Online il primo bench di una CPU Ryzen Threadripper 3000 a 32 core

Online il primo bench di una CPU Ryzen Threadripper 3000 a 32 core

Confermate le previsioni, con una frequenza di clock superiore a quella dell'attuale top di gamma, a parità di numero di core, e un più elevato IPC frutto dell'architettura Zen 2

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Processori
AMDRyZenThreadripper
 

Nei giorni scorsi, con questa notizia, abbiamo delineato quelle che a nostro avviso saranno le caratteristiche tecniche della terza generazione di processori AMD Ryzen Threadripper. Si tratta, lo ricordiamo, di proposte destinate a sistemi desktop di fascia più alta e a workstation, al momento attuali disponibili in versioni sino a 32 core.

Nelle nostre previsioni questi processori debutteranno indicativamente nel corso del mese di ottobre, con versioni che potrebbero spingersi sino a 48 core. Da non escludere, alla luce del cambiamento nel design ora basato su chiplets come le CPU EPYC, anche l'adozione di un controller memoria DDR4 a 6 canali in abbinamento a nuove schede madri che manterranno il socket TR4 ma saranno compatibili con il nuovo controller. Tutto questo non avrà però a inficiare la compatibilità con i modelli basati su chipset X399 già in commercio: queste continuranno a funzionare con i nuovi processori, mantenendo controller DDR4 quad channel.

Sul sito del benchmark Geekbench è apparso il risultato di un test eseguito con un processore a 32 core, dalla frequenza di clock base di 3,6 GHz e indicato come "AuthenticAMD Family 23 Model 49 Stepping 0", con un'architettura della cache compatibile con quella delle proposte basate su core Zen 2. Potrebbe trattarsi di una CPU Ryzen Threadripper della famiglia 3000, non fosse altro per la frequenza di base clock ben più elevata rispetto ai 3 GHz del modello Ryzen Threadripper 2990WX ora in commercio e dotato al proprio interno di 32 core.

Il risultato nel test multithreaded evidenzia un valore che è idnicativamente del 18% superiore rispetto a quello della CPU Ryzen Threadripper 2990WX. Basterebbe già questo dato per fare alcune considerazioni: sappiamo che l'architettura Zen 2 vanta un IPC superiore di circa il 12%, come media, rispetto a quella Zen+ adottata per le attuali versioni di processore Ryzen Threadripper. Ipotizziamo che questa CPU apparsa su Geekbench possa operare solo alla frequenza nominale di 3,6 GHz: essendo un engineering sample AMD potrebbe aver disabilitato le modalità di boost clock che spingono più in alto il clock della CPU.

Se fosse così, un boost del 18% è giustificato dal superiore IPC dell'architettura Zen 2 e da un lieve margine in termini di frequenza di clock: la CPU Ryzen Threadripper 2990WX infatti opera, a pieno carico e in condizioni ideali, ad una frequenza di clock che è superiore ai 3 GHz di default. A prescindere da queste considerazioni è facile prevedere per i processori Ryzen Threadripper sia un balzo in avanti dell'IPC, sia un ulteriore boost nelle prestazioni velocistiche legato alla maggiore frequenza di clock.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^