PCI Express 5.0 per le piattaforme Intel Xeon del 2021

PCI Express 5.0 per le piattaforme Intel Xeon del 2021

Emergono dettagli sulle future soluzioni Intel destinate ai datacenter: controller memoria DDR5 con configurazione a 8 canali e controller PCI Express 5.0 integrato

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Processori
IntelXeon
 

Sarà dal 2021 che le piattaforme Intel per sistemi server, appartenenti alla famiglia Xeon, adotteranno nuove tecnologie che permetteranno di incrementare sensibilmente le prestazioni sia in termini di pura potenza di calcolo della CPU, sia di connettività con le altre periferiche. Parliamo del controller PCI Express 5.0 e del controller memoria DDR5 con architettura a 8 canali, elementi che debutteranno con le piattaforme indicate con il nome di Sapphire Rapids.

Nella roadmap dei prodotti Intel per il datacenter troviamo ora la seconda generazione di piattaforme Intel Xeon Scalable Processor, indicate con il nome di Cascade Lake. Nel corso del 2020 vedremo al debutto l'evoluzione, con i nomi di Copper Lake (14nm) e Ice Lake (10nm) mentre Sapphire Rapids è attesa per l'anno successivo.

Questa piattaforma adotterà il nuovo socket LGA4677, del quale è stata pubblicata una foto su Twitter scattata da un reporter del sito giapponese PC Watch durante una fiera alla quale ha esposto il produttore del socket, TE Connectivity. Questo socket andrà ad affiancarsi a quello LGA 4189 atteso al debutto nel corso del prossimo anno con le nuove soluzioni server della famiglia Ice Lake, ed andrà ad affiancarsi a quest'ultimo assieme a quello LGA 3647 adottato per le soluzioni Intel Xeon di fascia più alta al momento disponibili in commercio.

intel_xeon_socket_2021_s.jpg

I processori per piattaforme Sapphire Rapids saranno basati su architettura Willow Cove: sappiamo che integreranno un superiore quantitativo di cache L3 e implementeranno nuove funzionalità avanzate legate alla sicurezza dei dati ma null'altro è noto al momento. Interessante evidenziare come con queste soluzioni Intel espanderà la bandwidth del proprio controller memoria integrato, passando allo standard DDR5 e ad un'architettura a 8 canali. Oltre a questo, il passaggio al controller PCI Express 5.0 lascia immaginare che Intel possa il prossimo anno adottare prima quello PCI Express 4.0 per le soluzioni Xeon: si tratta di una caratteristica già presente nelle proposte concorrenti AMD EPYC, molto utile proprio in ambito datacenter nel quale la bandwidth messa a disposizione può essere meglio sfruttata a fondo rispetto a quanto avviene con i sistemi desktop.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
300016 Ottobre 2019, 14:37 #1
Quindi PCI-E 5.0 e DDR5 anche sulle CPU desktop a 7nm del 2022?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^