Intel: svelato il futuro dei processori mobile

Intel: svelato il futuro dei processori mobile

Molte novità per i computer mobile del futuro: nuove cpu Intel con Core Dothan a 0.09 micron per la fine di quest'anno. Attesa fino al 2006 per i Core a 65 nanometri

di pubblicata il , alle 08:54 nel canale Processori
Intel
 

Intel ha svelato i propri piani per quanto riguarda la prossima generazione di processori per i computer mobile parlando del lancio del processore Dothan e di altri importanti eventi.

Nel secondo trimestre dell'anno Intel allargherà la famiglia dei processori introducendo le versioni ULV del processore Pentium M ad 1 GHz e LV del processore Pentium M 1.20GHz. Secondo le informazioni attuali, ciò dovrebbe avvenire nel mese di giugno. Nello stesso periodo la compagnia lancerà la versione a 1.70GHz del proprio processore Pentium M Attualmente Intel può offrire le versioni LV del processore Pentium M a 1.1 GHz, ULV del processore Pentium M a 900 MHz e il chip al top della gamma è rappresentato dal processore Pentium M a 1.60 GHz.

I processori Dothan con 2MB di cache L2 appariranno nell'ultimo trimestre dell'anno a partire dalla frequenza di 1,80GHz. I processori saranno prodotti con processo a 90 nanometri e via via commercializzati, nell'anno successivo, a frequenze di 1,90GHz e superiori. Oltre alle versioni high-end, Intel produrrà anche versioni LV e ULV basate su core Dotan. Presumibilmente le frequenze di queste ultime versioni dovrebbero essere rispettivamente a 1.30GHz e a 1.10GHz.

I processori Pentium M con 2MB di cache L2 prodotti con processo a 90 nanometri, consumano più energia rispetto ai propri predecessori. E' stato affermato che il TDP di un processore Dothan è situata tra i 29 e i 31 W, mentre un processore Pentium M attuale si attesta sui 24.5 W. Intel immetterà sul mercato inoltre i chipset i855GME e i852GME contemporaneamente al lancio dei processori Dothan.

Con grossa probabilità Intel potrebbe anche offrire soluzioni Mobile Celeron basate sui core Banias e Dothan nel primo trimestre del prossimo anno. Dovrebbero esservi due prodotti di questa serie: il Mobile Celeron 800A (Dothan; 90nm; 1MB di L2; ULV) ed il processore Mobile Celeron 1.30GHz (Banias; 0.13 micron; 512KB di L2; LV). Intel ha anche intenzione di produrre processori Mobile Celeron utilizzando il core Prescott-M ma non ha alcun programma in merito alla realizzazione di processori basati su core Tejas-M.

Nella seconda metà del 2004 Intel dovrebbe introdurre un nuovo chipset per le piattaforme "mobility" e "portability". Attualmente denominato, in codice, Alviso-GM, il chipset supporterà memoria DDR-II e interconnessione PCI Express.

Nel 2005 Intel sarà pronta ad offrire un processore totalmente nuovo per il mobile computing. Il processore sarà basato su una architettura nuova e attualmente non v'è alcuna informazione se il chip Merom, questo il nome in codice, avrà qualcosa a che fare con l'architettura di Tejas o di Nehalem. Sembra che Merom sarà destinato a tutti i settori del mercato, dal low-end all'high-end, il che sta a significare perchè non è stato programmato alcun rilascio di processori Celeron nel medesimo periodo.

Merom sarò prodotto anch'esso a 90nm ma i piani di Intel sono per una transizione verso il processo produttivo a 65 nanometri per il 2006. Il primo processore a 65nm si chiamerà Gilo e attualmente non sono note le differenze tra Merom e Gilo.

Anche in questo caso saranno rilasciati nuovi chipset, il cui nome in codice è Crestine-GM. Nessun dettaglio ufficiale in merito a questi prodotti è stato rilasciato.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ronthalas21 Marzo 2003, 09:37 #1
che casino di numeri e cifre, aspettiamo quelli veri nel mercato. Sono anni che leggo quantitativi di cache elevati e poi li trovi solo, raramente e a peso d'oro, solo su megaprocessoroni tipo Xeon (e mai più di un MB) quando anche la stessa AMD quando aveva debuttato col K7 al suo tempo, dichiarava fino a 2MB di L2.... mai visto nessuno...
rosaurus21 Marzo 2003, 10:28 #2
Effettivamente a parità di frequenza la tecnologia "Centrino" è più veloce in molte applicazioni rispetto ai P4 Desktop!
Evidentemente le lunge pipelines del P4 e il piccolo quantitativo di cache L1 hanno un grosso boost prestazionale trovando i dati nella cache L2 (Centrino ne ha per adesso 1 mb).
Effettivamente una grossa L2 è una gran cosa ma consuma troppo (essendo di tipo statico le celle debbono essere alimentate in continuazione). Ho un amico in STM che sta lavorando a un nuovo tipo di memoria... mi dice che entro 2-3 anni ne vedremo delle belle!
kronos200021 Marzo 2003, 11:07 #3
Il Centrino è un P3 potenziato per certi versi e depotenziato per altri.

Alcuni commeti a questo indirizzo:

http://www.lithium.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=3947
tensore12 Aprile 2003, 14:03 #4

Upgrade Cpu Portatile

Posseggo un Acer Extensa 501T. Vorrei Fare un upgrade della Cpu. So per certo che è possibile ma non so quali sono i parametri per sceglierla senza provocare danni & in modo che funzioni. Qualcuno mi può aiutare?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^