Pentium 4 3 Ghz con bus a 800 Mhz: debutto ritardato

Pentium 4 3 Ghz con bus a 800 Mhz: debutto ritardato

Annunciato il 14 Aprile, il nuovo processore sembra incontrare sin d'ora le prime difficoltà. Intel ne ha momentaneamente sospeso la distribuzione per problemi non meglio specificati

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Processori
Intel
 
cpu_p4_3ghz.jpg


Con un annuncio che in parte ha sorpreso, Intel ha comunicato di aver temporaneamente sospeso tutte le spedizioni di processori Pentium 4 3 Ghz, nuovo modello presentato nella giornata di ieri unitamente al chipset 875P Canterwood. In parole semplici, il nuovo processore è stato ufficialmente presentato ma non sarà disponibile da subito in commercio.

Stando alle informazioni attualmente disponibili, Intel avrebbe verificato alcune anomalie in un ridotto quantitativo di processori Pentium 4 3 Ghz durante il processo interno di validazione.

Per questo motivo avrebbe sospeso le distribuzioni ai principali partner. Con questa manovra Intel intende isolare i possibili problemi, fornendo sul mercato solo soluzioni la cui stabilità sia assicurata.

Nessun problema è segnalato per la piattaforma 875P Canterwood, che pertanto è ufficialmente in commercio e verrà adottata in volumi da tutti i principali produttori di schede madri.

George Alfs, portavoce di Intel, ha così commentato l'evento:
Intel has seen some anomalies, and we're going to put (the 3GHz Pentium 4) on ship hold, temporarily. We're investigating (the problem) and hope to be shipping soon.
Informazioni non ufficiali indicano per il prossimo 8 Maggio la data di possibile commercializzazione delle nuove cpu in Europa.
Altre fonti indicano invece la causa dello stop nelle consegne nel ridotto quantitativo di memorie DDR400, oltre che di processori e di chipset, disponibili sul mercato al momento. Ritardare di circa 1 mese la commercializzazione permetterebbe a Intel di fornire ai propri partner volumi più consistenti di chipset e processori.
Queste ultime informazioni non sono state confermate ufficialmente da Intel.

Per maggiori dettagli sul nuovo processore Pentium 4 3 Ghz e sul chipset Intel 875P Canterwood si rimanda alla dettagliata analisi, pubblicata su Hardware Upgrade a questo indirizzo.

Ulteriori informazioni sono disponibili a questo indirizzi:
- www.xbitlabs.com
- news.com
- www.theregister.co.uk
- www.extremetech.com
- www.theinquirer.net

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

57 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fsdfdsddijsdfsdfo15 Aprile 2003, 09:33 #1
PRIMO!!

ahi ahi ahi! anche intel inizia a non rispettare le tabelle!! ma cosa c'entra la mancanza di ddr? nn credo che intel dia la colpa a se stessa perdendo in immagine quando in realtà la colpa è di qualcun'altro....
A-ha15 Aprile 2003, 09:35 #2

Già vista...

mi sembra la storia del Pentium III a 1.133 Mhz...
JoJo15 Aprile 2003, 09:38 #3
Però è da ammirare il fatto che Intel abbia bloccato tutto per risolvere i problemi. Molte altre compagnie (e non mi riferisco ad AMD ma in generale, sia chiaro!) avrebbero venduto da subito e poi dopo avrebbero detto "Oddio! Ci dispiace ma ci sono dei problemi... attaccatevi va ke tanto ce li avete già comprati".

Penso ke l'unica "cappella" fatta da Intel sui chipset sia il vecchio e ritirato dal commercio i820.
Wonder15 Aprile 2003, 09:54 #4

x JOJO

FOrse tu sei cosi giovane da non ricordarti che la tua beneamata INTEL distribuì i primi Pentium 60 e Pentium 66 con un bug e li ritirò tutti dal mercato dopo averne venduti a tonnellate e dissero proprio la tua frase: "Oddio! Ci dispiace ma ci sono dei problemi... attaccatevi va ke tanto ce li avete già comprati".

Intel di cappelle ne ha fatte tante
Dumah Brazorf15 Aprile 2003, 10:15 #5
"Quarantaquatto gatti in fila per 6 col resto di 1,99856214..."
Ciao.
paulgazza15 Aprile 2003, 10:15 #6
Si', ma li sostituiva gratuitamente. Che poi qui in Italia la cosa non funzionasse, penso sia piu' colpa dell'Italiano medio, che non di Intel. E poi, vogliamo mettere i chipset di Intel in confronto a tutti quei "capolavori" per AMD?
cacchione15 Aprile 2003, 10:20 #7
attenzione wonder, quella a cui ti riferisci è solo parte della storia del famoso 'pentium bug' (quanto tempo è passato), dopo le ragionevoli proposte da parte del mondo scientico e quelle meno sensate da parte degli utenti consumer (quanti in realtà tra loro avrebbero avuto danni?) intel ha proposto di cambiare i pentium a coloro i quali ne avessero avuto necessità (matematici, fisici, finanzieri, professionisti vari...). lo step successivo è stato di sostituirlo a chiunque ne avesse fatto richiesta spedendoli il vecchio pentium.
cacchione15 Aprile 2003, 10:22 #8
ops, non avevo letto con attenzione il tuo msg wonder...
Wonder15 Aprile 2003, 10:26 #9

x paulgazza

Ehh si hai ragione...no credo che molti italiani siano riusciti a farsi sostituire il prorpio pentium 60 o 66 che fosse.

Cosa vuoi dire in realtà sui chipset?
Mirus15 Aprile 2003, 10:27 #10
Beh anche il PIII 1.13Ghz fu una grossa cappallata. Forse la più grossa visto che in quel momento fu generata dal bisogno.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^