Jonah non prima del 2006

Jonah non prima del 2006

Il primo processore di Intel ad essere comune per soluzioni notebook e desktop farà la propria comparsa solamente nella prima metà del 2006

di pubblicata il , alle 15:36 nel canale Processori
Intel
 

I progetti di intel di unificare la famiglia di processori notebook e desktop, introducendo una unica CPU conosciuta con il nome in codice Jonah, non saranno realizzati prima della seconda metà del 2005, anche se è più probabile che ciò accada nella prima metà del 2006.

Jonah sarà la prima CPU ad avere il core di prossima generazione derivato dalla linea Pentium M, oltre a contenere diverse caratteristiche proprie delle CPU desktop della compagnia californiana.

Secondo le fonti Intel farà uso del processo a 65 nanometri per la produzione di Jonah.

A questo punto pare che il futuro di Intel sarà rappresentato dalle CPU mobile, il che potrebbe essere un punto di riferimento per la soluzione dei problemi di dissipazione termica incontrati con i Pentium 4 con core Prescott.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JoJo27 Aprile 2004, 15:39 #1
Da qui al 2006 ne deve passare di acqua sotto ai ponti... ne riparliamo più avanti!
LASCO27 Aprile 2004, 15:56 #2
Questo vuol dire anche che il mercato e la tecnologia dei notebook soppianterà quella dei PC desktop? Per me sarebbe un'ottima cosa avere i vantaggi di un notebook e di un PC desktop assieme, ovvero un notebook aggiornabile come un PC.
Jaxoon27 Aprile 2004, 16:19 #3
si, beh, come faranno a fare un portatile con la stessa espandibilità di un desktop?
KAISERWOOD27 Aprile 2004, 16:20 #4
Originariamente inviato da LASCO
Questo vuol dire anche che il mercato e la tecnologia dei notebook soppianterà quella dei PC desktop? Per me sarebbe un'ottima cosa avere i vantaggi di un notebook e di un PC desktop assieme, ovvero un notebook aggiornabile come un PC.

no non credo. In pratica sarà il contrario di quello che succede adesso, metre gli xp-m sono le cpu desktop con funzioni di risparmio energetico e voltaggio + basso e frequenze + basse, per i prossimi pentium si tratterà di pcu mobile con disabilitate le funzioni di risparmio energetico (come i celeron M) e voltaggio e frequenze + alte. Se è vero che i prossimi pentium-m consumeranno 45 watt (come un athlon xp-m 2400+) i penitum basati su quel core consumeranno sui 60 watt. In pratica intel intoduce adesso il pr per dopo introdurre quel core che porti in consumi a limiti accettabili. Il Petnium 3 S 1,4ghz consumava 30,5watt.
ilGraspa27 Aprile 2004, 16:27 #5
credo che i mercati notebook e desktop rimarranno separati, il fatto che intel unisca le due linee è per ragioni di efficenza: al momento attuale intel deve riuscire a far crescere due architetture completamente diverse ma che condividono lo stesso set di istruzioni, con evidente spreco di risorse...
ilGraspa27 Aprile 2004, 16:32 #6
Originariamente inviato da Jaxoon
si, beh, come faranno a fare un portatile con la stessa espandibilità di un desktop?


Case... Maniglia... Attack... Facile no?!?
LASCO27 Aprile 2004, 16:41 #7
Sicuramente la scelta di intel è dettata dalla necessità di unificare i processi di produzione e limitare il consumo dei prossimi processori. Quello che io mi auguravo era la possibilità che tale scelta agevolasse l'evoluzione dei notebook verso una maggiore espandibilità e aggiornabilità come lasciano pensare alcuni produttori taiwanesi che hanno iniziato a costruire chassis modulari per notebook.
Originariamente inviato da Jaxoon
si, beh, come faranno a fare un portatile con la stessa espandibilità di un desktop?
Guarda che ci sono già portatili che puoi assemblare per quanto riguarda la cpu, la ram, e l'hd. Non è una cosa trascendentale secondo ragione, forse può esserlo secondo economia.
Symonjfox27 Aprile 2004, 20:12 #8
Io spero proprio che i futuri desktop siano dei portatili a tutti gli effetti.
Se pensiamo un po' a quanta corrente sprechiamo per avere un P4 3Ghz che magari serve solo a guardare la posta elettronica e navigare su internet ...

Io per esempio sarei il primo che vorrebbe mettere sul mio desktop un Athlon XP Mobile (devo ancora sbloccarlo, ma prima lo lascio fare a uno più bravo di me ) e una Radeon 9700 mobility; e sarei anche disposto a spendere qualche €€ in più per averlo.

Tornando al topic, meno male che gli ingegneri di Intel hanno capito che se prendono il Prescott come futuro riferimento, arriveranno a mettere anche lo slot per scaldare i cibi nei desktop ...
Bloody Tears27 Aprile 2004, 20:40 #9
beh...volendo c starebbe anke...portatile/desktop e palmare e/o cellulare e/o tablet-pc da portarsi in giro...
lucusta27 Aprile 2004, 22:36 #10
bhe'.. siamo ancora lontani dal concetto di CPU unificata:
tutto il PC in un chip, o meglio tutti i chip in un solo die: core logico (piu' di uno, per migliorare l'efficenza),video,audio,lan, connettivita',controller vari integrati oggi nei chipset, espandibilita' con multiprocessore e/o clustering, e sistemi operativi "sani", e non traviati da mille limitazioni.
ha iniziato transmeta con l'efficeon, ma e' ancora grezzo.
la stima e' di aspettare circa 4-5 anni, prima di vedere un oggetto del genere, dove la scheda madre e' sara' solo un supporto passivo, e l'unificazione delle line portera' ad un vero risparmio produttivo;
cpu del genere potrebbero essere usate dai cellulari ai server, difficile che nessono ci abbia ancora pensato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^