Intel Xeon Scalable di quarta generazione: fino a 56 core per Sapphire Rapids

Intel Xeon Scalable di quarta generazione: fino a 56 core per Sapphire Rapids

Fino a 56 core, supporto DDR5 e PCI Express 5.0, TDP fino a 350W e ci saranno modelli con 64 GB di memoria HBM2E sul package: sono queste le caratteristiche delle future CPU Xeon Scalable di quarta generazione, nome in codice Sapphire Rapids.

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Processori
XeonIntelSapphire Rapids
 

A pochi giorni dalla presentazione degli Xeon Scalable di terza generazione "Ice Lake", la prima CPU server di Intel prodotta a 10 nanometri SuperFin, sono emerse le specifiche della prossima generazione di chip, nome in codice Sapphire Rapids.

Per la quarta generazione di Xeon Scalable, Intel prevede il passaggio ai 10 nanometri Enhanced SuperFin e un aumento dei core fino a un massimo di 56 (architettura Golden Cove?). Il processore dovrebbe contare su quattro die con 15 core ma, per motivi di rese produttive, solo un massimo di 14 core in ogni unità saranno attivi.


Foto di un processore Sapphire Rapids trapelata nei mesi scorsi, priva di HBM2E

Nonostante il miglior processo produttivo, il numero di core più elevato e altre novità porteranno il TDP fino a un massimo di 350W. La gamma di CPU Sapphire Rapids, compatibili con il nuovo socket LGA 4677, coprirà piattaforme da uno a otto socket (tramite un novo collegamento UPI 2.0 a 16 GT/s), offrirà otto canali di memoria DDR5 fino a 4800 MHz (una DIMM per canale) e metterà a disposizione fino a 80 linee PCI Express.

Secondo le informazioni diffuse, la CPU supporterà configurazioni PCI Express 5.0 x16, x8, x4 e PCI Express 4.0 x2. La vera novità è la presenza, almeno su alcuni modelli, di ben 64 GB di memoria HBM2E sul package in grado di offrire una bandwidth di 1 TB/s per socket.

I processori Sapphire Rapids sanno compatibili anche con Compute Express Link (CXL), la terza generazione di Optane Persistent Memory (Crow Pass) e ci saranno varianti con FPGA integrato, anche se questa non è una novità visto che Intel propone CPU server custom ad alcuni suoi clienti da tempo. L'azienda, inoltre, continuerà a espandere il set di istruzioni x86 per il mondo del deep learning con AMX (Advanced Matrix Extension).

Per quanto riguarda la disponibilità, Sapphire Rapids potrebbe debuttare già entro la fine dell'anno, anche se l'arrivo in volumi non dovrebbe avvenire prima del 2022. Sappiamo che AMD ha in cantiere i processori EPYC di quarta generazione Genoa, basati su architettura Zen 4. Voci di corridoio precedenti indicavano un massimo di 96 core per le nuove CPU AMD.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gringo [ITF]09 Aprile 2021, 16:28 #1
Ciplet .... già qui ? :3
Nautilu$09 Aprile 2021, 18:34 #2
"64 GB di memoria HBM2E sul package"
...in che senso?
E della ram che ne facciamo?
LMCH09 Aprile 2021, 23:11 #3
Originariamente inviato da: Nautilu$
"64 GB di memoria HBM2E sul package"
...in che senso?
E della ram che ne facciamo?


Nell'articolo dicono che è una delle possibili opzioni.
La HBM integrata sul package serve per quelle applicazioni con prestazioni dominate dagli accessi alla memoria. Su una configurazione ad 8 socket in teoria si potrebbe arrivare a 512GB di HBM (ma non oso immaginare il sistema di raffreddamento necessario).
White_Tree09 Aprile 2021, 23:13 #4
https://wccftech.com/intel-xeon-sap...es-on-350w-tdp/

hybrid cache.

Appena lo lessi, ho pensato "Un capolavoro di ingegneria" che desideravo da intel e proprio come è solito leggerlo su WCtech "that's insane" :P

Enhanced SuperFine aka 10++ in 3D stack.

devono solo riprodurlo su CPU consumer e straccia AMD facilmente, in ambito APU anche.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^