Intel rilascia i propri risultati finanziari per il Q2 2004

Intel rilascia i propri risultati finanziari per il Q2 2004

Migliorano i risultati rispetto allo stesso periodo dello scorso anno; forte crescita nel settore delle memorie flash, con un +41%

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Processori
Intel
 

Intel ha ufficialmente rilasciato informazioni sul fatturato del secondo trimestre 2004, pari a 8.05 miliardi di dollari USA. Questo risultato è in forte crescita rispetto a quanto ottenuto nello stesso periodo del 2003, con un aumento del 18%. L'utile netto registrato da Intel in questo periodo è pari a 1,8 miliardi di dollari, valore superiore del 96% rispetto a quanto ottenuto nello stesso periodo dello scorso anno e allineato rispetto a quanto ottenuto nel trimestre precedente.

Ha inciso in modo particolare l'ottimo risultato nel settore delle memorie flash, in crescita del 41% rispetto al trimestre precedente. Di seguito il comunicato stampa rilasciato da Intel:

I RISULTATI FINANZIARI INTEL PER IL SECONDO TRIMESTRE 2004 SONO DI 8,05 MILIARDI DI DOLLARI

Gli utili per azione sono pari a 27 centesimi di dollaro

Assago (Milano), 14 luglio 2004 - Intel Corporation ha reso noto il fatturato del secondo trimestre del 2004, pari a 8,05 miliardi di dollari, risultato in linea rispetto al trimestre precedente e superiore del 18 per cento rispetto al secondo trimestre del 2003.
Per il secondo trimestre, gli utili netti sono stati di 1,8 miliardi di dollari, valore stazionario rispetto al trimestre precedente e superiore del 96 per cento rispetto al secondo trimestre del 2003. Gli utili per azione del secondo trimestre sono stati di 27 centesimi di dollaro per azione, in aumento del 4 per cento rispetto al trimestre precedente e in aumento del 93 per cento rispetto al valore di 14 centesimi di dollaro registrato nel secondo trimestre 2003.

“Intel continua a registrare forti risultati rispetto all’anno precedente in questo secondo trimestre, con il business dei microprocessori che ha seguito gli andamenti stagionali e una buona crescita del business delle comunicazioni, guidato dalle memorie flash”, ha commentato Craig R. Barrett, Chief Executive Officer di Intel. "Abbiamo registrato un trimestre significativo per quanto riguarda il lancio di nuovi prodotti, con l’introduzione sul mercato di processori a 90 nm per i segmenti di mercato mobile e enterprise unitamente al chipset Grantsdale per i PC desktop, che offre tra i più significativi miglioramenti della piattaforma PC dall’ultimo decennio a questa parte. Guardando verso la seconda metà dell’anno, impiegheremo i nostri investimenti in capacità produttiva all'avanguardia per guidare la crescita del nostro core business dei microprocessori ed espandere la nostra presenza nel settore dei chipset, della memoria flash e di altri prodotti per le comunicazioni”.

I risultati finanziari Intel per il secondo trimestre comprendo lo storno già annunciato di 62 milioni di dollari di tasse precedentemente accumulati legati essenzialmente alla chiusura di una verifica statale delle imposte sui redditi, unitamente a un aggiustamento fiscale degli oneri fiscali effettivi. Questi elementi hanno determinato un incremento degli utili per azione del secondo trimestre di 1,7 centesimi di dollaro. I risultati Intel del primo trimestre tenevano conto di un accordo legale che aveva ridotti gli utili per azione di 1,7 centesimi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
^TiGeRShArK^14 Luglio 2004, 14:36 #1
AFFOSSATI INTEL!!!
fa processori skifosi e guadagna così tanto sulle spalle degli utonti.....
non vedo l'ora ke amd arrivi ad una quota decenti di mercato....forse allora intel riprenderà a fare cose decenti.....
UIQ14 Luglio 2004, 14:43 #2
Incredibile come con fetecchie come Prescotto, Xeon e compagnia bella riescano a fare utili del genere.... Ma credo la maggior parte dei guadagni venga dalle memorie flash e processori Xscale e Centrino, quelli si veramente eccellenti....
crismatica14 Luglio 2004, 14:44 #3

io ho sentito

io ho sentito stamatina dal tg5 nella sezione borsa,
che hanno detto borsa in perdita a causa anche di intela per i non buoni auspici per la chiusura di fine anno, per il momento stabile....
Mastromuco14 Luglio 2004, 14:48 #4
Non credo che i profitti crescano tanto per i processori, ma più per tutto il resto...

Vabbè...che ce volete fare...sono ancora i numeri uno, e ci rimarranno credo ancora per parecchio, anche se piano piano stiamo uscendo dalla visione di qualche anno fa ovvero: cpu=intel.
Spectrum7glr14 Luglio 2004, 14:51 #5
Originariamente inviato da ^TiGeRShArK^
AFFOSSATI INTEL!!!
fa processori skifosi e guadagna così tanto sulle spalle degli utonti.....
non vedo l'ora ke amd arrivi ad una quota decenti di mercato....forse allora intel riprenderà a fare cose decenti.....


va bene non essere contenti...ma l'equazione utente intel=utonto per favore risparmiatela: può risultare offensiva...oltre che non corrispondente a verità
Dumah Brazorf14 Luglio 2004, 15:24 #6
Semmai utonto==>Intel (porta a), si vede raramente un negoziante vendere un processore AMD ad un utente inesperto. Per utonto quindi non intendo la totalità di utenti che acquistano Intel, ma proprio quelli che non sanno quello che acquistano.
Ci sono molte buone ragioni per cui un utente esperto può preferire un processore targato Intel rispetto ad uno della concorrenza, non facciamo la solita polemica.
crismatica14 Luglio 2004, 15:28 #7
si vede raramente un negoziante vendere un processore AMD ad un utente inesperto.

Questa cosa succede solo perchè la maggior parte degli utente amd non sa neanche che esiste. Però basta farglielo capire che hallo stesso prezzo ha una macchina che va di più (a parità di prezzo)
Dumah Brazorf14 Luglio 2004, 16:15 #8
+ facile a dirsi che a farsi...
DioBrando14 Luglio 2004, 16:16 #9
al di là delle diatribe solite che stavolta mi risparmio ...

Dal 2003 ad oggi nel mercato delle cpu ( desktop soprattutto) intel ha perso qlc punticino in favore di AMD, però poichè i consumi globali sn aumentati ( in effetti la ripresa della cosiddetta New Economy c'è stata almeno parzialmente e il consumo di apparecchiature hi-tech è cresciuto parecchio causa mercati in espansione) è aumentato anche il fatturato complessivo.

IMHO le motivazioni le ricercherei soprattutto nella vendita dei chipset integrati e delle configurazioni notebook/laptop dove il Centrino la fà da padrone e n cala nello share complessivo, a differenza invece ( sempre in tono leggero eh ) di quello che accade tra i servers e desktop soprattutto.
Mastromuco14 Luglio 2004, 17:20 #10
Esattamente quel che penso anche io, anche se in rapporto ad amd vende meno proci di prima...in assoluto intel ha più linee produttive, e quelle vanno meglio perchè probabilmente c'è un po' meno concorrenza!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^