Immagino che un core i3 2core /4T a 14nm consumi quanto un atom di ora...
emiliano8422 Luglio 2013, 12:34 #5
ma eliminare i vari pentium, celeron, atom e fare un core i1 no?
calabar22 Luglio 2013, 12:46 #6
Originariamente inviato da: LCol84
Dovrebbero invece portare l'architettura core via via a TDP sempre pià bassi e in fasce sempre più basse.
Immagino che un core i3 2core /4T a 14nm consumi quanto un atom di ora...

Sono comunque architetture più complesse, ingombranti e costose.
Atom fa molto meglio quel che deve fare, ossia avere prestazioni decenti, costare poco ed avere un package con ingombro ridotto.
dtpancio22 Luglio 2013, 12:53 #7
beh anche i brand pentium e celeron non sono sinonimo di prestazioni. io li dismetterei.
marchigiano22 Luglio 2013, 13:06 #8
forse usando sandy e ivy sugli ultimi celeron e pentium è aumentata la loro percezione di potenza... non siamo più ai celeron P2 o P4...
maxmax8022 Luglio 2013, 13:10 #9
Originariamente inviato da: demon77
..è chiaro che il binomio ATOM=CACCA è ben radicato nella testa della gente.


questo in effetti è vero..

Originariamente inviato da: LCol84
Immagino che un core i3 2core /4T a 14nm consumi quanto un atom di ora...


la produzioni partirà all' inizio del 2014.
non penso che gli i3 a 14nm scenderebbero -come consumi- ai livelli degli atom, altrimenti non ci sarebbe l' esigenza da parte di intel di uscirsene con questi Bay Trail, no?

Originariamente inviato da: dtpancio
beh anche i brand pentium e celeron non sono sinonimo di prestazioni. io li dismetterei.


beh, no, i Pentium ed i Celeron per usi Ufficio o Casalinghi senza pretese di Workstation/Gaming spinto/overclock vanno super bene,
in ambito lavorativo sono i processori 1155 più venduti,
quelli che hanno permesso il minimo ricambio generazionale, la rinfrescata dei PC sotto la scrivania di milioni di segretarie in minigonna ( ) che prima -non a caso- avevano ancora i vecchi Pentium 775 (o un Core2 quando era un lusso).

immagino che intel per poter voltare la pagina dei Celeron/Pentium senza traumi per il consumatore,
nella stessa fascia di prezzo (35/80€), introduca delle soluzioni BT o i3 più o meno equivalenti, se non leggermente migliori sia come prestazioni che come consumi..
Cappej22 Luglio 2013, 13:11 #10
SIIIIIIIIIII!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^