Niente più Athlon, Phenom e Sempron nel futuro AMD?

Niente più Athlon, Phenom e Sempron nel futuro AMD?

Alcune indiscrezioni rimandano a documenti interni di AMD: la strategia di branding del futuro prevede lettere e numeri, niente più nomi di prodotto come in passato per le CPU

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:57 nel canale Processori
AMD
 

Stando ad un report pubblicato sul sito xbitlabs a questo indirizzo, che riprende informazioni contenute in documenti marketing sviluppati da AMD, nel futuro dei processori dell'azienda americana potrebbero non trovare più spazio i brand Athlon, Phenom e Sempron.

La scelta di rimuovere i brand dei propri processori sarebbe guidata dalla volontà di meglio promuovere il brand AMD Vision, abbinandolo al meglio a quello adottato dai vari partner commerciali per promuovere le proprie soluzioni che integrano tecnologia sviluppata da AMD.

Le future CPU AMD, pertanto, verranno indicate utilizzando un'indicazione con una o più lettere a identificarne la famiglia di appartenenza, affiancata da una numerica che delinei il livello prestazionale e di funzionalità implementato. Un esempio diretto viene del resto dalle prime soluzioni della famiglia Fusion presentate a Gennaio, destinate all'utilizzo in sistemi netbook e notebook di più ridotte dimensioni, identificate come serie E oppure serie C a seconda del valore di TDP massimo, pari rispettivamente a 18 Watt e a 9 Watt.

Le proposte top di gamma, basate su architettura nota con il nome in codice di Bulldozer e appartenenti alla famiglia Zambesi, dovrebbero entrare a far parte della famiglia FX, sigla che storicamente ha identificato le CPU desktop top di gamma di AMD. Per le soluzioni Llano, dotate di CPU e GPU integrate nello stesso package, verrà utilizzata la lettera A quale identificativa mentre per le soluzioni entry level sarà mantenuta quella E già vista all'opera con le piattaforme Zacate basate su architettura Bobcat.

Vedremo nel corso del secondo trimestre 2011 se questa strategia verrà messa all'opera da AMD con il debutto delle prime soluzioni Zambesi per sistemi desktop, proposte in versioni sino a 8 core e destinate a posizionarsi a diretta concorrenza con le recenti CPU Intel della famiglia Sandy Bridge.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ArteTetra11 Febbraio 2011, 12:14 #1
Prevedibile.
GiulianoPhoto11 Febbraio 2011, 12:18 #2
inevitabile
Uncle Scrooge11 Febbraio 2011, 12:20 #3

peccato...

Si entra nel girone infernale di intel in cui non si riconosce più un processore dal nome ma serve l'enciclopedia...
Strato154111 Febbraio 2011, 12:28 #4
Nomi o meno che lì facciano uscire.
Pat7711 Febbraio 2011, 12:29 #5
Speriamo siano ottime Cpu, ne gioveremmo tutti.
ArteTetra11 Febbraio 2011, 12:40 #6
Originariamente inviato da: Uncle Scrooge
Si entra nel girone infernale di intel in cui non si riconosce più un processore dal nome ma serve l'enciclopedia...


Non capisco perché così tanti si lamentino dei nuovi nomi dei Core. Direi che sono i nomi di processore più descrittivi di sempre. Certo, si devono sapere un paio di cose, per esempio:
- 9 = LV
- 7 = ULV
- M = Mobile
- K = Moltiplicatore sbloccato
- T = Consumo ridotto (desktop)

È vero, dal nome non si può risalire al numero di core, e questa la trovo una grande pecca.
nico_198211 Febbraio 2011, 12:58 #7
Originariamente inviato da: ArteTetra
È vero, dal nome non si può risalire al numero di core, e questa la trovo una grande pecca.

Beh, su desktop gli i7 sono solo 4C/8T con Turbo Boost, gli i5 4C/4T con TB e gli i3 2C/4T senza TB.
Lato mobile c'è un po' più di casino, ma se hanno suffisso Q hanno 4C, 2 altrimenti. Per il Turbo Boost sembrano valere le regole del dekstop (e della precedente generazione): su i7 ed i5 sì, su i3 no.

Nomi non molto lineari e omogenei, ma sicuramente descrittivi. D'altra parte i tempi in cui l'unica "feature" in base alla quale segmentare l'offerta era la frequenza sono finiti da tempo.
webcip11 Febbraio 2011, 13:07 #8
Non certo una notizia sconvolgente....
Lwyrn11 Febbraio 2011, 13:44 #9
Originariamente inviato da: nico_1982
Beh, su desktop gli i7 sono solo 4C/8T con Turbo Boost, gli i5 4C/4T con TB e gli i3 2C/4T senza TB.
Lato mobile c'è un po' più di casino, ma se hanno suffisso Q hanno 4C, 2 altrimenti. Per il Turbo Boost sembrano valere le regole del dekstop (e della precedente generazione): su i7 ed i5 sì, su i3 no.

Nomi non molto lineari e omogenei, ma sicuramente descrittivi. D'altra parte i tempi in cui l'unica "feature" in base alla quale segmentare l'offerta era la frequenza sono finiti da tempo.


Non proprio corretto. Gli i5 possono anche essere dual core ma con la scheda video integrata
lucusta11 Febbraio 2011, 15:04 #10
ricicceranno fuori, come riciccera' il nome Pentium...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^