Intel pronta ad abbandonare il brand Atom?

Intel pronta ad abbandonare il brand Atom?

Secondo alcune indiscrezioni Intel sarebbe pronta ad abbandonare il brand Atom: una scelta dettata dalla cattiva percezione che il pubblico avrebbe di tali soluzioni

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 14:31 nel canale Processori
IntelAtom
 

L'indiscrezione viene riportata dal noto sito internet Digitimes e riguarda Intel e la sua strategia prodotto: la nota azienda americana, infatti, avrebbe intenzione di abbandonare il brand Atom, che ha caratterizzato le CPU per soluzioni netbook e con prestazioni di fascia bassa, da anni a questa parte.

Secondo quanto riportato dalla fonte Intel sarebbe pronta ad abbandonare il nome a partire dal prossimo anno, con le soluzioni basate su architettura Cedar Trail. Si apre allora la possibilità che i primi modelli di CPU Cedar Trail arrivino quest'anno e vengano identificati con il nome Atom, brand che verrà poi dismesso nel corso del 2012.

Al momento non vengono rivelati motivi che sarebbero dietro tale decisione: secondo quanto ipotizzato dal sito, anche si tratta di congetture, le vendite delle soluzioni netbook e nettop sarebbero in calo anche per la cattiva immagine che il brand Atom si sarebbe costruito nel corso degli anni.

Questa considerazione, opinione diffusa tra molti, corrisponde comunque a verità; Atom è diventato nel corso degli ultimi anni sinonimo di prestazioni particolarmente contenute, e spesso non in grado di soddisfare l'utente finale. La scelta di Intel sarebbe, in questo senso, legata alla speranza di rianimare un segmento di mercato particolarmente fermo.

Cedar Trail potrebbe quindi rappresentare il punto di svolta e far cadere il brand Atom, ma con quali vantaggi? Se le soluzioni con nuova architettura saranno in grado di avere una GPU integrata capace di gestire correttamente i flussi video HD (storico tallone d'achille delle soluzioni Atom), la CPU non dovrebbe portare questo enorme passo in avanti dal punto di vista prestazionale.

Nel corso della mattinata Intel ha comunque smentito le indiscrezioni che indicano come possibile l'abbandono di tale brand: un portavoce societario ha confermato l'intenzione di continuare a puntare su Atom anche per le future soluzioni.

Una decisione, per molti versi, in controtendenza con quella che è la percezione del mercato. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marchigiano23 Settembre 2011, 14:37 #1
è come marcare ferrari la fiat stilo

a no mi sa che ci ha già pensato qualcun'altro...
zanardi8423 Settembre 2011, 14:47 #2
Insomma rebranding.

Comunque tengo a dire una cosa:
quando si parla di netbook e atom bisogna sempre capire quali sono le pretese che si hanno da tali prodotti.
I netbook hanno una funzione specifica: sistemi estremamente portatili in dimensioni e autonomia per un uso "on the road". E quando intendo on the road non intendo l'usare videogame, photoshop, o riprodurre video full HD.
Sia chiaro che su uno schermo da 10 pollici 1024X600 non si gioca o si photoshoppa nemmeno se si avesse una cpu con la potenza di 2 dei migliori i7 insieme o dei migliori crossfire/sli delle migliori schede grafiche.
I Nettop, che non mi pare abbiano più seguito, erano secondo me ideali per l'uso nelle biblioteche per consultare dati, piuttosto che negli ambulatori per stampare ricette mediche o fare qualche ricerca su internet, non lanciare crysis.

E' il mercato che li ha storpiati come macchine tuttofare.
Oltretutto, secondo me la questione rilevante è del software.
Prima hanno messo quel colabrodo di XP che era già vecchio e superato, poi hanno messo win 7 starter che è una ciofeca.
E' sempre mancato il sistema operativo microsoft all'altezza dei dispositivi.

