Nuova versione di Prescott entro la fine dell'anno?

Nuova versione di Prescott entro la fine dell'anno?

Paul Otellini conferma l'intenzione di Intel di presentare una versione aggiornata del core Prescott entro la fine dell'anno in corso

di pubblicata il , alle 16:38 nel canale Processori
Intel
 

Il presidente di Intel, Paul Otellini, ha confermato che la compagnia intende introdurre una versione aggiornata dei processori Prescott più avanti nel corso dell'anno. Il nuovo chip, secondo le dichiarazioni del presidente, sarà caratterizzato dalla presenza di 2MB di cache e da funzionalità di sicurezza e risparmio energetico.

Nei processori Prescott verrà infatti introdotta la funzionalità Nx bit (No Execute), già presente nei processori Itanium, Itanium 2, Athlon 64 e AMD Opteron. I nuovi processori saranno anche caratterizzati dalla presenza della tecnologia AAC (che nulla ha a che vedere con il formato di compressione adottato da iTunes), un sistema che regola le performance del processore a seconda del carico di lavoro, per mantenere bassa la dissipazione del calore e quindi conseguire un'operatività quanto più possibile silenziosa.

Otellini ha inoltre aggiunto che Intel sarà nelle condizioni di abilitare le estensioni a 64-bit sull'intera linea di CPU desktop non appena Microsoft rilascerà il proprio sistema operativo con tale supporto.

Intel inoltre immetterà sul mercato nel terzo trimestre 2004 una versione di Pentium 4 Extreme Edition a 3,46 GHz, con frequenza di bus Quad Pumped a 1066MHz. Il processore sarà equipaggiato con 2MB di cache L3 e sarà disponibile in package LGA775. Molto probabilmente tale CPU sarà basata su core Gallatin, la medesima utilizzata negli attuali P4 Extreme Edition e quindi non sarà caratterizzata dalle tecnologie NX Bit e AAC.

Il primo processore con tali funzionalità dovrebbe essere reso disponibile sul mercato per il quarto trimestre dell'anno, e dovrebbe essere caratterizzato da una frequenza operativa di 3,73GHz. La dotazione di 2MB di cache L2 dovrebbe compensare il maggiore livello di profondità delle pipeline del core Prescott rispetto a Northwood.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lasa17 Maggio 2004, 16:45 #1
Sono notizie rassicuranti circa la possibilità di avere in tempi brevi un Prescott realmente competitivo......
JuanDiaz17 Maggio 2004, 16:48 #2
Si ma a che prezzo?
LASCO17 Maggio 2004, 16:52 #3
Quindi dopo l'estate Dothan a 64bit? Sarà possibile abilitare l'estensione a 64bit (qualora già ci siano) sui Dothan attualmente commercializzati?
TripleX17 Maggio 2004, 17:02 #4
mi pare la news sia riferita alle cpu/stufette desktop Intel nuove alias Prescott.... Dothan ha gia' il powersave alias speedstep e dissipa niente...le estensioni a 64bit su notebook le vedo ancora un po' inutili ....per superare il limite fisixo delle memoria installabile? per aumentare il numero d'indirizzamento registri?
asterix317 Maggio 2004, 17:05 #5
credo propio che questo nuovo prescott farà sudare un po gli amd 64
asterix317 Maggio 2004, 17:06 #6
e anche noi con il calore che tireranno fuori
LASCO17 Maggio 2004, 17:10 #7
Il vantaggio del superamento dei 4GB di ram credo che sia l'ultimo vantaggio utile in ambito desktop dovuto all'estensione a 64bit. Il vantaggio principale dovrebbe essere dovuto all'aumento delle capacità di calcolo sfruttando software a 64bit rispetto a quello a 32bit.
In giro ho visto dei semplici algoritmi che spiegano perché dovrebbe esserci un incremento prestazionale.
OverClocK79®17 Maggio 2004, 20:10 #8
Nei processori Prescott verrà infatti introdotta la funzionalità Nx bit (No Execute), già presente nei processori Itanium, Itanium 2, Athlon 64 e AMD Opteron. I nuovi processori saranno anche caratterizzati dalla presenza della tecnologia AAC (che nulla ha a che vedere con il formato di compressione adottato da iTunes), un sistema che regola le performance del processore a seconda del carico di lavoro, per mantenere bassa la dissipazione del calore e quindi conseguire un'operatività quanto più possibile silenziosa.


almeno lasciando acceso il PC la notte nn mi ciuccia quanto na lavatrice
adesso mi tocca decloccarlo manualmente

BYEZZZZZZZZZZZZZZZ
STICK17 Maggio 2004, 21:39 #9
Originariamente inviato da LASCO
Il vantaggio del superamento dei 4GB di ram credo che sia l'ultimo vantaggio utile in ambito desktop dovuto all'estensione a 64bit. Il vantaggio principale dovrebbe essere dovuto all'aumento delle capacità di calcolo sfruttando software a 64bit rispetto a quello a 32bit.
In giro ho visto dei semplici algoritmi che spiegano perché dovrebbe esserci un incremento prestazionale.



In merito,qui c'e' un articolo molto esplicativo che consiglio di leggere a tutti:

http://www.cpuid.com/K8/index.php


la parte finale dell'articolo e' quella interessante.


non e' solo questione di ram massima indirizzabile,ma c'e' ben altro in AMD64
cdimauro18 Maggio 2004, 07:28 #10
E' da tempo immemore che lo ripeto: repetita juvant dicevano gli antichi latini, ma in questo forum non basta...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^