Intel Xeon con bus a 800MHz

Intel Xeon con bus a 800MHz

Intel rivede i propri piani e pianifica l'introduzione di un nuovo processore Xeon con core Nocona a 800MHz di bus

di pubblicata il , alle 17:03 nel canale Processori
Intel
 

Secondo le roadmap di Intel pubblicate nei primi momenti dell'anno, la compagnia non pare intenzionata a spingere la frequenza di bus dei propri processori Xeon fino a 800MHz. Originariamente , infatti, la famiglia di processori Xeon sarebbe stata realizzata solo fino a frequenza di Quad Pumped Bus di 667MHz. Il successo dei processori Pentium 4 con bus a 800Mz, tuttavia, Intel ha deciso di rivedere i propri piani: alla fine dello scorso mese infatti Intel ha comunicato ai propri partner che il bus ad 800MHz sarà introdotto anche nella famiglia di processori Intel Xeon.

Il primo processore Xeon con supporto alla frequenza di 800MHz di bus dovrebbe essere disponibile dall'inizio del prossimo anno. Questi nuovi processori saranno basati sul core Nocona a 90 nanometri (versione server analoga a Prescott) con frequenza operativa a partire da 3,6GHz. Precisiamo, comunque, che il primo processore basato su Nocona farà la comparsa sul mercato alla fine dell'anno con frequenza di 3,47GHz, 1MB di cahce L2 e ancora il "vecchio" bus a 533MHz.

Come conseguenza dell'introduzione del bus a 800MHz in campo server, vi sarà anche la necessità di nuovi chipset. L'attuale chipset Intel E7501 sarà rimpiazzato da un chipset attualmente conosciuto con il nome in codice di Lindenhurst che offrirà supporto anche a memoria DDR2-400, TTM PCI Express e direct-connect LAN. Intel introdurrà anche il chipset Tumwater, con caratteristiche simili a Lindenhurst.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cionci10 Giugno 2003, 17:27 #1
Quanto corre Intel...mamma mia...
xk180j10 Giugno 2003, 17:39 #2
col bus a 800 il prezzo degli 0,13 a 533 dovrebbe calare drasticamente.....
xegros10 Giugno 2003, 19:40 #3
fra 2 anni mi compro un nuovo pc, chissa se ci saranno già i pentium5
xegros10 Giugno 2003, 19:41 #4
Quanto corre Intel...mamma mia...

"chi va lentamente arriva prima" (AMD)
Lo ZiO NightFall10 Giugno 2003, 19:50 #5
Originally posted by "xegros"

Quanto corre Intel...mamma mia...

"chi va lentamente arriva prima" (AMD)


Non in questo mondo, e soprattutto non in questo settore.
Castellese10 Giugno 2003, 20:00 #6
penso che intendesse solo come frequenze :P
teoprimo10 Giugno 2003, 20:17 #7
non in questo mondo e non in questo settore, ma penso che gli opteron siano un bel passo in avanti no???l'uscita ipotetica a settembre dell' Athlon64????le frequenze sono si, nettamente inferiori, permettendo a intel di essere superiore(non sempre), però non penso che la tua idea di procio si riferisca esclusivamente ai mhz?????
Perchè penso che la storia sia ormai chiara....


Ciao a tutti!!!
maxilupo10 Giugno 2003, 21:51 #8
Secondo me i buoni risultati dell'Amd Opteron ha fatto smuovere il colosso.
Chissà perché ma mi ricorda quello di Rodi, che era sì grande, ma fece ancora più fracasso quando cadde.
nicgalla10 Giugno 2003, 21:56 #9

ben detto maxilupo!

Gli Xeon attuali hanno un costo improponibile, col loro prezzo ti compri due o tre Opteron 244...
L'importante non è avere il più veloce, ma avere il massimo con il minimo.
Speriamo che si diano una mossa con il PCI express, che ormai con i controller Ultra320 e le gigabit ethernet il caro buon vecchio PCI non basta più...
Sig. Stroboscopico10 Giugno 2003, 22:02 #10

x xk180j

i 533 non caleranno

andranno "fuori produzione" e basta

ciao!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^