L'unico installabile e che calza davvero a pennello è Linux, in una delle sue numerose distro.
Io ci ho messo Arch, con 2GB di ram ho un ufficio e un mondo a portata di mano grazie ad internet.
Ma ci si può mettere Ubuntu o qualsiasi altra distro, PUPPY, la più leggera in assoluto o quasi, e molto diffusa nell'ambiente perchè davvero ben realizzata.
Anche chi ha provato a lanciare la distro linux su questi dispositivi, l'ha fatto con poca convinzione. Sistemi non proprio impeccabili, magari un supporto non proprio eccezionale, o semplice operazione di facciata.
Ventresca23 Settembre 2011, 14:50 #3
atom non era partito male, se non fosse che ad una certa lo sviluppo è rallentato in modo esagerato, quasi fermo.
gbhu23 Settembre 2011, 14:57 #4
Beh ormai è passato un pò di tempo e quindi un pò di innovazione anche nel brand ci vuole.
Comunque secondo me il calo di vendite è dovuto solo in piccola parte alla nomea.
Il fatto è che i mini-pc (non mi è mai piaciuto netbook) ormai ce li hanno tutti.
Ne hanno venduto un fracco nei 3 anni scorsi, e tale prodotto può essere anche molto duraturo, se uno non lo cambia per puro sfizio.
Infatti soddisfa le esigenze di portabilità in modo efficace e diversamente da un pc normale, che diventa obsoleto presto, si presta a svolgere discretamente il suo ruolo per un tempo abbastanza lungo.
In pratica il mini-pc nasce già obsoleto come potenza, ma non per quanto riguarda leggerezza, autonomia e portabilità.
Cioè con un pc normale uno magari dopo un anno sente l'esigenza di cambiarlo perché non riesce a giocare bene agli ultimi giochi, o perché vuole più potenza per i suoi software, etc...
Invece un mini-pc lo si usa principalmente per internet, scrivere qualche documento, portarselo dietro quando si va in vacanza etc...
Tutte cose che può far bene per anni senza far sentire la necessità di un nuovo mini-pc.
predator8723 Settembre 2011, 14:59 #5
se vero, è durato veramente poco.. (paragonato a nomi come pentium e celeron)
marchigiano23 Settembre 2011, 15:03 #6
li possono chiamare i1 o i2, ma anche i3 non ci starebbe male vista la classe di tdp, perchè pensiamoci bene; un atom da 35W non sarebbe mica male come prestazioni
Theprov23 Settembre 2011, 15:25 #7
Originariamente inviato da: marchigiano
li possono chiamare i1 o i2, ma anche i3 non ci starebbe male vista la classe di tdp, perchè pensiamoci bene; un atom da 35W non sarebbe mica male come prestazioni


Al massimo i2, chiamarli i3 sarebbe un insulto, c'è una differenza abissale con un vero i3.
marchigiano23 Settembre 2011, 15:39 #8
Originariamente inviato da: Theprov
Al massimo i2, chiamarli i3 sarebbe un insulto, c'è una differenza abissale con un vero i3.


porta un i3-2310M (35W) a 6W di tdp poi vediamo sta abissale differenza...

altro esempio: i3-2357 (17W) ha 1.3ghz di cpu e 350mhz di gpu... cala anche questo a 6W e vediamo
Max_R23 Settembre 2011, 15:41 #9
Originariamente inviato da: zanardi84
Insomma rebranding.

Comunque tengo a dire una cosa:
quando si parla di netbook e atom bisogna sempre capire quali sono le pretese che si hanno da tali prodotti.
I netbook hanno una funzione specifica: sistemi estremamente portatili in dimensioni e autonomia per un uso "on the road". E quando intendo on the road non intendo l'usare videogame, photoshop, o riprodurre video full HD.
Sia chiaro che su uno schermo da 10 pollici 1024X600 non si gioca o si photoshoppa nemmeno se si avesse una cpu con la potenza di 2 dei migliori i7 insieme o dei migliori crossfire/sli delle migliori schede grafiche.
I Nettop, che non mi pare abbiano più seguito, erano secondo me ideali per l'uso nelle biblioteche per consultare dati, piuttosto che negli ambulatori per stampare ricette mediche o fare qualche ricerca su internet, non lanciare crysis.

E' il mercato che li ha storpiati come macchine tuttofare.
Oltretutto, secondo me la questione rilevante è del software.
Prima hanno messo quel colabrodo di XP che era già vecchio e superato, poi hanno messo win 7 starter che è una ciofeca.
E' sempre mancato il sistema operativo microsoft all'altezza dei dispositivi.

L'unico installabile e che calza davvero a pennello è Linux, in una delle sue numerose distro.
Io ci ho messo Arch, con 2GB di ram ho un ufficio e un mondo a portata di mano grazie ad internet.
Ma ci si può mettere Ubuntu o qualsiasi altra distro, PUPPY, la più leggera in assoluto o quasi, e molto diffusa nell'ambiente perchè davvero ben realizzata.
Anche chi ha provato a lanciare la distro linux su questi dispositivi, l'ha fatto con poca convinzione. Sistemi non proprio impeccabili, magari un supporto non proprio eccezionale, o semplice operazione di facciata.
Il vero problema è che AMD si è data da fare, realizzando una serie di prodotti nettamente migliori.
tmx23 Settembre 2011, 15:45 #10
basta che i nuovi "atom" sia un pò più all'altezza, o rovineranno un altro nome e basta

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^