Più frequenze di clock per le future cpu AMD

Più frequenze di clock per le future cpu AMD

AMD introdurrà moltiplicatori di frequenza non interi nelle proprie cpu a 65 nanometri, così da avere maggiore flessibilità nelle frequenze di clock

di pubblicata il , alle 09:10 nel canale Processori
AMD
 

Le future versioni di processore AMD costruite con tecnologia a 65 nanometri, comprendenti modelli Athlon 64 FX, Athlon 64 X2 e Sempron, adotteranno un moltiplicatore di frequenza incrementabile a passi di 0,5x stando alle informazioni contenute nell'ultimo white paper dei processori AMD riportato dal sito Hkepc. Sino ad ora per le cpu Athlon 64 tale valore era selezionabile solo per valori interi.

Questo permetterà ad AMD di avere un più elevato numero di versioni di processore con differenze di clock tra di loro pari anche a 100 MHz. Al momento attuale il divario è necessariamente a passi di 200 MHz: un incremento intero del moltiplicatore, infatti, porta ad un aumento della frequenza finale di una unità della frequenza di bus, pari per l'appunto a 200 MHz.

Come abbiamo già segnalato in precedenti notizie, AMD ha scelto di non utilizzare più cache L2 da 1 Mbyte per le proprie cpu Athlon 64 X2, sviluppando solo nuove versioni con 512 Kbytes di cache L2 per Core. I tagli da 1 Mbyte di cache L2 per processore verranno destinati alle sole cpu della serie Athlon 64 FX, salvo possibili eccezioni future.

Per questo motivo, AMD non può più utilizzare la dimensione della cache L2 quale elemento discriminante tra differenti versioni di processore Athlon 64 X2. La possibilità di adottare moltiplicatori a passi di 0,5x, pertanto, potrebbe permettere al produttore americano di avere a disposizione ulteriori versioni di processore con differenze di clock di 100 MHz, così da meglio differenziare la propria gamma di cpu.

Non si tratta di una novità assoluta; questa caratteristica era infatti già stata implementata da AMD nelle cpu Athlon e Athlon XP, basate sul Core noto in codice con la sigla di K7.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

69 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ErminioF11 Luglio 2006, 09:17 #1
Per me facevano bene a non usarli più questi moltiplicatori: quando la frequenza era inferiore aveva senso, ormai il bus inizia ad essere il limite: 200mhz di salto tra un 600-800 sarebbero troppi, ma ora siamo ai 2-3Ghz e si punterà ai 4 :|
vincino11 Luglio 2006, 09:21 #2
Infatti anche secondo me 100 MHz ormai in pecentuale rappresentano un incremento di prestazioni marginale. A dire il vero già 200MHz portano a incrementi di pochi punti percentuali figuriamoci 100...!
demon7711 Luglio 2006, 09:25 #3
Il clock ai livelli attuali non è che faccia la differenza.. se poi il salto è di soli 100 Mhz addio!

Voglio dire: che differenza di prestazioni potrà mai correre tra un athlon X2 4400+ a 2,2 Ghz ed un 4800+ a 2,4 Ghz!?! Qualcosina sì ma sicuramente una cosa minima che non ti cambia certo la vita!
Giocando con la cache aveva già più senso!

Penso che la cosa migliore che potrebbero fare è quella di sbloccare il moltiplicatore, vendrebbero molto di più!!
MiKeLezZ11 Luglio 2006, 09:27 #4
Han tolto le CPU da 1MB di cache e ora ce le rimettono con al loro posto 100MHz in più.. che culo..
ThePunisher11 Luglio 2006, 09:28 #5
AMD mi sta perdendo punti ultimamente. Vorrà dire che si passerà a Intel! :P
ronthalas11 Luglio 2006, 09:31 #6

deduzioni (non imponibili)...

L'architettura attuale K8 sta arrivando alla frutta, stanno facendo fantamarketing sulle versioni, sulle frequenze e sulle cache Le per cercare di differenziare un prodotto che purtroppo non è più al passo della concorrenza... in pratica stanno cercando di vendere quello che possono saturando tutte le possibili nicchie di mercato finchè riescono... e la cosa non mi pare una bella notizia, per quanto gli X2 siano tutto fuorchè delle ciofeche, tra un annetto circa sfigureranno parecchio dinanzi a Conroe, cosa che finora è toccato - numeri bench alla mano - al P4.

Vabbè... resto alla finestra a guardare, e fare il curioso.
matteo198611 Luglio 2006, 09:34 #7
A dire il vero i moltiplicatori di 0,5x sono già impostabili sulle cpu attuali, il problema sono i divisori della ram che sono soltanto interi...
Edo1511 Luglio 2006, 09:34 #8
bah....mi sembra una cosa ridicola....100mhz...
The_Killer11 Luglio 2006, 09:35 #9
da quello che si si perde addirittura qualcosina utilizzando i moltiplicatori con i decimali (per es. 10,5).
amd si sta arrampicando sui vetri, ma qui ci vuole una nuova architettura , non pochi Mhz in +.
farinacci_7911 Luglio 2006, 09:38 #10

ATTENZIONE!!!

E' vero che ormai l'architettura AMD è agli sgoccioli ed è vero che le mosse di togliere le cache da 1mb e introdurre gli scarti tra CPU a 100mhz sono differenziazioni che non portano a molto, ma pensate al lato economico.

AMD deve provvisoriamente contrastare INTEL senza avere nulla di nuovo pronto quindi deve necessariamente abbassare i prezzi delle sue attuali, e comunque performanti, CPU.

Togliendo le CPU con cache L2 da 1 mb si alzano notevolmente le rese produttive (CPU con meno transistor e meno scarti) e introducendo gli step a 100mhz, si puà differenziare l'offerta, a tutto vantaggio del prezzo finale.

Preferite una CPU che costi poco e renda FORSE il 5%-10% in meno del top di gamma INTEL (che inizialmente costerà MOLTO) o no?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^