Le prime CPU Broadwell per sistemi desktop giungono sul mercato

Le prime CPU Broadwell per sistemi desktop giungono sul mercato

La disponibilità sugli scaffali dei due processori Intel Core i7-5775C e Core i5-5675C è ormai prossima: si tratta delle prime due proposte della famigla Broadwell compatibili con le attuali schede madri socket 1150 LGA

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Processori
IntelCore
 

Intel ha dato il via alla commercializzazione dei primi processori della famiglia Core basati su architettura di quinta generazione e destinati all'abbinamento con le schede madri socket 1150 LGA attualmente presenti in commercio. Vari rivenditori e assemblatori hanno infatti iniziato a fornire informazioni specifiche su configurazioni nelle quali rientrano queste nuove CPU.

Ci riferiamo ai modelli basati su architettura nota con il nome in codice di Broadwell, versioni costruite con tecnologia produttiva a 14 nanometri e in grado di assicurare un funzionamento complessivamente più efficiente, a parità di potenza di elaborazione, rispetto ai modelli Haswell di precedente generazione.

Tra le caratteristiche tecniche di questi processori si segnala in effetti proprio il ridotto consumo: le declinazioni quad core per sistemi desktop vengono infatti proposte con TDP pari a 65 Watt, valore che è già stato utilizzato in passato da Intel per altri modelli desktop. Quello che manca in questo caso sono le versioni con TDP attorno ai 95 Watt, quello che è indicato come consumo standard per un processore destinato a sistemi desktop.

Troveremo quindi presto sugli scaffali i processori Core i7-5775C e Core i5-5675C basati su architettura Broadwell, entrambi caratterizzati da TDP pari a 65 Watt e dall'utilizzo di GPU integrata della famiglia Iris Pro 6200 con 48 Execution units. In termini di specifiche tecniche dettagliate questi i dati dei due nuovi modelli per socket 1150 LGA:

  • Core i7-5775C: 4 cores, 8 threads; clock base 3,3 GHz, clock boost 3,7 GHz; cache L3 6 Mbytes; GPU Iris Pro 6200; TDP 65 Watt.
  • Core i5-5675C: 4 cores, 4 threads; clock base 3,1 GHz, clock boost 3,6 GHz; cache L3 4 Mbytes, GPU Iris Pro 6200; TDP 65 Watt.

Queste specifiche tecniche sono interessanti nel complesso ma nel confronto con i modelli Haswell a listino è evidente come questi ultimi, per quanto riguarda le proposte di fascia più alta, siano capaci di assicurare livelli prestazionali complessivamente più elevati grazie alle frequenze di clock superiori rese possibili proprio dal TDP di 88 Watt.

Ricordiamo come le nuove CPU Broadwell per sistemi desktop richiedano l'abbinamento con schede madri socket 1150 LGA basate su chipset Intel Z97 che siano state preventivamente aggiornate a livello di bios, scegliendone una versione per la quale il produttore abbia certificato la compatibilità con le nuove CPU.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Nhirlathothep05 Maggio 2015, 08:57 #1
non mi interessano i prodotti, ma almeno sapere che 14 nm x86 esistono mi fa piacere
AleLinuxBSD05 Maggio 2015, 09:02 #2
Io penso che i processori Broadwell avranno più difficoltà del previsto nella loro diffusione, anche per il previsto incremento del 10 % sui prodotti informatici dovuti al calo dell'euro rispetto al dollaro.
Anche se Intel, in assenza di concorrenza, può benissimo rimandare Skylake, per tentare di forzare la situazione.
Senza contare che almeno una parte delle vendite si basa sull'idea che la trasmigrazione su Windows 10 possa spingere a sostituzioni hardware.
^Robbie^05 Maggio 2015, 14:57 #3
Io credo che i Broadwell abbiano tardato troppo ormai. Tra praticamente tre mesi, secondo la roadmap Intel, dovremmo vedere già i primi Skylake
rockroll06 Maggio 2015, 03:02 #4
Originariamente inviato da: AleLinuxBSD
Io penso che i processori Broadwell avranno più difficoltà del previsto nella loro diffusione, anche per il previsto incremento del 10 % sui prodotti informatici dovuti al calo dell'euro rispetto al dollaro.
Anche se Intel, in assenza di concorrenza, può benissimo rimandare Skylake, per tentare di forzare la situazione.
Senza contare che almeno una parte delle vendite si basa sull'idea che la trasmigrazione su Windows 10 possa spingere a sostituzioni hardware.


