Processori AMD costruiti da Chartered nel 2006

Processori AMD costruiti da Chartered nel 2006

A partire dalla seconda metà del 2006 la fonderia Chartered, basata a Singapore, avvierà la produzione di procesori per conto di AMD

di pubblicata il , alle 09:22 nel canale Processori
AMD
 

Chartered Semiconductor Manufacturing, fonderia basata a Singapore, avvierà la produzione di processori per conto dell'americana AMD a partire dalla seconda metà del 2006.

Le prime voci di collaborazioni tra AMD e Chartered risalgono all'autunno 2004, dopo poco tempo confermate ufficialmente dalle due aziende.

Chartered avvierà la produzione di processori AMD Athlon 64 e Opteron, oltre che presumibilmente anche Sempron, nel corso del prossimo anno, aumentando la disponibilità di cpu AMD sul mercato. Questo avverrà in parallelo all'avvio della produzione in volumi della nuova FAB 36, inaugurata dal AMD circa 2 settimane fa a Dresda, in Germania.

Non è chiaro al momento quale sarà la distribuzione della produzione tra le fabbriche AMD a Dresda e Chartered. E' presumibile che la produzione di quest'ultima venga tenuta da AMD come incrementale rispetto a quella delle due FAB tedesche, focalizzando la produzione di Dresda come la principale.

Fonte: infoworld.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ronthalas25 Ottobre 2005, 09:32 #1

Più produzione per tutti... (si spera)

Speriamo che questo incremento di produzione in volumi possa aumentare la risposta del mercato e far scendere, anche solo di poco, i prezzi dei processori e migliorarne la reperibilità, non penso di essere l'unico che in questo momento sta guardando gli X2 e aspetta che calino un po' di prezzo... specie se paragonando il 4200 con P4-830 si vede il prezzo praticamente doppio... (forse il paragone non regge bene in termini di prestazioni)
scurrial25 Ottobre 2005, 09:39 #2
ho come l'impressione che amd un giorno sarà più potente di intel anche a livello di finanze forse anche perchè sostenuta da soci molto pùotenti...
paolor_it25 Ottobre 2005, 09:51 #3
Domanda da profano: ma è così semplice delocalizzare la produzione di processori?
Va bene che il Know How si trasporta facilmente, ma per realizzare delle CPU così sofisticate come quelle di ultima generazione immagino servano impianti, macchinari e procedimenti di produzione molto particolari...
meridio25 Ottobre 2005, 09:57 #4
la Chartered Semiconductor Manufacturing è una fonderia specializzata quindi immagino che impianti, macchinari e procedimenti di produzione li possegga già o comunque non deve certo partire da zero.
secondo me!
Luca6925 Ottobre 2005, 09:59 #5
No il processo di "delocalizzazione" non é per nulla semplice e richiede almeno un anno! Peró é una strada percosa da molti. Anzi ci sono aziende come ATI che non hanno neppure le loro fabbriche
MaBru25 Ottobre 2005, 10:35 #6
Beh, penso che i die continueranno a farli nelle fab di Drasda mentre il packaging a Singapore.
vincino25 Ottobre 2005, 11:02 #7
Suppongo che vedremo presto crescere le quote di mercato di AMD!
Lelevt25 Ottobre 2005, 11:03 #8
Non c'entra il packaging, qui si sta parlando di produzione del die, che verrà fatto sia a Dresda che a Singapore alla fonderia Chartered. Il packaging viene fatto da industrie di elettronica di livello tecnologico mooooooolto meno avanzato delle fonderie.
checo25 Ottobre 2005, 11:06 #9
Originariamente inviato da: MaBru
Beh, penso che i die continueranno a farli nelle fab di Drasda mentre il packaging a Singapore.


come fanno + o - adesso?
e quindi come fanno a produrre più cpu? con la magia?
paolor_it25 Ottobre 2005, 11:16 #10
Scusate la domanda banale bis: ma non è che quando portano la produzione a Singapore rischiano di vedere dei cloni dei propri processori venduti da qualche abusivo a un centesimo del prezzo dell'originale (come per i produttori delle borse di firma), visto che non è un problema di macchinari/impianti? o comunque non è che si espongono a dei seri rischi di spionaggio industriale?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^