Intel si prepara per una nuova architettura di CPU

Intel si prepara per una nuova architettura di CPU

L'azienda apre alcune posizioni di lavoro parlando specificamente di una nuova generazione di architettura per i propri processori. Ci sarà a prescindere da attendere.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Processori
IntelCore
 

Intel è al lavoro per sviluppare nuove tecnologie e prodotti che vedremo al debutto sul mercato nel corso dei prossimi anni, preparando quella che sarà l'evoluzione dell'approccio introdotto con l'architettura Core che risale nella sua base iniziale di design al 2006.

NGC, Next-Generation Core, è la sigla con la quale internamente Intel identifica questa nuova architettura che sarà alla base della futura categoria di prodotti CPU. Il via ufficiale ai lavori, stando a quanto anticipato dal sito Motley Fool, è stato dato il 1 gennaio 2017. L'obiettivo è quello di sviluppare una nuova architettura di microprocessore rivoluzionaria, che sarà alla base della prossima generazione di prodotti di elaborazione che Intel renderà disponibile nelle differenti forme per il prossimo decennio.

Ci sarà in ogni caso da attendere non poco tempo: lo sviluppo di una nuova architettura da zero richiede vari anni prima di concretizzarsi in prodotti destinati alla commercializzazione. Sarà solo tra 4 o 5 anni, molto difficilmente prima, che sarà possibile misurare sul campo le innovazioni alle quali Intel è al lavoro nei propri laboratori di ricerca e sviluppo.

D'altro canto questo è un passaggio molto importante per Intel, chiamata a continuare quell'evoluzione tecnologica che ha portato avanti nel corso degli anni e che le con l'attuale architettura Core non sembra ormai offrire più margini per uno sviluppo sostenuto come in passato passando da una generazione alla successiva. Con le ultime proposte della famiglia Core Intel è riuscita ad ottenere incrementi prestazionali bilanciando novità architetturali non strutturali accanto all'evoluzione dei processi produttivi, ma senza quei balzi in avanti delle prestazioni che hanno caratterizzato i primi anni di evoluzione tecnologica dell'architettura Core.

I tempi delle fasi Tick-Tock, con la prima a rappresentare un aggiornamento della tecnologia produttiva e la seconda il debutto di novità architettuali significative, sono terminati con il passaggio ad un ciclo a 3 fasi indicato con i nomi Process-Architecture-Optimization. Tutto questo ha permesso ad Intel di dilatare i tempi di sviluppo di una nuova microarchitettura della famiglia Core, a testimonianza della difficoltà con la quale si possa portare avanti uno svilippo tecnologico di grande portata continuando a sviluppare a partire dalla base dell'architettura Core risalente al decennio scorso come base di design.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

53 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gyammy8505 Luglio 2017, 10:21 #1
Quindi avremo

core 2 2.0 quad (4/8 a 9+ghz)
core 2 2.0 octa (8/16 a 7+ghz)
core 2 4.0 quad (16/32 a 7+ghz)
core 2 4.0 octa (32/64 a 8+ghz)

dado197905 Luglio 2017, 10:23 #2
Rendiamo grazie a Ryzen.
demon7705 Luglio 2017, 10:28 #3
Originariamente inviato da: dado1979
Rendiamo grazie a Ryzen.


Ryzen ha tanti pregi ma questo direi di no.
Realizzare una nuova architettura DA ZERO (un lavoro titanico) è un passaggio obbligato che presto o tardi è da farsi.
Ritengo che Intel lo avesse pianificato da un pezzo. E anche AMD mi auguro.

Sono curioso di vedere cosa ne uscirà..
C'è pure il problema del silicio che come supporto è un po' alla frutta.
bobby1005 Luglio 2017, 10:32 #4
Non avrei mai pensato che una cpu mi sarebbe durata 10 anni
mally05 Luglio 2017, 10:44 #5
intel domina il mercato per la diffusione e la compatibilità con il passato su x86, non è riuscita ad imporre itanium, non vedo come possa imporre tra 7/8 anni una nuova architettura ora che arm si sta consolidando sia come standard in mobilità che come alternativa a server entry level. Fuori da x86 Intel non ha e non avrà vita facile. Se invece i piani sono sempre solo x86 e questa sarà una semplice evoluzione dell'architettura, beh, è una non notizia...
demon7705 Luglio 2017, 10:55 #6
Originariamente inviato da: mally
intel domina il mercato per la diffusione e la compatibilità con il passato su x86, non è riuscita ad imporre itanium, non vedo come possa imporre tra 7/8 anni una nuova architettura ora che arm si sta consolidando sia come standard in mobilità che come alternativa a server entry level. Fuori da x86 Intel non ha e non avrà vita facile. Se invece i piani sono sempre solo x86 e questa sarà una semplice evoluzione dell'architettura, beh, è una non notizia...


Riprogettare da zero un nuovo core di elaborazione (seppur X86) ti sembra una cosa da nulla?
Anche gli odierni motori a combustione delle auto sono una "semplice evoluzione" dei motori dei primi del 900..
mally05 Luglio 2017, 11:05 #7
Originariamente inviato da: demon77
Riprogettare da zero un nuovo core di elaborazione (seppur X86) ti sembra una cosa da nulla?
Anche gli odierni motori a combustione delle auto sono una "semplice evoluzione" dei motori dei primi del 900..


è una non notizia, mi sembra strano che intel sia a lavoro su un evoluzione dell'attuale architettura solo dall'inizio dell'anno, e in caso affermativo è inutile fare annunci se il progetto è appena iniziato. Ci vorranno anni per vedere qualche risultato sulla bontà del progetto, e gli anni in questo settore sono ere geologiche.
fano05 Luglio 2017, 11:23 #8
Chissà cosa intendono con "nuova architettura" l'ennesimo tentativo di sostitute il colabrodo x86 / x64? Da un lato ci sarebbe da sperarci, ma se non riescono a fare un emulatore come si deve di x86 ce l'avranno nello stoppino come con Itanium
dado197905 Luglio 2017, 11:33 #9
Originariamente inviato da: demon77
Ryzen ha tanti pregi ma questo direi di no.
Realizzare una nuova architettura DA ZERO (un lavoro titanico) è un passaggio obbligato che presto o tardi è da farsi.
Ritengo che Intel lo avesse pianificato da un pezzo. E anche AMD mi auguro.

Sono curioso di vedere cosa ne uscirà..
C'è pure il problema del silicio che come supporto è un po' alla frutta.

Infatti è proprio su quel "presto o tardi" che si deve ringraziare AMD... se non fosse uscito Ryzen queste tardi sarebbe diventato molto molto molto molto tardi (serie 8-9-10-11 evia così di leggerissimi affinamenti), che necessità c'è di investire se non c'è concorrenza?
Cappej05 Luglio 2017, 11:41 #10
Originariamente inviato da: dado1979
Rendiamo grazie a Ryzen.


Originariamente inviato da: demon77
Ryzen ha tanti pregi ma questo direi di no.
Realizzare una nuova architettura DA ZERO (un lavoro titanico) è un passaggio obbligato che presto o tardi è da farsi.
Ritengo che Intel lo avesse pianificato da un pezzo. E anche AMD mi auguro.

Sono curioso di vedere cosa ne uscirà..
C'è pure il problema del silicio che come supporto è un po' alla frutta.


Per me ce l'ha eccome... ha messi il PEPE AL CU*O ad Intel che per 7 generazioni di presunti TIC-TOC ha tardato l'evoluzione crogiolandosi negli incassi!
IMHO

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^