Legame sempre più forte tra AMD e IBM

Legame sempre più forte tra AMD e IBM

I due produttori confermano i piani di sviluppo congiunto per le prossime generazioni di processo produttivo, a 65 e 45 nanometri

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:21 nel canale Processori
AMDIBM
 

Nel corso del 2003 AMD e IBM hanno stretto un accordo che prevedeva lo sviluppo congiunto di nuove tecnologie di costruzione di processori, utilizzando processi produttivi a 65 e 45 nanometri.

L'accordo tra le due aziende doveva terminare il prossimo anno ma è stato rinnovato da AMD sino alla fine del 2008. Il produttore americano di processori pagherà a IBM, stando a quanto emerso sino ad ora, una cifra variabile tra 250 e 280 milioni di dollari USA, partendo da Settembre 2004 sino a Dicembre 2008.

In cambio, AMD avrà accesso alle nuove tecnologie per la costruzione dei processori che IBM avrà sviluppato nel frattempo.

Durante il periodo dell'accordo, AMD e IBM opereranno congiuntamente nello sviluppo delle proprie tecnologie di produzione a 65 e 45 nanometri, prossimi traguardi nella costruzione e sviluppo di processori.
L'accordo permetterà inoltre ad AMD di costruire processori nella propria fabbrica di Dresda, utilizzando wafer da 300 millimetri di diametro utilizzando la tecnologia bumping di IBM.

L'accordo apre anche nuovi orizzonti, con riferimento alle tecnologie produttive a 32 nanometri che dovrebbero essere sviluppate dopo quelle a 45 nanometri. Qualora nel periodo dell'accordo vengano rese disponibili queste tecnologie, i produttori potranno avantaggiarsene nella produzione di proprie cpu.

Fonte: eetimes.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
paolor_it23 Settembre 2004, 10:28 #1
Bella notizia! AMD si dimostra ancora una volta un'azienda che guarda al concreto e che attua una politica lungimirante. Speriamo che stringendo i rapporti commerciali IBM offra ad AMD la possibilità di entrare seriamente anche nel mercato server con qualche bel contratto di fornitura.
Dox23 Settembre 2004, 10:44 #2
qualcuno sa spiegarmi in base a cosa vengono scelte le dimensioni produttive ? perchè cioè 65 nm e non 60 o 70 ?
Dox23 Settembre 2004, 10:53 #3
qualcuno sa spiegarmi in base a cosa vengono scelte le dimensioni produttive ? perchè cioè 65 nm e non 60 o 70 ?
lucio6823 Settembre 2004, 11:07 #4
AMD è quasi costretta a formare alleanze soprattutto nel settore R&D, dato che non ha le risorse che può vantare Intel, che infatti fa tutto da sola, o quasi.
E allora quale miglior partner di IBM?

X Dox: le dimensioni produttive credo siano influenzate dalle dimensioni degli atomi di silicio utilizzati nella realizzazione dei transistor.

A tale proposito, avevo letto che il limite invalicabile doveva essere rappresentato dai 45nm (4 atomi di silicio?), mentre adesso si parla addirittura di tecnologie a 32nm

Ragguagli da qualche competente bene informato?
bgpop23 Settembre 2004, 11:15 #5
No i limiti invalicabili ammontano a c.a 30nm... (cioè 3 atomi messi di fila...)
paolor_it23 Settembre 2004, 11:32 #6
Probabilmente prima di arrivare ai 30nm abbandoneranno il silicio per passare a materiali metallici.
Borbone23 Settembre 2004, 11:33 #7
Ma che dite!!!! 3 atomi sono larghi 30nm?!?!?! Hahahah, lì siamo nell'ordine degli angstrom e picometri!!! OMG Con i nanometri puoi misurare al massimo le molecole....
Banus23 Settembre 2004, 11:38 #8
Originariamente inviato da Dox
qualcuno sa spiegarmi in base a cosa vengono scelte le dimensioni produttive ? perchè cioè 65 nm e non 60 o 70 ?

Gli step sono pianificati. Sul sito della Intel c'è un documento che mostra gli step delle tecnologie fino al 2020.
In un major step si scala la tecnologia di circa 0.7, in modo da avere in due step un dimezzamento delle dimensioni dei gate. COme vengano calcolati i minor step, proprio non ho idea

Il limite con la tecnologia "classica", cioè con transistor MOS credo che arrivi a 65 nm. Non mi pare sia possibile fare transistor al di sotto di quella scala senza avere consumi pazzeschi.
Oltre si ricorre a tecnologie molto particolari. Si parla molto di trigate, e la tecnologia "bumping" di IBM mi fa pensare proprio a quello.

Ottima mossa di AMD. Nella ricerca conviene sempre condividere le risorse, inoltre IBM grazie all'accordo con Sony e Toshiba per il Cell ha accumulato un Know-how pazzesco che ora può essere a disposizione anche di AMD.
Banus23 Settembre 2004, 11:39 #9
Originariamente inviato da Borbone
Ma che dite!!!! 3 atomi sono larghi 30nm?!?!?! Hahahah, lì siamo nell'ordine degli angstrom e picometri!!! OMG Con i nanometri puoi misurare al massimo le molecole....

Esatto.
Già lo spessore gate-canale nei transistor attuali è sotto i 10 nm.. cos'è .. formato da un solo atomo?
luimana23 Settembre 2004, 12:05 #10
Sono appena andato a controllare: sulla tavola degli elementi c'è scritto che il silicio ha un raggio atomico di 117.6 pm che, vorrebbe dire un diametro di 235 picometri cioè 0,23 nanometri. In 10 nanometri ce ne metti quasi 50!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^