MasterLiquid Maker 92: il dissipatore a liquido tutto sulla CPU

MasterLiquid Maker 92: il dissipatore a liquido tutto sulla CPU

Cooler Master propone un kit di raffreddamento per processori che abbina tutti i componenti in modo tale che siano montato direttamente sopra il socket del processore

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Processori
Cooler Master
 

Molti utenti ricorrono a sistemi di raffreddamento a liquido di tipo integrato per gestire al meglio il calore generato dai propri processori. Il principio di funzionamento è noto e semplice: un waterblock, cioè uno scambiatore di calore, è montato a diretto contatto con il processore e collegato ad un radiatore attraverso delle tubazioni. Il calore generato dal processore viene trasferito verso il radiatore grazie al liquido presente nel circuito, e dal radiatore smaltito all'esterno dell'ambiente anche servendosi di ventole.

coolermaster_masterliquid_maker_92_1.jpg (63911 bytes)

L'ingombro dei kit di raffreddamento a liquido è in genere superiore a quello di un tradizionale dissipatore di calore con ventola: il radiatore deve essere tipicamente montato in un'area specifica del case, con problemi di installazione negli chassis di più ridotte dimensioni. Cooler Master, con MasterLiquid Maker 92, propone un sistema di raffreddamento a liquido che integra al proprio interno tutti i componenti richiesti vantando un ingombro complessivo che rimane contenuto.

coolermaster_masterliquid_maker_92_2.jpg (58555 bytes)

Il radiatore è montato direttamente sopra il waterblock, orientabile in orizzontale o in verticale a seconda del tipo di scheda madre abbinata e dell'ingombro dei vari altri componenti del sistema. Il calore viene smaltito attraverso due ventole montate ai lati del radiatore, garantendo in questo modo elevata efficienza complessiva. MasterLiquid Maker 92 sarà in vendita da inizio settembre, compatibile con le schede madri per processori Intel dotate di socket LGA 2011 e LGA 115x ma non con le piattaforme basate su processori AMD.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del produttore a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Veradun18 Agosto 2016, 08:23 #1
Il link finale è sbagliato (c'è rimasto un pezzo dell'url di questo sito)
s-y18 Agosto 2016, 08:59 #2
posto che serva, la peculiarita' e' la orientabilita' grazie ai tubi flessibili, impossibile da ottenere con un dissipatore con heat pipes

in ogni caso le prestazioni saranno li, la superficie disspiante sempre quella circa e'... dipendera' dal prezzo alla fine

ps: altri tempi quando in rete si trovavano test comparativi tra i vari modelli sul mercato
Cooperdale18 Agosto 2016, 09:48 #3
Immagino che la presenza della ventola lo rende affine ad un normale dissipatore ad aria, in quanto a rumorosità.
mirkonorroz18 Agosto 2016, 10:12 #4
Non c'e' troppo poco liquido affinche' abbia senso?
s-y18 Agosto 2016, 10:22 #5
la quantita' d'acqua e' ininfluente, in uno scambiatore a liquido la capacita' di trasferire il calore 'si misura' in condizione di equilibrio.
la quantita' d'acqua impatta esclusivamente sui tempi per raggiungere il suddetto equilibrio termico. conta la componente dissipante del sistema

ps: in realta' la cosa vale per qualsiasi dissipatore, come concetto
mirkonorroz18 Agosto 2016, 10:38 #6
Originariamente inviato da: s-y
la quantita' d'acqua e' ininfluente, in uno scambiatore a liquido la capacita' di trasferire il calore 'si misura' in condizione di equilibrio.
la quantita' d'acqua impatta esclusivamente sui tempi per raggiungere il suddetto equilibrio termico. conta la componente dissipante del sistema

ps: in realta' la cosa vale per qualsiasi dissipatore, come concetto


Ah! Non pensavo. Credevo che piu' acqua/liquido ci fosse e piu' lentamente le ventole avrebbero potuto girare.
Grazie dell'info.
Goofy Goober18 Agosto 2016, 10:45 #7
Originariamente inviato da: mirkonorroz
Ah! Non pensavo. Credevo che piu' acqua/liquido ci fosse e piu' lentamente le ventole avrebbero potuto girare.
Grazie dell'info.


beh in teoria se hai l'impianto collegato ad un acquario di centinaia di litri, secondo me fai prima tu a inziare e finire una sessione di gaming di media durata (ad esempio) piuttosto che l'acqua a raggiungere un punto di equilibrio termico tale da dover render necessaria una dissipazione attiva
s-y18 Agosto 2016, 10:47 #8
poi a dirla tutta, un po' potrebbe impattare, ma solo per quantita' d'acqua decisamente incompatibili a stare sopra la cpu.
penso ai tanicozzi da decine di litri dei primi esperimenti 'casalinghi'...
mirkonorroz18 Agosto 2016, 10:50 #9
Originariamente inviato da: Goofy Goober
beh in teoria se hai l'impianto collegato ad un acquario di centinaia di litri, secondo me fai prima tu a inziare e finire una sessione di gaming di media durata (ad esempio) piuttosto che l'acqua a raggiungere un punto di equilibrio termico tale da dover render necessaria una dissipazione attiva


Zuppa di pesce per tutti!

PS: sono cose studiate in fisica eoni fa ed ogni tanto casco in intuizioni farlocche
Redrum_8218 Agosto 2016, 11:18 #10
Il vantaggio di una soluzione a liquido solitamente è che porti il calore lontano dalla cpu e quindi hai più spazio per radiatore e ventole di dimensioni notevoli.

Se il radiatore deve essere confinato allo spazio sopra alla cpu, IMHO, si nega qualsiasi vantaggio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^