offerte prime day amazon

Niente compatibilità tra le CPU Intel Coffee Lake e i chipset della serie 200

Niente compatibilità tra le CPU Intel Coffee Lake e i chipset della serie 200

Un tweet dall'account ASRock, poi rimosso, segnala l'impossibilità di aggiornare le schede madri in commercio basate su chipset Intel 200 con le future generazioni di processore Intel Core della famiglia Coffee Lake

di pubblicata il , alle 10:21 nel canale Processori
IntelCoreKaby LakeCoffee Lake
 

Le schede madri Intel basate sui chipset della serie 200 non potranno supportare i processori Intel di prossima generazione della famiglia Core, noti con il nome in codice di Coffee Lake. Verrà quindi a mancare questa opzione di aggiornamento con le schede madri che Intel e i partner hanno presentato a partire dal mese di gennaio 2017, periodo di debutto delle prime soluzioni Intel Core basate su architettura Kaby Lake.

Questa decisione implica che le CPU Coffee Lake, tra le quali vi saranno le prime proposte Intel con architettura a 6 core destinate al segmento desktop mainstream, potranno venir utilizzate unicamente con le schede madri basate su chipset della serie 300 che verranno rese disponibili assieme alle nuove CPU.

L'informazione è stata originata da un tweet dell'account ASRock, azienda che sviluppa schede madri per processori Intel con vari modelli destinati al pubblico dei più appassionati. Il messaggio è stato nel frattempo rimosso.

La mancata compatibilità tra processori Coffee Lake e schede madri basate su chipset Intel della serie 200 potrebbe essere legata a vari fattori: dall'utilizzo di un nuovo socket di connessione a differenti requisiti di alimentazione per i nuovi processori sino a una decisione legata al posizionamento del prodotto e alla segmentazione del mercato. Al momento attuale si possono solo fare supposizioni, mancando indicazioni specifiche da parte di Intel.

I processori Coffee Lake, attesi al debutto indicativamente all'inizio del 2018 nelle declinazioni per sistemi desktop, saranno costruiti con lo stesso processo produttivo a 14 nanometri delle CPU Intel Core attualmente presenti in commercio. Alcune versioni adotteranno per la prima volta architettura a 6 core, come segnalato, ma non dovrebbero essere introdotte peculiarità a livello di microarchitettura rispetto alle soluzioni Kaby Lake già disponibili sul mercato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Veradun03 Agosto 2017, 10:39 #1
Avrei voluto commentare in modo sarcastico, ma fa già troppo ridere così.

FroZen03 Agosto 2017, 10:53 #2
AMD ha la strada spianata insomma
NickNaylor03 Agosto 2017, 10:55 #3
ma al posto di vendere i processori per socket, non farebbero prima a saldarli direttamente sulla scheda madre a questo punto?
ninja75003 Agosto 2017, 11:00 #4
ma davvero, come il mio i286 anni 80
Veradun03 Agosto 2017, 11:01 #5
Originariamente inviato da: NickNaylor
ma al posto di vendere i processori per socket, non farebbero prima a saldarli direttamente sulla scheda madre a questo punto?


Consumerebbero anche meno :>
macchiaiolo03 Agosto 2017, 11:07 #6
Secondo me l'aggiunta di due core potrebbe mettere in crisi i vrm delle mobo attuali allora rifanno tutta la piattaforma... Potrebbe essere un ipotesi
Mparlav03 Agosto 2017, 11:07 #7
Proseguono imperterriti per la loro strada, tutto sommato è meglio così, non guasterà un po' di riequilibrio del mercato con Amd.
Pkarer03 Agosto 2017, 11:35 #8

Sti furbi...

Con l'AMD che guadagna terreno l'intel si permette il lusso di mandare già in obsolescenza il chipset 200...
Avevo intenzione di upgradare il mio i7-7700K all'i7-8700K (anche se non ne vale troppo la pena) , adesso per ripicca visto che mi tocca cambiare scheda madre passo all'AMD Ryzen Threadripper. E senza aspettare il prossimo anno....
Se decidessi di rimanere in Intel a questo punto ha senso aspettare il CannonLake (cioè la 9a generazione) perché con tutta probabilità verranno implementate le istruzione AVX512.
E' da fessi spendere soldi per un Coffee Lake... tra l'altro metteranno 6core però a frequenza più bassa e con meno cache L3/core per rimanere all'interno dei 91W TDP... ma è proprio da fessi... VIA LIBERA AD AMD !!!
Mparlav03 Agosto 2017, 11:52 #9
Per aggiungere caos al caos, schede Mb x299 con supporto solo per le Kaby Lake-X:
https://videocardz.com/71656/x299-k...boards-are-here

una x299 base viene 220 euro, ma almeno consente l'upgrade.

Queste invece magari costeranno 40-50 euro in meno, ma puoi metterci solo 2 cpu (Intel Core i7-7740X o i5-7640X), che tra l'altro verranno battute facilmente tra 4-5 mesi nel prezzo/prestazioni, dai Coffee Lake 6c/12t + Z370.

Certo puoi sempre sperare che un futuro Coffee Lake-X 6c skt 2066, sia compatibile con quella Mb
tuttodigitale03 Agosto 2017, 12:06 #10
Originariamente inviato da: Pkarer
Con l'AMD che guadagna terreno l'intel si permette il lusso di mandare già in obsolescenza il chipset 200...

devono in qualche modo anche far felici i produttori di motherboard.

Originariamente inviato da: Pkarer
Se decidessi di rimanere in Intel a questo punto ha senso aspettare il CannonLake (cioè la 9a generazione) perché con tutta probabilità verranno implementate le istruzione AVX512.

Anandtech ha analizzato i consumi delle soluzioni Epyc con quelle XEON, e quando si tratta di calcoli FP addirittura con codice che non sfrutta le AVX, questi diventano ASSAI elevati.
i consumi alla presa passano da 300 (mysql) a 450W (pov-ray), contro i 320W di Epyc....

The only conclusion that we can draw so far, is that the EPYC 7601 is likely to draw more power when running integer applications, while the rather wide FP units of the Intel CPUs are real power hogs even if they do not run heavy AVX applications.

sulle prestazioni FP scrive:
Nevertheless, three different FP tests all point in the same direction: the Zen FP unit might not have the highest "peak FLOPs" in theory, there is lots of FP code out there that runs best on EPYC.


in definitiva la scelta di avere grande SIMDs potrebbe non essere così determinante e avere vantaggi non così ampi e solo in ambiti specifici (cose già dette in uno studio del CERN sulle AVX256)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^