Lo penso anch'io.

Però Win10 non credo spingerà a sostituire l'HW più di tanto: quel che verrà regalato è Win10, non l'HW, e se win10 per assurdo pretenderà un upgade HW sarà un flop anche se regalato.
GTKM06 Maggio 2015, 07:15 #5
Originariamente inviato da: rockroll
Lo
penso anch'io.

Però Win10 non credo spingerà a sostituire l'HW più di tanto: quel che
verrà regalato è Win10, non l'HW, e se win10 per assurdo
pretenderà un upgade HW sarà un flop anche se regalato.


Dovrebbe avere praticamente gli stessi requisiti di Windows 8.
marchigiano06 Maggio 2015, 15:36 #6
48EU su desktop saranno una figata avranno bisogno di una ram bella veloce quello si... le 1600 saranno al limite credo, ci vorranno le 2133 almeno

skylake all'inizio non penso saranno in concorrenza perchè per desktop avranno 24EU (circa) e punteranno di più sulla potenza x86
PaulGuru06 Maggio 2015, 15:43 #7
Originariamente inviato da: marchigiano
48EU su desktop saranno una figata avranno bisogno di una ram bella veloce quello si... le 1600 saranno al limite credo, ci vorranno le 2133 almeno

skylake all'inizio non penso saranno in concorrenza perchè per desktop avranno 24EU (circa) e punteranno di più sulla potenza x86

Numeri alla mano ?
Fonte ?
AlexSwitch06 Maggio 2015, 15:47 #8
Originariamente inviato da: marchigiano
48EU su desktop saranno una figata avranno bisogno di una ram bella veloce quello si... le 1600 saranno al limite credo, ci vorranno le 2133 almeno

skylake all'inizio non penso saranno in concorrenza perchè per desktop avranno 24EU (circa) e punteranno di più sulla potenza x86


Tieni conto che le soluzioni con il max di EU previste possono avvantaggiarsi dei 128Mb di eDRAM sullo stesso die del processore... Sono una ottima cache per la ram di sistema riservata alla GPU mitigando parecchio il collo di bottiglia dovuto alla bassa velocità della DRAM.
manga8106 Maggio 2015, 16:26 #9
Peccato non vadano per per tutte le mobo 1150 ma solo per z97
Io lo prenderei se funzionasse su h81
marchigiano06 Maggio 2015, 21:09 #10
Originariamente inviato da: PaulGuru
Numeri alla mano ?
Fonte ?


su cosa?

Originariamente inviato da: AlexSwitch
Tieni conto che le soluzioni con il max di EU previste possono avvantaggiarsi dei 128Mb di eDRAM sullo stesso die del processore... Sono una ottima cache per la ram di sistema riservata alla GPU mitigando parecchio il collo di bottiglia dovuto alla bassa velocità della DRAM.


orca hai ragione le 6200 e 6300 avranno la L4 allora spaccheranno di brutto.... forse mi sono confuso con le 6100 e 6000 che hanno sempre 48EU ma niente L4

Originariamente inviato da: manga81
Peccato non vadano per per tutte le mobo 1150 ma solo per z97
Io lo prenderei se funzionasse su h81


ma spendi 50€ e fatti una mobo nuova dov'è il problema? alla peggio vendi la vecchia...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^