Jim Keller lascia Intel con effetto immediato per motivi personali

Jim Keller lascia Intel con effetto immediato per motivi personali

Intel ha annunciato le dimissioni immediate da parte di Jim Keller, entrato in azienda nel 2018. Lo storico progettista di architetture, tra cui contiamo AMD Zen e K8, lascia per ragioni personali. Intel, di conseguenza, rivede l'organizzazione di alcune sue divisioni ingegneristiche.

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Processori
Intel
 

Colpo di scena in casa Intel: Jim Keller, storico progettista di diverse architetture tra cui il progetto "Zen" alla base dei processori Ryzen di AMD, lascia con effetto immediato la sua posizione in azienda per non meglio precisati "motivi personali". Rimarrà tuttavia come consulente per sei mesi in modo da agevolare la transizione, come illustrato da Intel in una nota stampa.

Jim Keller, di cui potete approfondire la storia in questo articolo, era entrato a far parte di Intel a metà 2018. Con la sua uscita di scena, il Technology, Systems Architecture and Client Group (TSCG) guidato dal Dr. Venkata (Murthy) Renduchintala vede alcuni cambiamenti immediati delle posizioni apicali:

  • Sundari Mitra, ex CEO e fondatore di NetSpeed Systems e attuale leader del Configurable Intellectual Property and Chassis Group, guiderà la nuova divisione "IP Engineering" focalizzata nello sviluppo di nuove proprietà intellettuali.
  • Gene Scuteri si occuperà della divisione "Xeon and Networking Engineering".
  • Daaman Hejmadi ritornerà a guidare il Client Engineering Group focalizzato nello sviluppo di system-on-chip (SoC) e nella progettazione dei futuri dispositivi client, device e chipset.
  • Navid Shahriari continuerà a guidare la divisione Manufacturing and Product Engineering, gruppo che si occupa della creazione di test pre-produzione e soluzioni di debug per arrivare a una produzione ad alti volumi e di alta qualità.

"Intel si congratula con Sundari, Gene, Daaman e Navid, e non vediamo l'ora di eseguire sulla nostra entusiasmante roadmap di prodotti".

Nelle ore successive all'annuncio è trapelato un memorandum interno scritto da Renduchintala da cui emerge qualche dettaglio in più, ad esempio sembra che sarà Raja Koduri (arrivato da AMD per creare le GPU dedicate Xe) a guidare la roadmap delle architetture. Una parte del team che era alle dipendenze di Keller riporterà inoltre proprio a Koduri. "Stiamo creando una struttura agile", si legge in un passaggio del memorandum.

"Jim Keller è una rockstar e Intel sta perdendo un grande progettista", ha affermato Patrick Moorhead, presidente e analista di Moor Insights and Strategy. "Storicamente, Keller ha lasciato le aziende in cui ha militato dopo aver raggiunto un traguardo specifico come fatto in Apple, Tesla e AMD. Non ho informazioni sulle sue ragioni personali per lasciare, ma spero stia bene. Per quanto riguarda Intel, l'azienda ha una panchina lunga ed è un posto in cui gli ingegneri vogliono lavorare".

Al momento non ci sono informazioni ulteriori sulle "ragioni personali" che hanno portato all'addio di Keller a Intel. La speranza è che non si tratti di qualcosa legato alla salute, sue o di suoi familiari. In molti non escludono che vi siano stati attriti interni all'azienda, la parola "dimissioni" d'altronde lascia aperta la porta a qualsiasi scenario, mentre altri ritengono semplicemente che abbia esaurito il suo compito in azienda fissando la futura roadmap a livello soprattutto di tecnologie di packaging e interconnessione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bonzoxxx12 Giugno 2020, 08:47 #1
Azz... spero non sia per motivi di salute..
Korn12 Giugno 2020, 08:48 #2
ops, si speriamo non sia per motivi di salute... btw il ritorno di intel ai fasti si allontana? speriamo...
bonzoxxx12 Giugno 2020, 08:57 #3
Sperare non lo spero, non è che AMD sia una onlus , però perdono sicuramente un ingegnere di tutto rispetto. Probabilmente hanno già messo in campo una strategia per gli anni a venire, cmq è stato in intel per 2 anni, vedremo cosa ci riserva il futuro.
Darius_8412 Giugno 2020, 09:02 #4
Il progetto ZEN in casa AMD è durato circa 3 anni con Keller e tutt'oggi possiamo assaporarne i frutti.
Ai tempi del Thunderbird rimase in AMD poco più di un anno.
Considerando la mole di know-how e di personale a disposizione penso che con 2 anni in Intel possa aver terminato il progetto, o che sia ormai in condizioni tali che l'engineering di intel possa concluderlo facilmente.

In ogni caso l'accoppiata "dimissioni" e "per motivi personali" non lascia ben sperare, spero non sia nulla di grave per Keller, ma piuttosto qualche attrito con Intel: sarebbe una sciagura perdere l'ingegnere più prolifico nel panorama microarchitetture dell'ultimo ventennio
cdimauro12 Giugno 2020, 09:12 #5
Originariamente inviato da: Darius_84
Il progetto ZEN in casa AMD è durato circa 3 anni con Keller e tutt'oggi possiamo assaporarne i frutti.
Ai tempi del Thunderbird rimase in AMD poco più di un anno.
Considerando la mole di know-how e di personale a disposizione penso che con 2 anni in Intel possa aver terminato il progetto, o che sia ormai in condizioni tali che l'engineering di intel possa concluderlo facilmente.

This.
In ogni caso l'accoppiata "dimissioni" e "per motivi personali" non lascia ben sperare, spero non sia nulla di grave per Keller, ma piuttosto qualche attrito con Intel: sarebbe una sciagura perdere l'ingegnere più prolifico nel panorama microarchitetture dell'ultimo ventennio

Condivido.
MiKeLezZ12 Giugno 2020, 09:20 #6
Ha 62 anni, magari si è rotto le balle e oramai carico di soldi vuole godersi gli ultimi anni di vita in pensione
bonzoxxx12 Giugno 2020, 09:24 #7
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
Ha 62 anni, magari si è rotto le balle e oramai carico di soldi vuole godersi gli ultimi anni di vita in pensione


Che, insomma, ci sta tutto.
supertigrotto12 Giugno 2020, 09:32 #8

Stimoli!

Può essere che ha perso gli stimoli!
Non è detto che lavorando in una compagnia grande si ha più libertà, AMD è 10 volte più piccola di Intel, probabilmente non aveva la stessa libertà di decisione di prima,questa però è una mia supposizione.
Ad esempio Apple lascia molta più libertà ai propri dipendenti.
cdimauro12 Giugno 2020, 09:49 #9
Uno come lui avrà avuto mano libera, senz'altro.
jepessen12 Giugno 2020, 10:21 #10
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
Ha 62 anni, magari si è rotto le balle e oramai carico di soldi vuole godersi gli ultimi anni di vita in pensione


Da un lato hai perfettamente ragione, dall'altro gente come lui (di solito, non sempre) non e' fatta per godersi la pensione, si annoierebbe troppo. Vuole sfide da affrontare, continuare a lasciare il segno. A certi livelli quelli che fai non e' solo lavoro, e' quello per cui ti sei spaccato il culo per anni e non lo lasci facilmente. Non dico che si debba continuare a lavorare a tempo pieno, se ad un certo punto vuoi mollare e riposarti puoi farlo tranquillamente, e si fa, ma poi ne senti la mancanza e torni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^