Intel, le CPU Xeon Sapphire Rapids nei supercomputer del Dipartimento dell'Energia USA

Intel, le CPU Xeon Sapphire Rapids nei supercomputer del Dipartimento dell'Energia USA

Le future CPU server di Intel, nome in codice Sapphire Rapids, saranno installate in supercomputer installati presso tre laboratori del Dipartimento dell'Energia statunitense. Si parla di una potenza di calcolo di oltre 40 petaFLOPs.

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Processori
IntelXeonSapphire Rapids
 

I processori Intel Sapphire Rapids, la prossima generazione di soluzioni Xeon Scalable, sono stati selezionati dalla National Nuclear Security Administration (NNSA) del Dipartimento dell'Energia (DOE) statunitense per i supercomputer usati all'interno del Life Extension Program dell'NNSA per la gestione delle scorte nucleari.

A occuparsi della materiale installazione dei sistemi Dell EMC PowerEdge sarà Dell Technologies presso tre laboratori (detti Tri-Labs): Lawrence Livermore National Laboratory, Los Alamos National Laboratory e Sandia National Laboratories. Le consegne dei sistemi partiranno a metà 2022 e continueranno fino al 2025, andando a rimpiazzare le macchine attuali che sono state installate nel 2015 e si avvicinano al pensionamento.

"I processori Xeon Scalable sono ottimizzati per carichi di lavoro di calcolo ad alte prestazioni, con accelerazione integrata per modellazione e simulazione, intelligenza artificiale e analisi dei dati ad alte prestazioni", sottolinea Intel. L'azienda ha recentemente svelato molte informazioni sulle CPU Sapphire Rapids, le prime modulari e basate sull'unione di quattro chiplet sul package grazie alla tecnologia EMIB.

Secondo Dell Technologies, il nuovo contratto Commodity Technology Systems (CTS-2) "fornirà più di 40 petaFLOPs di capacità di calcolo estesa ai laboratori NNSA". Si parla di un esborso di oltre 40 milioni di dollari. I sistemi "saranno implementati presso i Tri-Labs in blocchi chiamati "unità scalabili" (SU), con ogni SU che rappresenterà una potenza di calcolo di circa 1,5 petaFLOPs". I processori Intel Sapphire Rapids saranno installati anche nei supercomputer Aurora (anche se in ritardo sulle tempistiche originarie) e Crossroads.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^