Intel, uno sguardo ai costi di produzione

Intel, uno sguardo ai costi di produzione

Nel corso dell'ultimo biennio la compagnia ha mantenuto attorno ai 40 dollari i costi di produzione per un singolo die

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:06 nel canale Processori
Intel
 

La compagnia di analisi In-Stat stima che i costi che Intel deve affrontare per la produzione di un singolo die ammontino, in media, a circa 40 dollari, a dispetto del fatto che i macchinari coinvolti nella realizzazione dei die siano diventati più costosi a partire dal 2003. Secondo le analisi, pare che la produzione di Intel sia così considerevole da permettere alla compagnia di riuscire a risparmiare.

"Mentre altre compagnie impegnate nella realizzazione di semiconduttori cercano partnership per lo sviluppo di nuove tecnologie produttive, Intel è una delle pochissime che continua ad andare avanti per la sua strada e ad utilizzare le proprie tecnologie e le proprie capacità produttive in modo competitivo" ha dichiarato Jim McGregor, analista di In-Stat.

Intel attualmente possiede tre stabilimenti di produzione a 90 nanometri e a partire dal 2006 opererà su quattro stabilimenti per la produzione a 65 nanometri. Il passaggio al processo produttivo a 65 nanometri, che dovrebbe iniziare con le consegne programmate per il quarto trimestre 2005, dovrebbe ulteriormente rafforzare la situazione produttiva di Intel. Secondo le indagini, infatti, Intel intende spostare l'intera linea di prodotti su un singolo processo produttivo.

McGregor ha poi continuato: "Nel corso del 2004, con un massiccio passaggio verso il processo a 90 nanometri e l'impiego di wafer da 300 millimetri, Intel è riuscita a risparmiare 1 miliardo di dollari nei costi di produzione". Nonostante i costi crescenti per la realizzazione di uno stabilimento di produzione, il costo medio per la realizzazione di un singolo die si è assestato sui 40 dollari nel periodo 2003-2005.

Ovviamente il costo medio per la realizzazione di un die è solo una parte del costo medio di produzione di un processore, dal momento che ad esso vanno aggiunti i costi di packaging e testing.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
stefy8715 Settembre 2005, 14:21 #1
ok e allora da 40 € a 600 € tutti i soldi dove finiscono ???
LADRI
Sawato Onizuka15 Settembre 2005, 14:22 #2
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upg
Nel corso dell'ultimo biennio la compagnia ha mantenuto attorno ai 40 dollari i costi di produzione per un singolo die


alt si parla di DIE quindi come dire il costo di una GPU, SPU (nel senso quanto costa un chip in produzione di una 7800GTX, Creative X-Fi, etc)

il resto è aggiuntivo ... o sbaglio ???
stefy8715 Settembre 2005, 14:24 #3
bè per metterci delle resistenze e qualche condesatore di sicuro non spendono 100 $
kalle7815 Settembre 2005, 14:29 #4
Originariamente inviato da: stefy87
ok e allora da 40 € a 600 € tutti i soldi dove finiscono ???


Non dimentichiamoci che Intel e altre ditte simili investono in ricerca e sviluppo più di quanto non facciano complessivamente alcuni Stati interi....
Fez15 Settembre 2005, 14:30 #5
Ladri?? Ma la ricerca e lo sviluppo chi li paga? Gli impianti, gli stabilimenti e i salari dei dipendenti chi li paga??
Ale198115 Settembre 2005, 14:30 #6
Originariamente inviato da: stefy87
bè per metterci delle resistenze e qualche condesatore di sicuro non spendono 100 $

Ovviamente il costo medio per la realizzazione di un die è solo una parte del costo medio di produzione di un processore, dal momento che ad esso vanno aggiunti i costi di packaging e testing.

Scusate lo dice anche quà nella news perchè fare sempre polemiche è ovvio che poi qualcosa devono guadagnarci se no come campano.
E poi nel prezzo ci sono anche i costi di ricerca, sviluppo, acquisto di nuovi macchinari eccetera.
stefy8715 Settembre 2005, 14:31 #7
ok ma teniamo conto che un processore gli costi 100 $ ok ?? forse anche di meno cmq
da 100 $ a 600 $ di quelli di punta passano 500 $ e non credo che tutti finiscano i r&s
Rufus8615 Settembre 2005, 14:34 #8
Originariamente inviato da: kalle78
Non dimentichiamoci che Intel e altre ditte simili investono in ricerca e sviluppo più di quanto non facciano complessivamente alcuni Stati interi....


Sì, ma un prodotto come un Pentium 4 Prescott vuoi forse dire che è frutto di particolari ricerce e sviluppo di nuove architttura? E' un prodotto riciclato da anni ed anni.

Le CPU, secondo me, dovrebbero costano meno delle GPU, queste ultime veri frutti di continuo sviluppo e ricerca di nuove architetture più efficienti che offrano salti prestazionali e di feature che giustifichino il prezzo.
Rufus8615 Settembre 2005, 14:36 #9
Originariamente inviato da: stefy87
ok ma teniamo conto che un processore gli costi 100 $ ok ?? forse anche di meno cmq
da 100 $ a 600 $ di quelli di punta passano 500 $ e non credo che tutti finiscano i r&s


Ripeto: questo può valere per i primi Pentium 4 usciti nel lontano 2000. Ma ORA cosa hanno ricercato e sviluppato? Il Prescott è un mero banalissimo refresh per altro riuscito male.

Intel i soldi che investe in R&S negli ultimi tre anni NON li ha investiti nei Pentium 4 ma in altro.
soft_karma15 Settembre 2005, 14:37 #10
Infatti come hanno detto ci sono i costi per allestire la fabbrica, i salari, pubblicità, stategie, i test, il package, la distribuzione, i ricarichi dei commercianti.
Credete che un azienda come Intel la si gestisce con l'interfaccia di Calcio manager? O che comprate i processori in tv stile eminflex?

Riflettete prima di commentare per piacere

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^